Posted in PHM

Terzo Valico, Toninelli: “Analisi costi-benefici: recesso costerebbe 1,2 miliardi. Opera non può che andare avanti”

Bloccare il Terzo Valico dei Giovi costerebbe più di un miliardo di euro. Per questo motivo l’opera “non può che andare avanti. Ma farlo andare avanti non significa condurlo a termine così com’è, bensì rendere l’opera efficiente rispetto agli scopi”. Ad annunciarlo è Danilo Toninelli rendendo noto su facebook l’esito dell’analisi costi-benefici sull’opera.
“L’analisi costi benefici, che insieme alla connessa analisi giuridica verrà a breve pubblicata integralmente, ci dice questo: il costo dell’opera a finire, attualizzato a 30 anni, supererebbe i benefici per una cifra di 1 miliardo e 576 milioni. Dentro questo miliardo e mezzo ci sono varie voci, per esempio i minori ricavi dei concessionari autostradali oppure 905 milioni di euro di accise sulla benzina che non verrebbero incassate dallo Stato per via del cambio modale da strada a ferrovia”, scrive il ministro delle infrastrutture e trasporti, che definisce la questione legata alla Grande opera come “uno dei tanti dossier avvelenat..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Terzo Valico, Toninelli: “Non può che andare avanti. Abbiamo fatto analisi costi-benefici, recesso costerebbe 1,2 miliardi”

Il Terzo Valico “non può che andare avanti“. Parola del ministro alle Infrastrutture, Danilo Toninelli, che in un video su Facebook ha illustrato il risultato dell’analisi costi-benefici sull’opera da più di sei miliardi di euro che collega Genova a Tortona e Novi Ligure.
Il motivo principale, a detta di Toninelli, è che “il totale dei costi del recesso (tradotto, fermare i lavori, ndr) ammonterebbe a circa 1,2 miliardi di euro“.
“Se vogliamo rimediare almeno in parte ai danni del passato, rendendo il Terzo Valico utile dal punto di vista logistico e adatto a migliorare anche il servizio regionale sulla tratta parallela, bisogna innanzitutto che esso sia davvero ben collegato con Genova: dunque, i binari devono arrivare fin dentro il porto. In più serviranno azioni di corredo ma di vitale importanza: il potenziamento dei servizi regionali per migliorare i collegamenti delle località intermedie con l’area metropolitana genovese, la riduzione dei tempi di viaggio per i passeggeri fra Ge..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Tav, urla contro Toninelli durante questione time in Senato. Il ministro: “Orgoglioso di essere contestato da voi”

– Il ministro dell’Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli è stato contestato durante il question time dai senatori dell’opposizione, che l’hanno accusato di “non rispondere alle domande” sulla Tav Torino-Lione. “Abbiamo assistito a un comizietto imbarazzante e imbarazzato” ha detto durante la replica il senatore Margiotta. ” “Evidentemente vogliono che io ribadisca che mi inorgoglisce il fatto di essere contestato da forze politiche che hanno governato male, e dico solo questo perché sono una persona per bene, e spero che continuino a contestarmi perché vuol dire che sto facendo il bene dei cittadini italiani” ha replicato il ministro M5s
L'articolo Tav, urla contro Toninelli durante questione time in Senato. Il ministro: “Orgoglioso di essere contestato da voi” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Tav, Commissione Ue: “Non si esclude di dover chiedere all’Italia rimborso dei fondi per ritardi nell’attuare il progetto”

La Commissione Ue avverte l’Italia sui tempi di realizzazione del Tav, spiegando che “non può escludere di chiedere” al governo di “ripagare i contributi Cef già avuti se i fondi non possono essere ragionevolmente spesi in linea con le scadenze dell’accordo di finanziamento”. Ad annunciarlo è stata una portavoce della Commissione dopo la decisione congiunta italo-francese di rinviare al 2019 i prossimi bandi di gara dell’Alta Velocità Torino-Lione.
Da Bruxelles spiegano che “al momento non può essere una cifra” dei possibili rimborsi da parte dell’Italia, in applicazione “del principio ‘usare o perdere i fondi’”. La portavoce ha sottolineato che la Commissione si augura che “questo non succeda perché pensiamo che la Torino-Lione sia un progetto importante”. Secondo l’Europa, come qualsiasi altro progetto della Connecting Europe Facility, i finanziamenti – al momento 814 milioni di euro – potrebbero ridursi per i “ritardi nell’attuazione”.
La situazione, ha aggiunto la portavoce, “è m..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Napoli, Toninelli non si presenta al convegno e la Cgil lo sostituisce così: “Ha paura”. Risate e applausi dal pubblico

Il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, era atteso a Napoli per discutere del futuro dell’edilizia su invito dell Fillea Cgil. L’esponente del M5s, però, non si è presentato, mandando un messaggio in cui dice, secondo quanto letto dai presenti sul palco, che “non partecipa ai confronti e ai dibattiti”. Così gli organizzatori lo hanno sostituito con un cartonato, a grandezza naturale, che è stato tenuto tra i relatori per tutta la durata del convegno.
L'articolo Napoli, Toninelli non si presenta al convegno e la Cgil lo sostituisce così: “Ha paura”. Risate e applausi dal pubblico proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Tav, in Commissione un pro e un contro. Toninelli: ‘Io No Tav? No, ma stop spreco’. Molinari: ‘Ambiguo, preoccupa imprese’

