Posted in PHM

Manovra, in serata il vertice per chiudere Salvini: “Nessuna nuova tassa sull’auto” Di Maio: ‘Mi fido degli alleati di governo’

Un vertice per ricomporre le tensioni che agitano la maggioranza e trovare la quadra della manovra. Sarà “per affrontare alcuni temi dirimenti” come spiegavano ieri sera fonti del governo, che questa sera Giuseppe Conte, Luigi Di Maio e Matteo Salvini si troveranno a Palazzo Chigi con il ministro dell’Economia Giovanni Tria, i sottosegretari Garavaglia e Castelli e il titolare dei rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro. Un summit allargato in cui si toccherà la carne viva della legge di bilancio, necessario dopo gli scontri consumati nelle ultime ore tra le due anime dell’esecutivo sull’ecotassa, preceduto dall’ultima stoccata proveniente dal fronte leghista: “Il reddito di cittadinanza non c’è – ha detto il sottosegretario leghista Armando Siri a La Stampa – impossibile partire ad aprile”.
La corsa contro il tempo è iniziata. Mancano 16 giorni all’esercizio provvisorio e l’esame in commissione a Palazzo Madama non è ancora iniziato. Il testo è bloccato dalla guerra di nervi che..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Lega a piazza del Popolo: se la Digos diviene l’esercito padano

Le spie del pensiero politicamente corretto sono entrate nel nostro tempo e battono forte. Sui social network è all’opera sin dalla nascita una commissione moralizzatrice che fustiga, sulla base delle risultanze di qualche algoritmo, con sospensioni e censure prevalentemente inappellabili, il destinatario di segnalazioni, più propriamente spiate. Per via di insondabili processi matematici vengono spesso fustigate dichiarazioni banali, anche condivisibili, e lasciati liberi di scorrazzare nel web pensieri violenti contro le persone quando non calunniosi. Ma la spiata, o il giudizio sull’onorabilità altrui, si va facendo strada tanto che i Cinquestelle hanno provveduto a creare uno spioncino virtuale per le segnalazioni sull’altrui condotta immorale o politicamente inopportuna sulla base della evidente valutazione che i militanti di quel movimento siano corpi estranei, perfetti sconosciuti, l’uno nemico dell’altro, riuniti alla rinfusa sotto una bandiera.
Ora la svolta anche nella poliz..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Manovra, Lega all’attacco dell’ecotassa e dei bonus. Crippa (M5s): “Facciano pace con se stessi. Tassiamo solo auto di lusso”

La Lega va all’attacco dell’ecotassa. Un emendamento alla manovra del Carroccio propone lo stop non solo all’imposta sulle auto più inquinanti ma anche agli incentivi per i veicoli ecologici. Con il sottosegretario all’Economia, Massimo Garavaglia, che nel frattempo smentisce la posizione della sua parigrado in quota M5s, Laura Castelli, e ribalta la posizione del governo: “Come esecutivo diciamo no a qualsiasi nuova tassa, sulle auto come su altro. Se gli amici del M5s trovano altre coperture per gli incentivi siamo ben contenti”. “Facciano pace con se stessi”, replica il sottosegretario allo Sviluppo del M5s Davide Crippa.
“L’idea di sopprimere tout court la norma è in contrasto con il contratto di governo”, ha affermato il sottosegretario ai microfoni di Radio Capital, aggiungendo che ci sarà un confronto nelle prossime ore e che il M5s non ha intenzione di cedere. Qual è la proposta dei pentastellati? “Si sta ragionando di alzare le soglie per escludere le utilitarie, tassando le ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Lodi, bimbi stranieri esclusi da mensa. Il giudice: “Condotta discriminatoria”. Ma Comune valuta ricorso

Furono discriminati i piccoli alunni stranieri di Lodi tenuti fuori dalla mensa scolastica a causa di una delibera, voluta dalla sindaca leghista Sara Casanova, che imponeva alle famiglie certificati non richiesti a quelle degli italiani. E quando il caso – raccontato per la prima volta in un reportage di Davide Milosa per Il Fatto Quotidiano – esplose per un servizio di PiazzaPulita le linee guida approntate non eliminarono quella “disparità di trattamento”.
Richiamando anche gli articoli 2 e 3 della Costituzione italiana, che garantiscono agli stranieri i diritti fondamentali e pari dignità sociale e uguaglianza, il giudice della I sezione civile di Milano, Nicola Di Plotti, ha quindi accolto totalmente il ricorso dell’Associazione studi giuridici sull’immigrazione e del Naga – presentato addirittura il 5 giugno 2018 – contro quel provvedimento che aveva generato la solita bufera politica, ma anche un’onda di generosità di cittadini da tutti Italia con la raccolta di oltre 60mila eu..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Lega, blitz Gdf a Bergamo nello studio di due commercialisti. “Tesoriere Centemero non indagato”

Le indagini sulla Lega si moltiplicano. Anche la procura di Bergamo indaga sul partito di Matteo Salvini: l’ipotesi secondo la Stampa è di finanziamento illecito. Il fascicolo è a modello 44, cioè senza indagati, ed è stato aperto l’estate scorsa in relazione alle dichiarazioni del costruttore Luca Parnasi, arrestato il 13 giugno scorso. L’imprenditore romano, considerato il gran elemosiniere di soldi e favori a tutti i partiti, ha raccontato qual era il sistema di finanziamento ed essendo a Bergamo la sede dell’associazione Più voci che, stando alle indagini, ha incassato 250mila euro, la procura lombarda ha aperto un fascicolo. Non è quindi iscritto, come riportava il quotidiano di Torino, il tesoriere della lega Giulio Centemero. Contemporaneamente gli inquirenti genovesi accelerano sull’ipotesi di riciclaggio su cui indagano da gennaio. E così oggi gli uomini della Guardia di Finanza – come riporta L’Espresso – sono arrivati nella città lombarda a prendere documenti. Nel mirino del..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Lega, perquisizioni Gdf a Bergamo nello studio di due commercialisti. “Tesoriere Centemero indagato”

Le indagini sulla Lega si moltiplicano. Anche la procura di Bergamo indaga sul partito di Matteo Salvini: l’ipotesi secondo la Stampa è di finanziamento illecito e nel registro degli indagati è stato iscritto il tesoriere Giulio Centemero. Contemporaneamente gli inquirenti genovesi accelerano sull’ipotesi di riciclaggio su cui indagano da gennaio. E così oggi gli uomini della Guardia di Finanza – come riporta L’Espresso – sono arrivati nella città lombarda a perquisire gli uffici dell‘associazione Più Voci. Nel mirino delle Fiamme Gialle lo studio di due commercialisti in via Angelo Maj 24 e prendere tutti i documenti della Dea Consulting.
I professionisti, Andrea Manzoni e Alberto Di Rubba, sono legati a doppio filo al tesoriere perché il primo è direttore amministrativo e il secondo revisore dei gruppi parlamentari. Ma tutti e tre sono fondatori dell’associazione Più voci. In via Maj hanno anche sede sette società (nate quasi tutte tra 2014 e 2016), tra queste la Growth and challeng..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Finanziamento illecito ai partiti, “dopo trasmissione atti da Roma tesoriere della Lega Centemero indagato a Bergamo”

Dopo l’iscrizione nel registro degli indagati di Roma, il nome del tesoriere della Lega Giulio Centemero finisce anche in quello di Bergamo. Si tratta di finanziamento illecito al partito in concorso con l’imprenditore romano Luca Parnasi ipotizzato dal pm Barbara Zuin e dall’aggiunto Paolo Ielo. Con la trasmissione atti da Roma a Bergamo, come riporta La Stampa, gli inquirenti della città lombarda indagheranno sulle donazioni all’associazione Più Voci da parte delle società del costruttore – considerato il grande elemosiniere di favori e soldi a tutti i partiti e arrestato il 13 giugno scorso nell’ambito dell’indagine sulla costruzione del nuovo stadio di Roma. Il filone riguardante il finanziamento illecito ai partiti era stato stralciato con la chiusura indagine: I pm romani avevano iscritto anche il tesoriere del Pd Francesco Bonifazi e in questa tranche è indagato, per corruzione, l’ex capogruppo degli M5s in Campidoglio, Paolo Ferrara, autosospesosi dal Movimento, al quale Parnas..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Lega-M5s, i popolusti impoveriscono l’Italia degli onesti

Invece di combattere l’evasione e recuperare i miliardi elusi, i populisti fanno impoverire l’Italia degli onesti, l’Italia che paga le tasse e che le pensioni se le è guadagnate con i propri versamenti. Questo governo dei condoni e delle menzogne dimostra così ipocrisia e avidità, valga per tutto la sconcertante vicenda della famiglia Di Maio, il lavoro in nero, le bugie sulla “stalla” con… piscina. Violano la Costituzione e si accingono a varare una manovra che ci porterà allo sfascio – ma loro ne sono al riparo, tanto li paghiamo abbondantemente noi.
La fonte prima del male è la diseguaglianza, è il filo conduttore del Discorso sull’origine e i fondamenti della disuguaglianza fra gli uomini che Rousseau dedicò nel 1754 alla Repubblica di Ginevra. Ma invece di curare questo male, gli ineffabili grillini accentuano la malattia, frenando lo sviluppo, vendicandosi di chi osa criticarli (il taglio ai fondi per l’editoria significa altra disoccupazione), bloccando le Grandi opere, in no..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Lega-M5s, i populisti impoveriscono l’Italia degli onesti

Invece di combattere l’evasione e recuperare i miliardi elusi, i populisti fanno impoverire l’Italia degli onesti, l’Italia che paga le tasse e che le pensioni se le è guadagnate con i propri versamenti. Questo governo dei condoni e delle menzogne dimostra così ipocrisia e avidità, valga per tutto la sconcertante vicenda della famiglia Di Maio, il lavoro in nero, le bugie sulla “stalla” con… piscina. Violano la Costituzione e si accingono a varare una manovra che ci porterà allo sfascio – ma loro ne sono al riparo, tanto li paghiamo abbondantemente noi.
La fonte prima del male è la diseguaglianza, è il filo conduttore del Discorso sull’origine e i fondamenti della disuguaglianza fra gli uomini che Rousseau dedicò nel 1754 alla Repubblica di Ginevra. Ma invece di curare questo male, gli ineffabili grillini accentuano la malattia, frenando lo sviluppo, vendicandosi di chi osa criticarli (il taglio ai fondi per l’editoria significa altra disoccupazione), bloccando le Grandi opere, in no..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Lega, Salvini riempe piazza del Popolo. Cita Martin Luther King e dice: “Datemi il mandato per trattare con l’Ue”

Matteo Salvini sale sul palco accompagnato dalle note dell’aria della Turandot di Puccini ‘Vincerò’, mentre dalla piazza si accendono fumogeni tricolori. Il discorso del vicepremier e leader della Lega alla sua piazza del Popolo, riempita di fedeli al Carroccio, comincia con il ricordo dei sei ragazzi morti ad Ancona e subito una promessa: “In questo Paese chi sbaglia paga. E chi ha sbagliato paga e paga fino in fondo da nord a sud. Ovunque, da Genova ad Ancona”. L’ufficio stampa della Lega sostiene che ad ascoltare Salvini ci siano 80mila persone. Diecimila in più rispetto a quelli dichiarati dagli organizzatori della manifestazione del Pd del 30 settembre scorso. Ma la capienza massima di piazza del Popolo, senza palchi né altro, è stimabile tra le 56mila e le 62mila persone.
L’intervento di Salvini è un cambio di registro rispetto ai toni del passato: “La vita è troppo breve per perdere tempo in odio e polemiche – dice dal palco – questa è una piazza di amore e di speranza, la lasc..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Lega in piazza del Popolo, Salvini sul palco cita Martin Luther King e dice: “Non perdere tempo in odio e polemiche”

Matteo Salvini sale sul palco accompagnato dalle note dell’aria della Turandot di Puccini ‘Vincerò’, mentre dalla piazza si accendono fumogeni tricolori. Il discorso del vicepremier e leader della Lega alla sua piazza del Popolo, riempita di fedeli al Carroccio, comincia con il ricordo dei sei ragazzi morti ad Ancona e subito una promessa: “In questo Paese chi sbaglia paga. E chi ha sbagliato paga e paga fino in fondo da nord a sud. Ovunque, da Genova ad Ancona”. Ma il discorso di Salvini è un cambio di registro rispetto ai toni del passato: “La vita è troppo breve per perdere tempo in odio e polemiche – dice dal palco – questa è una piazza di amore e di speranza, la lasciamo ad altri la violenza”. Il vicepremier cita il leader del movimento per i diritti civili degli afroamericani, Martin Luther King: “Per farsi nemici basta dire quello che si pensa. C’è bisogno di unità e di concordia”.
“Abbiamo cominciato il cammino giusto, se i portavoce di poteri forti sono contro di noi, vuol di..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Leu contro Salvini: “Indecente la campagna social contro Boldrini, è gogna. Cancellate quei commenti, viene da vomitare”

“Matteo Salvini si ricordi che è ministro della Repubblica italiana. La campagna social per promuovere la manifestazione di domani a Roma della Lega è una vera e propria gogna mediatica. Gogna che oggi ha preso di mira Laura Boldrini. Indecente. Il tutto nei giorni immediatamente successivi alla giornata internazionale contro la violenza sulle donne”. A rivendicarlo Federico Fornaro, capogruppo del gruppo Leu alla Camera, difendendo l’ex presidente della Camera, sotto attacco sui social network dopo l’iniziativa della Lega. “Basta scorrere i commenti pubblicati sulla pagina Facebook ufficiale del ministro dell’Interno per comprendere come e quanto un’esponente, donna, di un gruppo parlamentare di opposizione sia stata volutamente esposta al dileggio e alle minacce. “Fermatevi, a leggere certi commenti viene da vomitare. Cancellateli”, ha concluso Fornaro, chiedendo l’intervento del presidente Conte. Nessuna reazione, invece, dai banchi leghisti. L'articolo Leu contro Salvini: “Ind..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Salvini: “Il contratto di governo? Si può rivedere. Magari va ritarato tra 2 anni”