Le rassicurazione sui tempi, con l’analisi costi-benefici pronta entro il 31 dicembre e l’impegno di chiudere tutto entro le Europee. E poi l’integrazione nella Commissione che si sta occupando proprio di redigere il dossier finale di un rappresentante dei favorevoli e uno dei contrari. Sono i primi risultati dell’incontro tra il governo e le imprese piemontesi sulla Torino-Lione. Con il ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, che poco dopo essere uscito da Palazzo Chigi, al programma Tagadà, risponde a chi gli chiede se si definirebbe un “No Tav” con un “assolutamente no“. La strada verso la ricerca di un compromesso sull’Alta Velocità è ancora da definire: “Io sono dalla parte degli italiani e non accetto però, prima da italiano che da ministro dei Trasporti, di sprecare soldi pubblici”, aggiunge Toninelli, sottolineando: “Voglio che ci siano soldi ben spesi in infrastrutture”. “Un atteggiamento ambiguo“, lo definisce il capogruppo della Lega a Montecitorio, Riccardo Molinari, inte..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Tav, lettera congiunta Italia-Francia: “I bandi verranno pubblicati oltre la fine del 2018. L’iter è condiviso e chiaro”

Lettera congiunta Italia-Francia per prorogare la pubblicazione dei bandi sul Tav. Alla vigilia dell’incontro a Palazzo Chigi tra Giuseppe Conte e i rappresentanti degli imprenditori favorevoli alla Tav, il ministero dei Trasporti e la società francese incaricata della costruzione del tunnel di base hanno trovato l’accordo. “La Francia condivide il nostro metodo e l’opportunità di una analisi costi-benefici approfondita e finalmente obiettiva sul Tav Torino-Lione“, ha annunciato su Facebook il ministro Danilo Toninelli, che aggiunge: “Ieri, a margine del Consiglio Ue dei Trasporti, ho siglato con la mia omologa di Parigi, Elisabeth Borne, una lettera per chiedere congiuntamente a Telt, il soggetto attuatore, di pubblicare oltre la fine del 2018 i bandi dapprima attesi a dicembre”.
“Con la Francia stiamo conducendo un iter condiviso, ordinato e di chiarezza. Adesso condivideremo il percorso con la Commissione europea, applicando in pieno il contratto di governo”, ha detto ancora il tit..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Ponte Morandi, Toninelli: “Genova tornerà più forte di prima in pochi mesi, o al massimo anni”

“Genova tornerà più forte di prima in pochi mesi, al massimo anni”. Così il ministro alla Infrastrutture, Danilo Toninelli, al Consiglio Trasporti a Bruxelles.
L'articolo Ponte Morandi, Toninelli: “Genova tornerà più forte di prima in pochi mesi, o al massimo anni” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Manovra, Toninelli: “Aumento accise carburante in Liguria? È emendamento cautelativo, applicato su decisione di Toti”

“Ho appreso da poco dell’emendamento che aumenta le accise sulla benzina in Liguria. Penso sia un emendamento cautelativo, e viene applicato solo su decisione del presidente della Regione”. Così il ministro alla Infrastrutture, Danilo Toninelli, al Consiglio Trasporti a Bruxelles.
L'articolo Manovra, Toninelli: “Aumento accise carburante in Liguria? È emendamento cautelativo, applicato su decisione di Toti” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Crozza-Toninelli e l’idea geniale del nascondino: “Mia moglie mi ha detto: ‘Conta fino a 3mila, così mi nascondo col mio amico’”

Torna Crozza-Toninelli, nella puntata di Fratelli di Crozza in onda tutti i venerdì in prima serata sul Nove, il ministro dei Trasporti continua a portare per l’Italia il suo entusiasmo e ha farne propaganda anche via social. Instancabile propone l’idea di futuro dei 5 stelle “Le merci non dovranno più viaggiare. Tutto dovrà essere a km zero, io a casa faccio le uova, lei a casa produce le Audi, poi ci troviamo a metà strada, io le do un uovo lei mi da un’Audi“.
Video Nove
L'articolo Crozza-Toninelli e l’idea geniale del nascondino: “Mia moglie mi ha detto: ‘Conta fino a 3mila, così mi nascondo col mio amico’” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Balle Spaziali, Travaglio smonta 4 fake news: è vero che il caso di papà Di Maio è come quello di papà Boschi e di papà Renzi?

E’ vero che il caso di papà Di Maio è simile o identico ai casi di papà Boschi e di papà Renzi? E’ vero che Matteo Salvini denunciando Francesco Belsito nel processo per appropriazione indebita sui 49 milioni rubati della Lega ha fatto il suo dovere e ha garantito che il processo faccia il suo corso sia con Umberto Bossi sia con Belsito? E’ vero che la commissione ministeriale che deve decidere l’analisi costi-benefici delle grandi opere ha approvato e benedetto il Terzo Valico, ma Danilo Toninelli, per paura, ha nascosto tutto in un cassetto? E poi, infine, è vero che Silvio Berlusconi è stato riabilitato dalla Corte di Strasburgo dopo sei anni di persecuzioni e dopo la sua ingiusta estromissione, ma la Corte, incredibilmente, ha deciso di non dare un verdetto definitivo?
Questa settimana Marco Travaglio in esclusiva su Loft smonta quattro fake news per il 46esimo appuntamento di Balle Spaziali, disponibile in abbonamento su app e sito di Loft. Su piattaforma e app di Loft sono dispo..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Autostrade, ispezione dei tecnici del Mit su 3 ponti: “Sollecitata chiusura di uno su A16”. Toninelli: “Così evitiamo tragedie”