“Il contratto di governo si può rivedere”. Le basi dell’accordo tra Lega e M5s non sono un moloch intoccabile, almeno per Matteo Salvini. “Magari quello che abbiamo stabilito a maggio, a settembre del 2020 va ritarato”, dice il vicepremier durante un forum dell’Ansa. Una novità assoluta da quando il Carroccio è a Palazzo Chigi in compagnia dei Cinque Stelle. Perché finora era sempre stato richiamato come “carta canta” sui temi più delicati e nessuno aveva mai parlato della possibilità di rimettere mano a quelle pagine attorno alle quali si è condensato il programma da portare avanti nei cinque anni di governo. E che ha già creato diverse frizioni, dai termovalorizzatori al Global Compact. Invece ora il leader leghista apre a maquillage e revisioni degli obiettivi della maggioranza giallo-verde, qualora se ne manifestasse l’occasione.
“Alle politiche con Fi? Chi vivrà, vedrà”
Forza Italia, chiarisce Salvini, resta lì: “L’opposizione fa l’opposizione, non mi formalizzo”, ha spiegato sot..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Rimborsi a truffati banche: lite in aula. Boschi: “Manovra danneggia i risparmi degli italiani”. M5s: “È colpa vostra”

Da una parte lo scambio di accuse in aula sul tema dei rimborsi ai truffati dalle banche; dall’altra il rinvio in commissione Bilancio per riesaminare 17 commi che hanno “problemi di copertura“. Il tutto a poche ore dal vertice di Palazzo Chigi tra il premier Giuseppe Conte e i due vice Matteo Salvini e Luigi Di Maio, a cui non ha partecipato però il ministro dell’Economia Giovanni Tria perché, hanno spiegato fonti di governo, “è solo una riunione sugli emendamenti, non c’era bisogno della presenza del responsabile di via XX Settembre”. Tria in tarda mattinata era stato a Palazzo Chigi e già ieri in serata aveva avuto un incontro con Conte.
La Camera ha esaurito la discussione generale sulla legge di Bilancio, e dopo la replica del relatore Raphael Raduzzo, l’Aula si è infiammata sul tema dei rimborsi ai truffati dalle banche, con il presidente di turno Ettore Rosato che è riuscito a riportare la calma con non poca difficoltà. I toni si sono accesi quando Raduzzo ha replicato a Maria ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

8 dicembre, manifestazioni Lega e no Tav: due piazze per tre Italie

di Andrea Masala
Martedì Matteo Salvini ha fatto un salto di qualità: ha attaccato Confindustria e Magistratura, ossia le due istituzioni maggiormente rappresentative delle ultime constituency reali dei passati centrosinistra italiani. Attaccando loro si schiera ancora più apertamente con piccola e media impresa del Nord e con gli organi di Polizia. Piccola-media impresa familiare diffusa contro grande impresa (familiare anch’essa…) sussidiata, Polizia contro Magistratura. Segna un solco, ricalca la separazione reale: grandi banchieri in fila alle primarie del Pd contro padri di famiglia spaventati e tartassati che chiedono un po’ più libertà di evasione e di sparare a chi gli attenta la proprietà.
Sabato a Roma il suo popolo scende in piazza. Ma sabato a Torino scendono in piazza anche i No Tav. I 5s non saranno in piazza con Salvini ma con i No Tav, Salvini e la Lega erano invece in piazza con le madamine Pro Tav a Torino.
Una rappresentazione plastica di questo governo: un’allean..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Lega a Roma, i manifesti ironici contro Salvini. Giordano Bruno: “Stavolta mi do fuoco da solo”

La Lega organizza una manifestazione in piazza del Popolo e in città compaiono dei manifesti, firmati da #romanonfalastupida, contro il raduno voluto da Matteo Salvini. “Stavolta mi do fuoco da solo” dice Giordano Bruno, o “È un’altra coltellata” per Giulio Cesare.
L'articolo Lega a Roma, i manifesti ironici contro Salvini. Giordano Bruno: “Stavolta mi do fuoco da solo” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Veneto, l’assessore regionale Donazzan lascia Forza Italia: il partito di Berlusconi in giunta non esiste più

Dove trovate un partito che ha vinto le elezioni regionali, ma a distanza di tre anni non ha neppure un assessore? In Veneto. O un partito il cui capogruppo da due anni non ha rinnovato la tessera? Accade anche questo in Veneto dove, con la complicità dello strapotere della Lega e del governatore Luca Zaia, ciò che rimane di Forza Italia rasenta il nulla. Almeno come rappresentatività politica. L’assessore all’Istruzione e al Lavoro Elena Donazzan ha, infatti, lasciato il partito, ma è rimasta in giunta. Non ci sarà nessun valzer di poltrone per dare agli azzurri almeno un posto nella giunta diventata ormai un monocolore leghista. Donazzan resta, anche se da ex. E Zaia si può permettere di dire: “Sarebbe imbarazzante vedere Zaia che fa dibattiti tu dentro, tu fuori perché questi litigano tra di loro”. E ancora: “Ho massimo rispetto per gli alleati, ma sono uomini e donne loro. Io sono partito nel 2010 con uno slogan che loro hanno condiviso: prima il Veneto. E i veneti. Punto, io devo ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Manovra, tolta la “carta famiglia” agli extracomunitari: sarà solo per italiani e cittadini Ue

Tra le modifiche alla manovra è stato approvato anche un emendamento della Lega che limita la platea dei destinatari della Carta famiglia istituita nel 2016 e attivata solo quest’anno a causa di una serie di ritardi che ne hanno rimandato l’avvio. Finora potevano richiedere la carta, che consente l’accesso a sconti sull’acquisto di beni e servizi e riduzione di tariffe, le famiglie italiane e quelle di stranieri residenti in Italia, mentre dal 2019 cambieranno le regole: potranno averla solo i nuclei italiani oppure appartenenti a Paesi membri dell’Ue. Una limitazione che, senza portare alcun risparmio per le casse pubbliche, penalizza solo i cittadini extracomunitari. E che arriva dopo l’ok a un altro emendamento alla legge di Bilancio, che nei giorni scorsi ha cancellato la norma che riservava oltre 30 milioni all’assistenza sanitaria degli immigrati, ma che non dovrebbe modificare gli obblighi per le Regioni di prestare assistenza agli stranieri non iscritti al Ssn.
COME CAMBIANO L..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Europa Now!, una bandiera dell’Unione alla finestra contro la Lega sovranista

Quando la Lega sovranista di Salvini sfilerà a Roma l’8 dicembre, alla finestra ci sarà la bandiera dell’Europa. Perché se “i nazionalisti vogliono distruggere l’Europa, noi vogliamo cambiarla”. Quello che propone l’associazione Europa Now! non è una mobilitazione di piazza, ma un corteo che con un simbolo vuole rimettere al centro i valori fondativi dell’Unione.
“Sentiamo l’emergenza di agire contro l’avanzata dei nazionalismi e vogliamo un’Europa che garantisca gli stessi diritti per tutti i suoi cittadini – spiega Eric Jozsef, co-fondatore di EuropaNow! e corrispondente di Libération, che ha lanciato l’iniziativa insieme alla Gioventù federalista europea -. Bisogna fare sentire che l’Europa appartiene alla società civile. Che abbiamo valori e un immaginario comune”.
Europa Now! vuole “fare un assalto democratico contro quella che oggi è una minaccia seria”. Jozsef si riferisce “ai rischi che oggi vediamo in Polonia, in Ungheria. Alla Brexit e a quello che è successo con le elezion..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Di Maio: “È giusto fare le pulci anche ai miei familiari. Manovra? La portiamo a casa, ma evitiamo procedura infrazione”

Portare a casa la manovra, evitando la procedura di infrazione e senza tradire le promesse. Luigi Di Maio traccia i punti cardinali della rotta di governo per le prossime settimane e si dice certo di riuscire a mantenere intatte le riforme qualificanti legate alla legge di Bilancio. “Una nuova ricetta economica in controtendenza con il passato dell’Italia e con il presente degli altri Paesi europei”, la definisce durante un forum con l’Ansa spiegando che è questo a creare “attriti e discussioni”.
Ma il ministro dello Sviluppo Economico non ha ragionato solo di manovra, reddito di cittadinanza e Fornero. Riguardo alla vicenda dell’azienda di famiglia e dei manufatti abusivi sui terreni del padre, dice chiaramente che è “giustissimo fare le pulci anche ai familiari del vicepremier, non solo a lui, controllare fino all’ultimo dettaglio della famiglia” sottolineando che “però parliamo di un fatto di dieci anni fa: va bene che venga fuori la notizia, ho conosciuto cose di mio padre che non..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Travaglio: “Renzi dice di chiedere scusa a Berlusconi: è un coming out. I due si amano, la pensano allo stesso modo”

“Renzi e Boschi sul caso del padre di Di Maio? E’ stato un autogol. Un conto è un’indagine sul più grande appalto d’Europa, che si cercava di alterare, una banca che è crollata con migliaia di risparmiatori fregati e un suicidio. Qualcuno se n’era dimenticato e loro sono riusciti a far ricordare quelle cose”. Sono le parole del direttore de Il Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, nel corso di Dimartedì (La7). E aggiunge: “C’è sempre questo refrain dei 5 Stelle, i quali, ogni volta che capita qualcosa al movimento, ripetono: ‘E allora il Pd?’. In questo caso è stato il Pd a dire: ‘E allora noi?’. Antonio Ricci sul caso del padre di Di Maio ha detto: ‘Beati i giustizialisti perché saranno giustiziati’? Questa storia è un modo per far credere alla gente che siano tutti uguali, sporchi e ladri. A me sembra una novità vedere un vicepremier che fa 4 interviste alle Iene, mentre i predecessori facevano cacciare i giornalisti a pedate o li minacciavano“.
Travaglio poi si pronuncia sugli appelli..

Continua a leggere...
Posted in PHM

“Lui non ci sarà”, Vauro scrive una lettera a Mattarella: “La mia dignità e sicurezza lese da un’alta carica dello Stato”

Pubblichiamo la lettera del vignettista Vauro Senesi. Vauro è uno degli “esclusi” dalla manifestazione organizzata dalla Lega sabato 8 dicembre a Roma, lanciata sui social con la campagna “Lui/lei non ci sarà”. La serie di foto condivise dagli account ufficiali del Carroccio mette in fila i “nemici” del partito, spesso ridicolizzati nelle pose. Vauro ha deciso di scrivere una lettera al presidente della Repubblica Sergio Mattarella in cui denuncia la gravità dei comportamenti del vicepremier e ministro dell’Interno e spiega il senso di paura per il fatto che, dopo questa campagna, le minacce verbali che si trovano in Rete possano trasformarsi in azioni concrete contro la sua incolumità. Di seguito il testo:
Lettera aperta al Presidente della Repubblica
Onorevole Presidente Mattarella le scrivo in qualità di cittadino italiano che vede lesa la propria dignità e sicurezza da una alta carica dello Stato che, al contrario, dovrebbe garantire ambedue ad ogni cittadino. La mia immagine è s..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Oliviero Toscani: “Salvini? Imbecille totale. Meloni? Ritardata, brutta e volgare”. Sdegno della deputata su Fb: “Miserabile”

“Giorgia Meloni? Poveretta, lei è una ritardata. E’ brutta e volgare, mi dà fastidio la sua estetica. E’ proprio fastidiosa e quindi tutto ne risente, anche l’estetica”. Sono le parole pronunciate dal fotografo Oliviero Toscani nel corso de La Zanzara (Radio24), dichiarazioni che hanno fatto infuriare la presidente di Fratelli d’Italia, alla quale sono arrivati diversi attestati di solidarietà, come quello del presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti.
“Il radical chic (con tessera Pd in tasca) Oliviero Toscani, fotografo di Benetton” – ha scritto su Facebook Giorgia Meloni – “dice alla trasmissione “La Zanzara” che io sono “brutta e volgare”, che “gli dà fastidio la mia estetica” e che “sono ritardata”. Non risponderei a qualcuno che disistimo così profondamente, se non ci fossero in queste poche parole svariate forme di razzismo viscerale. Razzismo contro le donne, costrette, indipendentemente da ciò di cui si occupano, a dover rendere conto del loro aspetto fisico. E, molto pe..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Salvini: “Silvio è un grandissimo ma ragiono da me, sono sobrio e lucido”. E attacca de Magistris, stampa e Fabio Fazio

“Berlusconi dice che ogni giorno si sbatte per farmi rinsavire e per allontanarmi dal M5s? Io ritengo davvero che lui sia un grandissimo. Ha fatto cose enormi in Italia, nel mondo, nello sport, nella politica, nell’editoria, nell’edilizia. Però io ragiono con la mia testa”. Sono le parole del vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini, ospite di “No Stop News”, su Radio Rtl 102.5.
E aggiunge: “A livello locale e regionale governiamo bene col centrodestra da 20 anni, però ho fatto una scelta, anche rischiosa, perché il 1 giugno potevo dire al presidente Mattarella che non volevo nessun governo e che si doveva tornare a votare, così la Lega avrebbe preso più voti. Ho scelto invece di mettermi in gioco e questo farò per gli anni a venire. Quindi, non ho bisogno di rinsavire. Ho tanti difetti, ma penso di alzarmi sobrio e lucido la mattina. Anche Gennaro (Gattuso, ndr) è un grande. Lunga vita a Gennaro Gattuso sulla panchina del Milan“.
Sull’accordo di governo con il M5s, il ministro de..