Un “sollecito” di chiusura di un ponte sulla A16 Napoli-Canosa e il “suggerimento” di limitazione del traffico sul viadotto Moro lungo la A14, in provincia di Chieti, per il “degrado avanzato”. È il risultato delle ispezioni disposte dal ministero delle Infrastrutture dopo il ferimento di una donna dovuto al distaccamento di un pezzo di calcestruzzo da un ponte dell’autostrada Bologna-Taranto. “Oltre all’emergenza, c’è la prevenzione”, spiega Danilo Toninelli nell’annunciare il risultato del lavoro svolto dall’Ufficio ispettivo territoriale di Roma nel corso dei controlli su 3 ponti in tratti gestiti da Autostrade per l’Italia.
Sul viadotto Moro, in provincia di Chieti, dunque sempre lungo la A14 Bologna-Taranto, gli ispettori del Mit “hanno rilevato uno stato di degrado avanzato” e per questo il ministero ha “suggerito al concessionario provvedimenti per la sicurezza dei cittadini, compresa la possibilità di limitare il traffico”, anche se Autostrade – riporta Toninelli in un lungo p..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Grandi opere, Toninelli: “Pronta analisi sul Terzo Valico. Si terrà conto dei vincoli normativi, stato dei lavori e occupati”

L’analisi costi-benefici del Terzo Valico dei Giovi è stata completata. Danilo Toninelli lo annuncia durante il question time alla Camera, spiegando che verrà pubblicata insieme all’analisi tecnico-giuridica, al vaglio dell’Avvocatura dello Stato. Il futuro di una delle grandi opere più avversate dal M5s è quindi quasi formalmente deciso, anche se non si conosce ancora quale sarà: gli esperti voluti dal ministero delle Infrastrutture hanno le bocche cucite e non parlano di quanto scritto nella relazione inviata al Mit.
Di certo, Toninelli spiega in aula che “le valutazioni in corso non hanno l’obiettivo di fermare l’opera, quanto quello di giudicarne la convenienza”. E ha poi specificato che per le opere che sono in “fase avanzata” di realizzazione, la decisione “non potrà non tenere conto di tutti i vincoli normativi, dello stato di avanzamento dei lavori e degli interessi coinvolti” compresi “quelli occupazionali che senz’altro meritano la massima attenzione”.
Secondo quanto appren..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Tav, Parigi mette fretta all’Italia: “Decida entro inizio 2019 o si fermano i lavori”

Il governo italiano dovrebbe decidere “rapidamente”, più nello specifico “entro inizio 2019“, qual è la sua posizione sulla Tav. Altrimenti i lavori della linea ad alta velocità Torino-Lione “saranno fermati“. La ministra francese dei Trasporti, Elisabeth Borne, mette fretta a Roma in attesa dell’analisi costi-benefici che dovrà decretare il futuro della Tav. Parole non molte diverse da quelle che Borne aveva già usato nel suo incontro di due settimane fa con l’omologo Danilo Toninelli, in cui aveva sottolineato la necessità “di non perdere i finanziamenti europei“ sull’opera. La ministra ribadisce infatti che la Francia può “solo rispettare la posizione del governo italiano che vuole prendersi il tempo per fare nuove valutazioni“, ma tornando sul punto mette un po’ di pressione in più a Roma.
L’opera deve essere realizzata nei tempi previsti o i fondi europei verranno ridotti. Così aveva parlato un portavoce della Commissione Ue proprio dopo l’ultimo incontro Toninelli-Borne. “È impo..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Il monologo di Crozza sulla propaganda: “Spread alle stelle e Salvini posta i gattini. Avrà pensato: molti mici, molto onore”

Nel monologo di Maurizio Crozza, nel corso di Fratelli di Crozza in onda tutti i venerdì in prima serata sul Nove, come sempre al centro i principali fatti di attualità politica della settimana: “Ogni cosa si trasforma in propaganda. L’esempio classico c’è stato due giorni fa: avevamo lo spread a 320, l’asta di BTP era andata quasi deserta, l’Europa ci stava bastonando, in Kenya una nostra volontaria era appena stata rapita… e il nostro Ministro dell’Interno cosa fa?? Postava gattini! Ha chiesto ai suoi contatti di commentare il suo post e di aggiungere altre foto di gatti. D’altra parte, avrà pensato… “molti mici… molto onore”.
Live streaming, episodi completi e clip extra su Dplay.com
L'articolo Il monologo di Crozza sulla propaganda: “Spread alle stelle e Salvini posta i gattini. Avrà pensato: molti mici, molto onore” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

L’entusiasmo di Crozza-Toninelli per il decreto Genova è incontenibile. Ma poi arriva un regalo dalla Casaleggio Associati…

In apertura della nuova puntata di Fratelli di Crozza, in onda tutti i venerdì in prima serata sul Nove, l’incontenibile entusiasmo di Crozza-Toninelli per l’approvazione del decreto Genova si diffonde tra il suo staff fino all’arrivo di un regalo inaspettato: una mela recapitata direttamente dalla Casaleggio Associati: “Che buona, mi sento formicolare le gambe… sarà l’entusiasmo, ma c’ho come un torpore strano. Io quasi quasi mi faccio un pisolino bello lungo…”.
Video Nove
L'articolo L’entusiasmo di Crozza-Toninelli per il decreto Genova è incontenibile. Ma poi arriva un regalo dalla Casaleggio Associati… proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

De Luca: “Raggi? Beatificata dal M5s come Santa Rita da Cascia. Salvini su inceneritori? Posizione inaccettabile”

“Nell’ultima settimana abbiamo assistito a momenti rivoluzionari, momenti di grande cultura, momenti religiosi impensabili, come il processo di beatificazione di Virginia Raggi. La sindaca di Roma come Santa Rita da Cascia, in barba alle polizze a sua insaputa e alle buche che continuano a riempirsi tristemente di acqua piovana e di lacrime amare dei romani”. Esordisce così, nel suo solito appuntamento settimanale su Lira Tv, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che stila un breve bilancio della settimana politica appena trascorsa.
Il politico del Pd menziona il pugno chiuso del ministro Toninelli: “Si era già esibito in performance di grande qualità, lui ha introdotto nella politica italiana le visioni, ma non quelle rooseveltiane o kennedyane. Parlo di allucinazioni da Lsd. Questo vede montagne e mari che si aprono. In realtà, il suo pugno per l’approvazione del decreto Genova è stato frainteso. Era un gesto mitico allegorico, ma quei malviventi di parlamentari l’..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Pugni e pugnette, quando l’indignazione maschera la paura del cambiamento

Guardo e riguardo il famigerato video di Danilo Toninelli che brandisce il pugno in segno di vittoria dopo l’approvazione del decreto per Genova e diventa irresistibile la tentazione di esplodere in un liberatorio “vaffa” all’indirizzo di tutti quelli che hanno stigmatizzato il gesto come offensivo.
“Pugno chiuso sulle macerie di Genova” (Huffington), “Il pugno di Toninelli imbarazza i 5 stelle. Di Maio sbotta: che cosa ha fatto stavolta?” (Corriere), “I pugni sbagliati di Toninelli” (Repubblica), “Toninelli esulta per il decreto Genova, bagarre per il pugno alzato” (La Stampa), “La telefonata tra Casaleggio e Di Maio e la furia su Toninelli” (Il Giornale), “Un ministro da ridere, il gravissimo problema che ha colpito Toninelli” (Libero). Questo il florilegio di titoli dedicati dai nostri giornaloni a una innocentissima manifestazione di giubilo per un successo politico acquisito che nulla aveva e poteva avere di ideologico, vista l’indipendenza del Movimento 5 stelle da desueti preco..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Danilo Toninelli, tutti parlano del suo pugno chiuso in Aula. E la cosa dovrebbe preoccuparci

Sul serio? Quando è iniziata la polemica sul pugno alzato di Danilo Toninelli ho pensato a uno strampalato tentativo di fare polemica da parte delle opposizioni, che sarebbe morto nel giro di un paio d’ore. La sera invece tutti i Tg ne parlavano, e stamattina lo fanno i giornali. Dunque, la cosa che oggi tutti gli italiani sanno in merito al decreto Genova diventato legge è che il ministro Toninelli ha esultato col pugno alzato.
Visto che si fa sul serio, provo anche io a parlarne seriamente, analizzando dal punto di vista della comunicazione ciò che è successo. Il fatto che si stia parlando tanto di questo gesto del ministro dei Trasporti, vedremo, deve preoccuparci sotto molti aspetti. Ma alla fine ci dà anche un po’ di speranza.
1. Il fatto che se ne parli è colpa dell’ignoranza degli italiani
Senza offendere nessuno, parlo del dato di fatto che l’Italia è leader nell’analfabetismo funzionale. Dato che gli italiani non capiscono i concetti tecnici e complessi, se gli parli di un..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Dl Genova, Toninelli: “Orgogliosissimo di aver alzato il pugno. Di Maio arrabbiato? Smentisco, si è complimentato”

“Sono orgogliosissimo del pugno alzato di ieri dopo l’approvazione del decreto per Genova. Di Maio arrabbiato? Si è complimentato, smentisco categoricamente altro”. Lo ha detto il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli a margine della presentazione del nuovo servizio di assistenza e sicurezza regionale di Trenitalia, il giorno dopo l’approvazione del decreto Genova
L'articolo Dl Genova, Toninelli: “Orgogliosissimo di aver alzato il pugno. Di Maio arrabbiato? Smentisco, si è complimentato” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Dl Genova, Fassina: “Pugno di Toninelli? Figura vergognosa. C’è poco da festeggiare, la loro è operazione spregiudicata”

“L’esultanza del ministro Toninelli dopo l’approvazione del decreto Genova? Lui e il M5s hanno fatto una figura vergognosa. Concordo con la presidente del Senato Casellati“. E’ il commento di Stefano Fassina, deputato di Liberi e Uguali e fondatore del movimento Patria e Costituzione, nel corso della trasmissione “Ho scelto Cusano”, su Radio Cusano Campus.”Nel decreto Genova” – continua – ” di interventi che riguardano esplicitamente Genova ce ne sono pochissimi e, tra l’altro, non definitivi, nonostante siano passati oltre tre mesi dalla tragedia. Hanno utilizzato questo decreto per infilare un paio di condoni, uno in particolare vergognoso, quello su Ischia. Toninelli, Di Maio, che è l’autore del vergognoso condono su Ischia, e i 5 Stelle hanno davvero poco di che gioire. E’ stata fatta un’operazione spregiudicata e cinica, che ha strumentalizzato la tragedia di Genova”.
Fassina si pronuncia sullo scioglimento non ancora ufficiale di Liberi e Uguali: “Non c’è ancora una comunicazion..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Dl Genova, bagarre in Senato. Toninelli esulta con il pugno, le opposizioni insorgono e Casellati lo riprende