Continua a leggere...
Posted in PHM

“Lui non ci sarà”, da Renzi fino a Fazio e Chef Rubio: la Lega sceglie i ‘nemici’ per lanciare l’evento dell’8 dicembre

Politici, uomini e donne del mondo dello spettacolo e persino cantanti. Non manca (quasi) nessuno nel gruppo dei personaggi “esclusi” dalla manifestazione organizzata dalla Lega sabato 8 dicembre a Roma e lanciata sui social con la campagna “Lui/lei non ci sarà“. Una serie di foto, volutamente ironiche, condivise a mo’ di countdown sugli account ufficiali del Carroccio, che rappresentano gli ‘acerrimi’ nemici del partito. Un modo per tenere alta l’attenzione degli affezionati che il giorno dell’Immacolata saranno a Piazza Del Popolo, ma senza svelare chi prenderà parte all’evento. Unico invitato certo il Capitano, Matteo Salvini.
A finire nel mirino dei social media leghisti i nomi più disparati. Da Matteo Renzi e Maria Elena Boschi, lui perplesso, lei ritratta con una strana smorfia sul volto, all’ex coppia dello spettacolo, Fabrizio Corona e Asia Argento, il primo imbronciato, lei, invece, fieramente fotografata con il pugno alzato. Nel nutrito gruppo di nemici non manca neanche..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Manovra, Tajani: “Già fallita. Il Governo M5S-Lega ha le ore contate, cadrà prima o dopo le europee”

“La manovra è già fallita. I contenuti sono sbagliati, servono crescita e infrastrutture. L’Italia si è arresa all’Ue. Il governo ha le ore contate, cadrà o prima o dopo le elezioni europee. Ci sono troppe contraddizioni“. Così Antonio Tajani, presidente Parlamento Europeo, a margine del Consiglio Nazionale della Federazione Autonoma Bancari Italiani a poche ore dalla pubblicazione del report di Goldman Sachs che getta nuove ombre sul futuro del nostro paese, confermando la stima di una crescita italiana ferma allo 0,4% il prossimo anno contro l’1,5% previsto dal Governo
L'articolo Manovra, Tajani: “Già fallita. Il Governo M5S-Lega ha le ore contate, cadrà prima o dopo le europee” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Governo, perché Salvini non romperà l’alleanza con il M5s. Perlomeno non così presto

di Marco Gigante *
Colpisce in questi giorni la reazione di Matteo Salvini alle vicende che hanno coinvolto il padre del leader del Movimento 5 stelle, Antonio Di Maio, a proposito di alcune assunzioni in nero avvenute nella sua azienda. La reazione è sorprendente perché dopo mesi di dichiarazioni e comportamenti avversi ai principi del Movimento (sostegno al Tav, al Tap o agli inceneritori), il segretario della Lega sembra aver assunto un atteggiamento di difesa nei confronti del suo alleato e di risoluto sostegno all’esecutivo. La diserzione al vertice con i leader del centro destra e le successive dichiarazioni sull’indisponibilità del ministro dell’Interno a formare alleanze alternative alle attuali smentisce la narrazione mainstream dei media suggerendo che, diversamente da quanto è stato detto finora, la sua intenzione è di portare il governo fino al termine del mandato e non quindi di farlo cadere in anticipo.
Le ragioni di questo interesse del resto non sono così difficili da..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Leonardo, Fincantieri e gli interessi in Egitto: parteciperanno all’esposizione sulle armi patrocinata da Al-Sisi al Cairo

Su oltre 350 aziende legate al settore degli armamenti a livello mondiale, saranno dieci quelle italiane che parteciperanno all’esposizione internazionale della Difesa (Egypt Defence Expo) che si terrà dal 3 al 5 dicembre a Il Cairo, in Egitto. Tra queste, ci saranno anche due aziende che hanno lo Stato Italiano come principale azionista, Leonardo e Fincantieri, che così potranno promuovere i loro ultimi prodotti alla clientela internazionale in un evento patrocinato dal presidente egiziano, ʿAbd al-Fattāḥ al-Sisi, e dalle forze armate, dal ministero della Difesa e dal ministero per la Produzione Militare dell’Egitto. Non è ancora chiaro, da quanto riferiscono i rappresentanti del governo, se e quale membro dell’esecutivo a guida Lega-M5s farà parte della delegazione di imprenditori che si recheranno nella capitale egiziana per strappare nuove commesse e accordi commerciali. Fatto sta, però, che mentre il presidente della Camera ed esponente del Movimento 5 Stelle, Roberto Fico, decide..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Venezia, via la parola Gesù dalla canzone di Natale: un’alunna raccoglie firme e la fa ritornare. Tripudio della Lega

Le maestre hanno tentato di eliminare la parola Gesù in una canzoncina di Natale, per rispetto nei confronti degli alunni non cristiani. Ma una bambina di 10 anni si è ribellata e ha raccolto le firme tra compagni delle scuole elementari a sostegno di una mini-petizione per chiedere che venisse ripristinato il testo. È accaduto a Campagna Lupia, nella Riviera del Brenta, in provincia di Venezia. Lo scandalo è sorto attorno alla canzoncina “Buon Natale in allegria”. Il testo originario è il seguente: “Tanta gioia, tanta pace scenda dentro i vostri cuor. Su, brindiamo, festeggiamo, questo è il giorno di Gesù”. Ma nel momento in cui si sono svolte le prove è stata apportata una modifica: la parola Gesù è stata sostituita da Natale. La bambina si è accorta del cambiamento del testo e lo ha riferito ai genitori. Questi ultimi si sono rivolti alle maestre per capire le ragioni di quella decisione. La spiegazione ha fatto riferimento a ragioni di opportunità, perché il riferimento cristiano a..

Continua a leggere...
Posted in PHM

M5s-Lega, in Toscana lite su tutto: dai rifiuti all’aeroporto. E Ceccardi ora lancia Del Debbio per conquistare la Regione

La politica dei due forni di andreottiana memoria rivive nel disegno politico di Matteo Salvini: al governo con il M5s ma nei Comuni e nelle Regioni alleati con Berlusconi e la Meloni. Un esempio istruttivo viene dalla Toscana. Qui domenica la giovane consigliera regionale della Lega Elisa Montemagni, 32 anni, ha fornito, in un’assemblea leghista, la migliore descrizione della politica dei due forni secondo Matteo (Salvini): “Quello che abbiamo fatto in questi anni è scardinare alcuni sistemi. A livello nazionale c’è stato bisogno di qualcun altro, ovvero del M5s. A livello locale crediamo di potercela fare con la naturale alleanza di centrodestra”, ha spiegato la Montemagni alla Nazione. Il divo Giulio Andreotti non avrebbe potuto dire meglio e soprattutto osare con così tanta chiarezza. E il forno toscano per la Lega di Susanna Ceccardi, la sindaca di Cascina, ha già un possibile titolare: Paolo Del Debbio, faccia nota della tv berlusconiana. Lui il nome oggi più gettonato per la gui..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Lega, così Salvini ha graziato i Bossi: querela “ad personam” per i reati contestati solo all’ex tesoriere Belsito

“Va valutata, comprendiamo le esigenze giornalistiche, ma dateci il tempo di studiare”. Maria Pia Gualteri è il sostituto pg di Milano che dovrà sostenere l’accusa alla riapertura del processo d’appello, il 14 gennaio 2019, contro Umberto e Renzo Bossi, e l’ex tesoriere Francesco Belsito per l’affaire The Family. Quella che dovrà valutare è la lunga lista di appropriazioni indebite che vengono contestate a tutti gli imputati e per cui è stata già emessa una condanna in grado il 10 luglio 2017. Uno studio necessario per le “implicazioni giuridiche” del giudizio: con la riforma Orlando, infatti, il reato non è più procedibile d’ufficio, ma può essere perseguito soltanto se la parte danneggiata deposita una querela. Quella della Lega è arrivata a tre giorni dal termine ultimo che avrebbe fatto estinguere tutte le accuse, fissato per il 30 novembre. Solo che l’avvocato Roberto Zingari – che ilfattoquotidiano.it ha più volte contattato senza successo – ha sì depositato una denuncia alla can..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Consumo di suolo, contributi pubblici e guadagni privati: in Lombardia e Veneto colata d’asfalto e cemento targata Lega

Senza far troppo rumore, per non disturbare l’alleato di governo, la Lega è protagonista della più grande colata di asfalto e cemento mai registrata in Pianura Padana. E proprio in quelle terre, già soffocate da un’infrastrutturazione selvaggia (e rigorosamente bipartisan) si giocherà la resa dei conti con l’alleato pentastellato, ben presente nei comitati locali contro le nuove opere e geneticamente avverso al consumo di suolo. Epicentro del mega progetto viabilistico, due regioni a trazione leghista per eccellenza: Lombardia e Veneto.
LOMBARDIA – Partiamo dalla prima, campione nazionale della “cura dell’asfalto” e prima in Italia per consumo di suolo, cresciuto dal 2012 del 18%. Era il settembre 2016 quando la giunta Maroni varò il primo Piano regionale dei trasporti, dopo 34 anni di vuoto legislativo. Con tanto di Valutazione ambientale strategica, lo strumento più evoluto di analisi ambientale a livello europeo, salvo poi ignorarne i risultati. Tutte, ma proprio tutte le nuove aut..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Dl Sicurezza, passa la fiducia. E Salvini fa le prove di esultanza: “Sobrietà ragazzi… o saliamo sul balcone?”

Alla Camera dei deputati è il governo ha ottenuto la fiducia chiesta sul decreto Sicurezza, provvedimento rivendicato da Matteo Salvini. L’Aula della Camera ha confermato la fiducia con 336 voti a favore e 249 contrari. L’Assemblea è poi passata all’esame dei circa 140 ordini del giorno al testo, in gran parte presentati da Pd e Leu. Prima del voto, Salvini si è intrattenuto con alcuni esponenti della Lega come Nicola Molteni e il ministro per la Famiglia Lorenzo Fontana, immortalato mentre sembra provare possibili ‘esultanze’: “Sobrietà ragazzi, sobrietà”, dice ridendo. E poi scherza, facendo il verso ai 5 Stelle: “Oppure saliamo sul balcone?” L'articolo Dl Sicurezza, passa la fiducia. E Salvini fa le prove di esultanza: “Sobrietà ragazzi… o saliamo sul balcone?” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Dl Sicurezza, Pd al M5s: “Vi dite contrari, ma chinate capo”. “Condividiamo gli obiettivi del decreto, noi coerenti”

Scontro in Aula alla Camera tra Pd e M5s, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia al Decreto Sicurezza, provvedimento rivendicato da Salvini e dalla Lega. “Ora salite sui tetti a urlare che è stato approvato il decreto di un partito, non la legge del popolo. Un decreto della Lega, che va approvato senza modifiche e senza discussione”, ha attaccato sarcastico il deputato dem Emanuele Fiano. Per poi concludere: “Fate attenzione voi che vi dite contrari e poi chinate il capo. Noi non lo faremo, voteremo no”. “Questo decreto, se fosse stato scritto da un nostro ministro, forse avrebbe rivelato una sensibilità diversa, sarebbe stato impostato in modo diverso, ma avrebbe perseguito gli stessi obiettivi”, ha replicato Federica Dieni (M5s), rivendicando “coerenza” dopo il contratto di governo fatto con la Lega. L'articolo Dl Sicurezza, Pd al M5s: “Vi dite contrari, ma chinate capo”. “Condividiamo gli obiettivi del decreto, noi coerenti” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Bolzano, la Svp dice sì al matrimonio di convenienza con la Lega: rottamato il Pd nel segno del pragmatismo verso Roma

Come in tutti i matrimoni di convenienza, è bene mettere prima le cose in chiaro. E l’alleanza tra Südtiroler Volkspartei e Lega di Salvini per amministrare la provincia autonoma di Bolzano (e per quota parte la Regione Trentino Alto-Adige) non è nient’altro che un accordo obbligato, dopo la flessione della Svp (41,9 per cento) alle elezioni di ottobre, con conseguente riduzione dei consiglieri a 15 e soprattutto dopo l’avanzata leghista (11,1 per cento) che nella provincia altoatesina ha ora quattro seggi. Salvini ha anche conquistato la Provincia di Trento ed è il gruppo di maggioranza relativa in consiglio regionale.
E così, se matrimonio dev’essere, ecco aperto il tavolo per individuare il contratto che legherà indissolubilmente gli sposi per i prossimi cinque anni. La Svp, riunita nel Parteiausschuss, ha esaminato la proposta di Arno Kompatscher, governatore uscente e rientrante, di arrivare a una alleanza con la Lega. Ma con parecchie condizioni, tutte da verificare, perché all’..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Global Migration Compact, Moavero apre alla ratifica ma la Lega dice no. Gli Usa e Visegrad hanno già detto: ‘Non firmiamo’

La Lega lo rifiuta, il ministro degli esteri, Enzo Moavero Milanesi, parla invece di “orientamento favorevole”. Il governo italiano non ha ancora preso una posizione ufficiale sul Global Compact on Migration firmato da 193 Paesi dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2016 e che dovrà essere adottato durante la prossima conferenza internazionale di Marrakech, il 10 e 11 dicembre. Si tratta del primo accordo mondiale che detta una linea comune sulle migrazioni internazionali. Ma all’atteggiamento possibilista del capo della Farnesina, che parla della necessità di maggiori “approfondimenti”, si oppone quello intransigente del Carroccio, primo su tutti il sottosegretario Guglielmo Picchi: il documento ha un “approccio nettamente in contrasto con gli obiettivi del governo italiano”, si legge nel report pubblicato a metà novembre dal suo Centro Studi Machiavelli.
Politica comune e maggiori tutele per tutti i migranti
Il documento, ribattezzato anche Dichiarazione di New York, parte..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Manovra, Lega: ‘Tassa unica sulla casa’. Confedilizia: ‘Riforma nasconde aumento’

Una sorta di riforma dell’Imu per varare una tassa unica sulla casa. È la proposta contenuta in un emendamento dalla Lega alla manovra. La “nuova Imu” sostituirebbe l’attuale imposta municipale sugli immobili e il tributo per i servizi indivisibili, cioè la Tasi: l’emendamento è firmato dal parlamentare Albero Gusmeroli ed è fra le proposte ‘segnalate’ dai gruppi. L’imposta continuerebbe a non riguardare le abitazioni principali salvo che si tratti di abitazioni signorili, ville e castelli. Per quanto riguarda gli immobili strumentali l’imposta – secondo la proposta del Carroccio – sarebbe deducibile ai fini della determinazione del reddito di impresa per il 40 percento.
L’emendamento, però, non piace a Confedilizia, che lo definisce un modo per “nascondere un aumento di tassazione“. “Abbiamo segnalato più di una settimana fa, sia pubblicamente sia direttamente ai deputati della maggioranza che li hanno firmati. Attualmente il limite delle aliquote Imu-Tasi è 10,6 per mille ed è impen..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Sondaggi, la Lega perde voti e il M5s li guadagna. Leader, cresce il consenso di Conte ma primo resta Matteo Salvini