Bagarre nell’aula del Senato dopo l’approvazione del decreto Genova. Il motivo? L’esultanza del ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, che ha alzato il pugno ripetutamente come segno di giubilo. Così le opposizioni, Pd e Forza Italia su tutte, hanno protestato in modo vivace. Il capogruppo azzurro Anna Maria Bernini, ha attaccato il ministro: “Toninelli ha alzato il pugno durante l’approvazione. Non venga più in quest’aula ad alzare i pugni! Non glielo permetteremo”. A riprendere il ministro, dopo aver sospeso l’Aula, la stessa presidente del Senato, Elisabetta Alberti Casellati: “Mi dicono che Toninelli avrebbe gesticolato in modo non molto commendevole per un ministro e io devo necessariamente riprendere certi atteggiamenti”
L'articolo Dl Genova, bagarre in Senato. Toninelli esulta con il pugno, le opposizioni insorgono e Casellati lo riprende proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Tav, Ue: “Ritardi portano a riduzione dei fondi”. Confindustria: “Toninelli si vergogni: i cantieri ci sono”

L’opera deve essere realizzata nei tempi previsti o i fondi europei verranno ridotti. L’opera in questione è il Tav e a parlare è un portavoce della Commissione Ue dopo l’ultimo incontro tra il ministro dei trasporti Danilo Toninelli e l’omologa francese. “È importante che tutte le parti facciano sforzi per completare nei tempi” il Tav, in quanto, ha detto, “come per tutti i progetti della Connecting Europe Facility se ci sono ritardi nella loro realizzazione questi possono vedere una riduzione dei fondi forniti” da Bruxelles. Il Tav “è un progetto importante non solo per Francia e Italia ma per l’intera Ue”, per questo “speriamo che le parti siano in grado di eseguirla nei tempi previsti”.
Il nodo dei finanziamenti Ue era stato sollevato anche dalla ministra dei trasporti francese Elisabeth Borne nei giorni in cui il suo omologo italiano aveva fatto sapere che la commissione incaricata di fare l’analisi costi-benefici sulla Tav Torino-Lione “avrebbe terminato i propri lavori entro no..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Tav, incontro Toninelli-Borne. “Rinviati bandi per il tunnel”. La ministra francese: “Ma non si perdano finanziamenti Ue”

C’è l’accordo tra Italia e Francia per stoppare la pubblicazione dei bandi di gara per la realizzazione del tunnel di base del Tav fino al termine dell’analisi costi-benefici sulla Torino-Lione. È questo il risultato del faccia a faccia tra Danilo Toninelli e la ministra francese, Elisabeth Borne. Dopo il bilaterale a Bruxelles, Borne ha sottolineato che Parigi lascerà “che l’Italia conduca le sue valutazioni, tenendo ben presente la necessità di non perdere i finanziamenti europei“.
Toninelli non ha incontrato i giornalisti, affidandosi a una nota nella quale ha spiegato che il ministro francese dei Trasporti “ha preso atto dell’impegno formalmente assunto dal governo italiano di ridiscutere integralmente il progetto della linea Tav Torino-Lione” e “ha concordato sull’idea che, sia necessario rinviare la pubblicazione dei bandi Telt per il tunnel di base (…) fino al compimento dell’analisi costi-benefici” che “sarà esaminata insieme alla Commissione Ue“.
Il ministro pentastellato ha..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Crozza, dal ponte Morandi al maltempo in Friuli, la moglie di Toninelli è preoccupata: “Crede che portiamo sfiga”

Maurizio Crozza torna a interpretare il ministro Danilo Toninelli, e nell’ultima puntata di Fratelli di Crozza (in onda tutti i venerdì in prima serata sul Nove) confessa che anche la moglie comincia a farsi delle domande sul suo lavoro. Poi torna a diffondere l’entusiasmo che contraddistingue l’operato del governo del cambiamento: “È importante che la gente capisca che il governo è uno di loro, chiunque può mettersi il giaccone e fare il ministro, oppure mettersi un ministro e amministrare un giaccone “
L'articolo Crozza, dal ponte Morandi al maltempo in Friuli, la moglie di Toninelli è preoccupata: “Crede che portiamo sfiga” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Tav, Pd: “La commissione che fa analisi costi-benefici mai esistita”. Ma il Mit: “Falso, sono al lavoro e presto risultato”

La commissione incaricata di fare l’analisi costi-benefici sulla Tav Torino-Lione conferma di essere al lavoro, ma gli atti di nomina degli esperti sono ancora al vaglio della Corte dei conti. E’ polemica sull’organo che dovrà consegnare al ministero dei Trasporti il documento sulla Grande opera, alla vigilia della manifestazione Sì Tav che ci sarà a Torino sabato 10 novembre. Il deputato Pd Davide Gariglio infatti, dopo aver fatto una richiesta di accesso agli atti, ha dichiarato che “le nomine sono ancora prive di efficacia perché in attesa del via libera dei giudici contabili” che “hanno fatto rilievi nel merito”: “Il ministro Danilo Toninelli aveva dichiarato che la commissione avrebbe terminato i propri lavori entro novembre”, ha attaccato il democratico su Facebook. “Ad oggi non sono nemmeno ancora iniziati”. A lui ha replicato il Mit con una nota ufficiale, dicendo che in realtà il “risultato sarà diffuso molto presto”: “Il controllo della magistratura contabile non interferisce..

Continua a leggere...
Posted in PHM

DL Sicurezza, ministro Toninelli: “stop ai furbetti che usano le targhe estere”

Nel Decreto Sicurezza appena passato per il Senato con esito positivo, c’è stato spazio un po’ per tutto: accanto a nuove regole sull’immigrazione e gestione dei beni sequestrati alla mafia, si parla, per esempio, anche di nuove disposizioni per il noleggio a breve termine (al fine di prevenire attentati terroristici come ce ne sono stati a Barcellona e Nizza) e abolizione delle targhe estere per i cittadini italiani.
La pratica dell’esterovestizione è ormai ben conosciuta e consiste nell’acquisire, tramite una società, una fittizia residenza fiscale all’estero con la quale ottenere una targa straniera, pur conducendo la propria attività e circolando prevalentemente in Italia.
Questo escamotage consente – anzi, consentiva – di potersi sottrarre non solo a fisco e multe per violazioni del codice stradale, ma anche a bollo e assicurazione; senza dimenticare che, il fatto di circolare su territorio italiano senza avere la copertura per responsabilità civile, mina anche la tutela delle p..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Torna Crozza-De Luca: “Prima di Toninelli gli italiani per andare da nord a sud si spostavano con le catapulte…”

Nella puntata di Fratelli di Crozza in onda tutti i venerdì in prima serata sul Nove un esilarante Crozza nei panni di uno scatenato Vincenzo De Luca “Se possiamo andare avanti è solo grazie alla ciclabile Brennero-Palermo di Toninelli: prima gli italiani per andare da Nord a Sud si avvalevano della catapulte”. “Live streaming, episodi completi e clip extra su Dplay.com
L'articolo Torna Crozza-De Luca: “Prima di Toninelli gli italiani per andare da nord a sud si spostavano con le catapulte…” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Gasparri: “M5s? Una piaga d’Egitto. Di Maio, Toninelli, Bonafede, Fraccaro facciano figli e vadano a zappare”

“Roma? La Raggi è un emblema di ignoranza, incompetenza, mancanza di trasparenza. E’ una vergogna averla un minuto in più in Campidoglio. I romani dovrebbero mettersi sulla scaletta della Piazza del Campidoglio e impedire democraticamente e pacificamente l’ingresso alla Raggi. La Raggi deve andare a casa con urgenza perché è la vergogna più assoluta”. Sono le parole pronunciate ai microfoni di “Ho scelto Cusano” (Radio Cusano Campus) dal senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, che critica fortemente la manovra del governo gialloverde, con toni particolarmente severi sul M5s. “Non so se Salvini staccherà la spina al governo” – spiega – “So solo che questo governo a trazione grillina sull’economia ha bloccato il Pil, visto che la crescita è zero. Ha fatto tornare a crescere la disoccupazione perché il decreto dignità è un decreto povertà, che blocca l’economia. Il risparmio degli italiani si è svalutato, il valore degli immobili sta calando. Le cose vanno molto male. Per l’economia ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Dl Sicurezza, Salvini: “Fiducia? Solo con 5-600 emendamenti”. Toninelli: “Noi compatti, rispettiamo i 3-4 in disaccordo”

“Il problema non sono i dissidenti del M5s ma il Pd. Ricorreremo alla fiducia solo con 5-600 emendamenti“. Così il vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini, sull’ipotesi di una fiducia al decreto Sicurezza. “Rispettiamo i 3-4 che vogliono discutere al nostro interno. Come 5 stelle siamo compatti”. È il commento del ministro alle Infrastrutture, Danilo Toninelli. L'articolo Dl Sicurezza, Salvini: “Fiducia? Solo con 5-600 emendamenti”. Toninelli: “Noi compatti, rispettiamo i 3-4 in disaccordo” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Tav, Salvini: “Finirà come il Tap? Noi da sempre favorevoli”. Toninelli: “M5s contrario, ma aspettiamo costi-benefici”

“Finirà come con il Tap? Noi della Lega siamo sempre stati favorevoli alla realizzazione della Tav, ma nel contratto di governo c’è scritto che valutiamo l’analisi costi-benefici. E così faremo”. A dirlo, all’assemblea di Confitarma a Roma, il vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini. “Il M5s è contrario all’opera, ma chi sta svolgendo la valutazione è indipendente dai partiti. Quando arriverà la relazione, la renderemo pubblica”. Così il ministro alle Infrastrutture, Danilo Toninelli.
L'articolo Tav, Salvini: “Finirà come il Tap? Noi da sempre favorevoli”. Toninelli: “M5s contrario, ma aspettiamo costi-benefici” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Tav, Toninelli: “Accordo con Francia per non farla”. Lega: “Per noi si fa”. Conte: “Analisi costi-benefici, poi faremo sintesi”

L’analisi costi-benefici sulla Tav, annuncia il premier Giuseppe Conte, è in arrivo. E auspica in una “sintesi” che però ancora non si intravede all’interno della maggioranza. Da una parte c’è il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, che spinge verso il No e spiega: “Ci metteremo d’accordo con la Francia per non fare la Tav”. Dall’altra parte la Lega risponde per bocca di Riccardo Molinari: “Noi vogliamo rispettare il contratto perché capiamo che il M5s ha un sensibilità diversa dalla nostra. Ma per quanto ci riguarda, riteniamo che sia anche questa una infrastruttura strategica fondamentale e che vada realizzata“. Nel mezzo, il governatore regionale Sergio Chiamparino, favorevole all’Alta velocità, che chiede un tavolo con l’esecutivo e annuncia che in caso di mancate risposte proverà a indire una consultazione popolare. Mentre il commissario governativo Paolo Foietta, da mesi in contrasto con il ministero delle Infrastrutture, sottolinea che l’odg del consiglio comunale di..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Dl Genova, Pd dà del cialtrone a Toninelli assente in Aula. Fico: “Stigmatizzo quella parola, usatene altre”