Per la prima volta dalle elezioni del 4 marzo scorso la Lega di Matteo Salvini perde consensi: secondo un sondaggio condotto dall’Osservatorio Lorien il 23 novembre, infatti, il Carroccio si attesta al 30%, in calo di qualche punto percentuale rispetto al 30,7% di ottobre. Punti che vanno a favore del Movimento 5 Stelle, che sale così al 28,3% e mantiene stabile il saldo di governo. Recupera terreno anche il Partito Democratico, attestandosi al 16,8% dei consensi. In lieve calo invece, la coalizione di Centrodestra, che si ferma al 45,2% con Forza Italia all’11,2%. Dati in netto contrasto con quanto rilevato invece dall’ultimo sondaggio di Nando Pagnoncelli per il Corriere della Sera, che vede la Lega crescere ancora con il 36,2% di potenziali voti, raddoppiando quasi il risultato ottenuto alle urne, mentre il M5s si fermerebbe al 27,7%. Concordano invece le previsioni sui risultati del Pd.
L’indagine condotta da Lorien registra un calo anche nell’indice di gradimento personale del m..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Dl Sicurezza, il Governo pone la fiducia: lunedì il voto alla Camera. Di Maio: “È solo per una questione di tempi”

Lunedì pomeriggio il governo porrà la questione di fiducia sul decreto sicurezza. “È per una questione di tempi. È un decreto che scade. Se dovesse fare tutto l’iter potrebbe slittare. È stato profondamente migliorato”, ha spiegato il vicepremier Luigi Di Maio intervenendo a Piazzapulita su La7. Secondo quanto si apprende in ambienti di Montecitorio, la maggioranza ha deciso di blindare il testo per tagliare la discussione generale e arrivare subito alla fase del complesso degli emendamenti che saranno votati invece venerdì mattina.
Al vaglio della commissione Affari Costituzionali della Camera ci sono infatti circa 600 emendamenti al testo del decreto Salvini presentati dai vari schieramenti. “Il mandato al relatore sarà dato entro le 19 di domani. La seduta inizierà alle 10”, ha fatto sapere il presidente della commissione Giuseppe Brescia. 5 di queste richiesta di modifica al testo sono del M5S: quelli più specificamente legati al tema migranti recano la firma dei deputati Corneli,..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Italian politics for dummies, il film sulle elezioni con le registrazioni segrete di Matteo Salvini e Giorgia Meloni

C’è Rosario Crocetta che fa votare il candidato della Lega in cambio dei voti per Michele Emiliano alle primarie. E Giancarlo Giorgetti che conferma di essere quello che tutti sospettano: il Richelieu non solo della Lega ma anche di Matteo Salvini. E poi Totò Cuffaro, che non si può ricandidare ma non ha mai smesso di fare politica. Quella che ci rimane peggio, alla fine, è Giorgia Meloni: credeva davvero di aver trovato un candidato pulito per Fratelli d’Italia. E invece è diventata protagonista di un film.
Si chiama Il Sindaco. Italian Politics for Dummies ed è un documentario unico nel suo genere: è fatto con le riprese video di una vera campagna elettorale. Quella di Ismaele La Vardera, inviato delle Iene, che alle elezioni comunali di Palermo del 2017, si era candidato sindaco. Ad approggiarlo una lista civica sostenuto da Noi con Salvini – la costola meridionale della Lega e da Fratelli d’Italia: prese il 2,7% ma registrò con una telecamera nascosta alcuni dei protagonisti della..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Manovra, Boccia (Pd): “Ue? Decisione sbagliata, abbia rispetto per il Parlamento italiano. Difendo il governo Conte”

“La bocciatura della manovra da parte della Ue? È sbagliata nel metodo e nel merito. Vi sorprenderò: sono dalla parte dell’Italia e sono disposto a difendere Conte e il governo Conte“. Così, ai microfoni di “Ho scelto Cusano” (Radio Cusano Campus), il deputato Pd, Francesco Boccia, si esprime sullo stroncamento della manovra italiana da parte della Commissione europea. E spiega: “Questa decisione è errata nel metodo, perché sarebbe stato più opportuno aspettare almeno il primo passaggio in uno dei due rami del Parlamento italiano. Sarebbe opportuno avere rispetto per il Parlamento. A me non piace questa manovra nelle modalità di costruzione dei processi di spesa, ma non si può far partire una procedura d’infrazione sul debito senza che il Parlamento si sia ancora espresso, perché il Parlamento può ancora cambiarla e migliorarla. E’ segno di un pregiudizio di una commissione Ue fallimentare. Io da giorni chiedo a Conte e ai leader di questa maggioranza di fare un patto politico anti-spr..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Anticorruzione, Salvini in Aula con Di Maio e Conte. Pd: “Emendamento? M5s e Lega hanno affossato insieme la norma”

“C’è un uomo solo che comanda qui, si chiama Matteo Salvini e aveva deciso che quella cosa non doveva passare. Liberateci di questo teatrino: M5s e Lega hanno votato insieme l’emendamento sul peculato. Soltanto degli incompetenti mandano 25 deputati in missione con un voto segreto. Oppure l’avete voluto far passare“. Questo l’attacco del deputato Pd Ettore Rosato in Aula sul decreto anticorruzione, il giorno dopo che il governo era stato battuto nel voto segreto sul Decreto Anticorruzione, con i deputati leghisti sotto accusa e lo scontro incrociato tra pentastellati e Carroccio. In Aula, con Salvini, Di Maio e Conte presenti tra i banchi del governo, al completo o quasi, non sono mancate le accuse delle opposizioni al governo, soprattutto dopo la bocciatura della manovra da parte dell’Ue. “Sospendere la seduta, c’è altro di cui il Paese si deve occupare rispetto ai voti segreti”, hanno rivendicato Pd e Forza Italia. E non sono mancati da sponda dem le polemiche contro il presidente de..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Anticorruzione, Governo battuto. Salvini: “Incidente di percorso” ma Colletti (M5S): “Sono stati i leghisti”

Matteo Salvini esce dal consiglio dei ministri e ci mette la faccia in prima persona dopo il voto che ha mandato sotto la maggioranza nell’aula di Montecitorio sul Ddl Anticorruzione sull’emendamento che modificai reato di peculato a firma dell’ex M5S Catiello Vitiello. “E’ stato un incidente di percorso che avrà come risultato che il decreto (in verità si tratta di un disegno di Legge, ndr) anticorruzione verrà approvato prima del previsto. Io mantengo i patti – garantisce Salvini – questa votazione bislacca avrà come unico esito di accelerare l’approvazione dell’anticorruzione” ripete il leader della Lega.
“Io il voto segreto l’abolirei perché gli italiani devono sapere chi vota cosa, è difficile dire è stato tizio o caio – prova ad allontanare i sospetti dalla Lega il vicepresidente e ministro dell’Interno – a me non interessano i responsabili. Nascondersi dietro il voto segreto è vigliacco chiunque lo faccia. La maggioranza andrà fino in fondo. C’è tanto da fare che fare i bambini..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Anticorruzione, Governo battuto nel voto segreto. L’imputato Molinari (Lega): “Non siamo stati noi”