“Vi state comportando su questa vicenda come dei veri e propri cialtroni“. E’ il j’accuse della deputata del Pd, Stefania Pezzopane, durante il suo intervento alla Camera, oggi impegnata nell’esame del dl Genova. La parlamentare dem spiega le sue critiche al governo gialloverde e in particolare al ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, assente in Aula (“continua a fare figuracce una dietro l’altra”). Il presidente della Camera, Roberto Fico, al termine delle dichiarazione della deputata, la redarguisce: “Io non ho voluto interromperla, ma stigmatizzo la parola da lei usata ‘cialtroni’, perché se ne possono usare delle altre”. Qualche minuto dopo, protesta in modo veemente la deputata Pd Raffaella Paita, che lamenta l’assenza di Toninelli: “Presidente, lei dovrebbe stigmatizzare il comportamento di un ministro che non si è degnato di stare in minuto in Aula, durante la discussione più delicata che dovrà affrontare nel ciclo del suo mandato. E’ scandaloso! Altro che indignarsi ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Crozza-Toninelli e il blocco alle grandi opere: “Guardo i fogli per ore e non so se devo leggere prima le righe nere o gli spazi bianchi intorno”

Nella puntata di Fratelli di Crozza, in onda tutti i venerdì in prima serata sul Nove, Crozza-Toninelli spiega le motivazioni che hanno portato al blocco di tutti i cantieri delle grandi opere: “Guardo i fogli per ore, mi interrogo se devo leggere prima le righe nere o gli spazi bianchi intorno…”
Video Nove
L'articolo Crozza-Toninelli e il blocco alle grandi opere: “Guardo i fogli per ore e non so se devo leggere prima le righe nere o gli spazi bianchi intorno” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Manovra, De Luca: “Per il Sud pista ciclabile dal Brennero a Palermo. Toninelli camminerà su acque Stretto Messina”

“Nella manovra per il Sud, come rilevano alcuni osservatori, si prevedono due cose: una pista ciclabile, dal Brennero a Palermo, e un richiamo generico all’enogastronomia e al turismo. Una pista ciclabile dal Brennero a Palermo. E vabbuo’, nun se può, dai. Immaginavo già Toninelli che camminava sulle acque dello Stretto di Messina“. Così, su Lira Tv, trattenendo a stento una risata, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, commenta la manovra del governo gialloverde, non risparmiandosi una battuta sarcastica sul presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: “Mi ha molto colpito e affascinato la sua definizione di manovra. Ha detto che il documento finanziario era bello. Molto bello. Bello. Sinceramente è la prima volta che vedo applicato un parametro estetico ai numeri. Come sono belli i numeri che abbiamo proposto. Il 2,4 di deficit? Come è bello”.
Il politico del Pd stigmatizza la maggioranza di governo: “Nel nostro Paese si registra una tensione permanente, una guerra co..

Continua a leggere...
Posted in PHM

In Aula si discute del dl Genova ma Toninelli è assente. Le opposizioni all’attacco: “Emblema dilettantismo del governo”

“Il ministro Toninelli non ha ritenuto di partecipare alla discussione. Toninelli è l’emblema del dilettantismo di questo governo. Un governo semplicemente incapace di governare”. A dirlo la deputata genovese del Pd, Raffaella Paita, che ha denunciato l’assenza del ministro (competente) alle Infrastrutture, Danilo Toninelli, mentre alla Camera era in corso la discussione sul dl Genova. Il collega Enrico Borghi ha aggiunto: “Pensavamo che la smania di protagonismo dimostrata dal ministro in questi mesi lo portasse in quest’Aula. E invece ci sbagliavamo”. Presente, per l’esecutivo, il sottosegretario Vito Crimi, che ha la delega sull’editoria.
L'articolo In Aula si discute del dl Genova ma Toninelli è assente. Le opposizioni all’attacco: “Emblema dilettantismo del governo” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Autostrade A24 e A25, Strada dei Parchi: “Scaduti termini della diffida al ministero per sbloccare i fondi. Esposto in procura”

Strada dei Parchi annuncia che presenterà un esposto in procura per il mancato sblocco dei 192 milioni necessari per la messa in sicurezza sismica delle autostrade A24 e A25. “Il termine della diffida è scaduto oggi, non ci sono i decreti attuativi per sbloccare i fondi”, spiegano i vertici della concessionaria che gestisce le due arterie che collegano l’Abruzzo con il Lazio.
Lo scorso lunedì, Strade dei Parchi aveva dato un ultimatum di cinque giorni al ministero per le Infrastrutture e Trasporti, sottolineando che “non è dato in alcun modo sapere per quale ragione il ministero concedente non si faccia ancora oggi parte diligente rispetto all’adempimento dei compiti di propria competenza mediante il sollecito rilascio dei provvedimenti approvati dei progetti al fine di consentire l’avvio dei lavori urgenti“.
Quei soldi, prima previsti dal 2021, sono stati anticipati al biennio 2018-19 nel decreto Genova ma, sostiene la concessionaria, sono di fatto bloccati nonostante proprio il dic..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Viadotti e degrado, non basta denunciare il pericolo. Bisogna intervenire