“Sto cerando di capire cosa è successo. Non siamo stati noi della Lega. L’indicazione del gruppo è stata quella di votare secondo l’indicazione del governo”. Così il capogruppo a Montecitorio della Lega, Riccardo Molinari prova ad allontanare i sospetti che nel voto segreto siano stati i deputati del Carroccio a mandare sotto il governo sull’emendamento proposto dall’ex M5S Catiello Vitiello sul peculato all’interno del del anticorruzione. Un emendamento molto simile a quello già presentato dalla lega e poi ritirato. Un modifica che ‘aiuterebbe’ anche Molinari, sottoposto ad un processo per ‘spese pazze’, ma il capogruppo legista nega: “Questo emendamento non mi agevolerà, perché questa legge passerà come deve passare”
L'articolo Anticorruzione, Governo battuto nel voto segreto. L’imputato Molinari (Lega): “Non siamo stati noi” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Manovra, Giorgetti: “Spread a 326? Bisognerebbe vietare le vendite allo scoperto dei titoli di Stato”

“Bisognerebbe iniziare a vietare le vendite allo scoperto anche in Italia” dei titoli di Stato. Lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, a margine di un’iniziativa al ‘Corriere dello Sport’, commentando lo spread salito a 326. L'articolo Manovra, Giorgetti: “Spread a 326? Bisognerebbe vietare le vendite allo scoperto dei titoli di Stato” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Anticorruzione, la Lega salva i suoi imputati e condannati: il governo battuto con il voto segreto sul peculato

“Onestà, onestà“. Un grido che per una volta non arriva dai banchi del Movimento 5 stelle, ma da quelli di Forza Italia. Una provocazione quella dei berlusconiani visto che per la seconda volta in sette giorni il governo è stato battuto in Parlamento. E questa volta non è successo in commissione al Senato, su un emendamento al dl Genova, ma nell’aula della Camera che stava esaminando quello che è un provvedimento bandiera del M5s: il ddl Anticorruzione. E la maggioranza è stata battuta con il voto segreto. Una beffa doppia per il movimento di Luigi Di Maio: intanto perché l’emendamento in questione è firmato da Catello Vitiello, ex M5S eletto quand’era già stato espulso per la sua appartenenza alla massoneria e ora nel gruppo misto. Ma soprattutto perché quella modifica introduce un colpo di spugna per chi è accusato di peculato: in pratica la stessa norma presentata dalla Lega in commissione e poi ritirata tra le polemiche. Ora è ricomparsa in Aula dove è stata approvata con 284 voti ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Trentino Alto Adige, si riunisce il consiglio. Per la prima volta la Lega ha la maggioranza (relativa)

Se chiedete a Trento e Bolzano che valore abbia il consiglio regionale del Trentino Alto-Adige, vi risponderanno: “Quasi nullo, quello che contano sono i consigli delle due Province autonome”. Eppure è un evento a suo modo denso di significati quello che si celebra mercoledì 21 novembre nella sede della Regione a Trento, dove è fissata la prima seduta del nuovo consiglio. Perché la Lega Nord, o meglio la Lega Salvini Trentino e la Lega Salvini Premier (il riferimento al Nord è scomparso) si presentano come i padroni di casa in una terra che è sempre stata comandata dalla Svp Sudtiroler Volkspartei a Bolzano e, nelle ultime legislature, da autonomisti e centrosinistra a Trento. E’ un vero battaglione, che con 18 seggi compone il gruppo di maggioranza relativa su un totale di 70 consiglieri (compresi i due governatori che sono rispettivamente il leghista Maurizio Fugatti in Trentino e Arno Kompatscher in Alto Adige per Svp).
Lo strapotere leghista è il frutto del successo a Trento, con ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Coni, Giorgetti: “Spero torni il buonsenso. La riforma è molto buona, va attuata il prima possibile”

“Malagò esagera i toni, spero che ritorni presto nel canale del buonsenso. Io faccio il mio lavoro e credo che lo sport debba essere fatto dagli sportivi e non ‘a palazzo’. La riforma è molto buona e deve essere attuata il prima possibile”. Così il sottosegretario Giancarlo Giorgetti a margine della cerimonia di premiazione ‘Sport Movies & Tv 2018’.
L'articolo Coni, Giorgetti: “Spero torni il buonsenso. La riforma è molto buona, va attuata il prima possibile” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Ue, Salvini e leghisti cauti: “Euroscettici? Non vogliamo scardinare nulla ma cambiare le regole da dentro”

Non ci saranno tavoli rovesciati né, tanto meno, nessuno che andrà a Bruxelles a “battere i pugni, come voleva fare Renzi, che poi i tavoli manco li ha trovati”. A Milano, al Palazzo delle Stelline, si parla di L’Europa, l’Italia. Appunti per una sfida epocale con tre esponenti della Lega di primo piano. A partire dal segretario del Carroccio e vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini, a cui si aggiungono due presidenti di Regione: Attilio Fontana (Lombardia) e Massimiliano Fedriga (Friuli-Venezia Giulia).
Ma le parole utilizzate, da chi fino a poco tempo fa prometteva rivoluzioni in Europa, sono piuttosto caute, tanto più che, secondo un recente sondaggio dell’Istituto Cattaneo, popolari, socialdemocratici e liberali avrebbero ancora la maggioranza dei seggi: “Non scardiniamo nulla – assicura Salvini – vogliamo cambiare le regole che danneggiano gli italiani da dentro”. “Il futuro dell’Europa? Una grande Europa con una grande Italia” gli fa eco Fontana. E persino un politico navi..

Continua a leggere...
Posted in PHM

De Luca: “Pd? Sostengo ovviamente Minniti. Salvini su termovalorizzatori? Colossale cialtronata propagandistica”

“Segreteria del Pd? Sostengo ovviamente Marco Minniti, uomo del Sud, che si è caratterizzato per un tema ostico per la sinistra come quello della sicurezza. Tema che per me è decisivo”. Così, ai microfoni di 24 Mattino (Radio24), il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, esprime il suo endorsement per l’ex titolare del Viminale. E puntualizza: “I tre candidati, comunque, sono tutte sono persone assolutamente stimabili, perbene, rappresentative di un valore per il partito. Per me il rinnovamento del Pd si fa su due obiettivi: il lavoro e la sicurezza. Se non siamo in grado di parlare in maniera persuasiva di questi due temi, ce ne andiamo a casa tutti quanti e sarà giusto andare a casa“.
De Luca, poi, si pronuncia con toni veementi sulle dichiarazioni del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, circa la necessità dei termovalorizzatori in Campania: “Credo che abbiano torto entrambi i contendenti (Di Maio e Salvini, ndr). Siamo di fronte a una cialtronata propagandistica di..

Continua a leggere...