“Purtroppo un po’ di degrado c’è, in certi casi è più pesante in altri meno”. Cesare Ramadori, amministratore delegato di Strada dei Parchi, la concessionaria della A24 e della A25, lo ammette. Lungo la Roma-Teramo e la “Torano-Pescara” non tutto va come dovrebbe. Dopo la tragedia di Genova il trend ha subito un deciso contraccolpo. Le segnalazioni sullo stato precario di infrastrutture viarie non possono essere trascurate.
“Alcuni piloni dei viadotti della A24 e A25, che ho potuto visionare con i miei occhi, sono in condizioni così degradate da risultare allarmanti”, ha confessato il ministro Toninelli. E Placido Migliorino, il tecnico che ha firmato la relazione redatta dall’Ufficio ispettivo territoriale di Roma del Mit sullo stato di alcuni dei viadotti della A24-A25, ha confermato. “Il decadimento manutentivo riscontrato, associato all’incremento dei carichi di esercizio rispetto all’epoca di costruzione, è tale da non poter dimostrare il raggiungimento di adeguato standard di si..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Crozza-Toninelli: “Lavoro anche 18 giorni al giorno a pancia a terra. Mia moglie è preoccupata e gelosa dei piloni”

Maurizio Crozza – nella puntata di Fratelli di Crozza in onda tutti i venerdì in prima serata sul Nove – torna con il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, e il suo entusiasmo nel lavorare per ben “17-18 giorni al giorno a pancia a terra”. Il ministro spiega le sue nuove strategie per i piloni delle autostrade A24 e A25: “Mia moglie è gelosa dei piloni perché tutte le mie attenzioni sono a loro e non a lei. Di notte parlo coi piloni, sotto la doccia canto le canzoni dei piloni, io penso sempre ai piloni. A differenza di tutti gli altri ministri delle mangiatoie precedenti, io vado sul posto e guardo i piloni per ore, mesi, minuti, litri per creare un feeling. Così il ponte, guardato così tanto, si sente anche in imbarazzo e quindi l’ultima cosa che gli viene in mente è cadere più e fare una figura di merda”. Il ministro poi chiede ai 5 Stelle “tanti soldini” per l’evento del Circo Massimo.
“Live streaming, episodi completi e clip extra su Dplay.com
L'articolo Crozza-T..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Viadotti A24-25, ministero: “Strada dei Parchi limiti traffico”. E la concessionaria si adegua: “Ok a vincoli su 87 ponti”

“Strada dei Parchi deve limitare il traffico” perché i sopralluoghi sui viadotti hanno evidenziato che il decadimento manutentivo riscontrato “è tale da non poter dimostrare il raggiungimento di adeguato standard di sicurezza con il regolare transito” della circolazione. Dopo il botta e risposta sulle condizioni della A24-25, arriva l’affondo del ministero delle Infrastutture nei confronti della concessionaria Toto che gestisce la Roma-L’Aquila-Pescara. E Strada dei parchi si adegua, comunicando di aver esteso a tutti gli 87 ponti ispezionati le misure già previste dal 2017 su 8 viadotti: divieto di fermata dei mezzi pesanti in corsia di emergenza, divieto di sorpasso e obbligo di distanziamento di 50 metri dei mezzi pesanti.
Nella relazione inviata dall’Ufficio ispettivo territoriale di Roma del Mit allo stesso ministero, nonché alle prefetture competenti, si sottolinea la “precaria stabilità statica” dell’infrastruttura e “l’esclusiva responsabilità della Società concessionaria in t..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Senato, bagarre in Aula. Toninelli agli studenti sugli spalti: “Pd e FI vi hanno rubato il futuro”. Insorgono dem e forzisti

Bagarre e tensioni in Senato, durante il Question Time, con il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, chiamato a replicare ai gruppi parlamentari sul dossier Genova e su opere come Terzo valico e Gronda. Il motivo? Dopo alcuni interventi polemici dei senatori dem Bruno Astorre e Roberta Pinotti, Toninelli ha preso la parola e, rivolgendosi ad alcuni studenti e docenti sugli spalti di Palazzo Madama, ha attaccato: “Essere criticato da esponenti del Pd e di Forza Italia che hanno rubato il futuro ai ragazzi su questi spalti rovinando questo Paese mi riempie di grande orgoglio”.
Parole che hanno scatenato la reazione sdegnata e furente dai banchi dem e forzisti. Tra questi, protagonisti la senatrice Simona Malpezzi e Davide Faraone, che hanno esporto anche alcuni cartelli con scritto “Toninelli esci dal tunnel”. Tra le urla dei senatori dem e le repliche sarcastiche del ministro, il presidente di turno, Roberto Calderoli, ha dovuto riprendere a gran voce alcuni s..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Viadotti A24-25, il ministero: “Strade dei Parchi limiti il traffico. Non dimostrato adeguato standard di sicurezza”

“Strade dei Parchi deve limitare il traffico” perché i sopralluoghi sui viadotti hanno evidenziato che il decadimento manutentivo riscontrato “è tale da non poter dimostrare il raggiungimento di adeguato standard di sicurezza con il regolare transito” della circolazione. Dopo il botta e risposta sulle condizioni della A24-25, arriva l’affondo del ministero delle Infrastutture nei confronti della concessionaria Toto che gestisce la Roma-L’Aquila-Pescara.
Nella relazione inviata dall’Ufficio ispettivo territoriale di Roma del Mit allo stesso ministero, nonché alle prefetture competenti, si sottolinea “l’esclusiva responsabilità della Società concessionaria in termini di sicurezza” e il dirigente che firma il documento, l’ingegner Placido Migliorino, ritiene che Strada dei Parchi debba individuare le “condizioni di traffico” che garantiscano la sicurezza e proceda nella regolamentazione “con l’emissione di specifiche ordinanze da emettersi con l’urgenza che il caso richiede”.
Particolar..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Viadotti A24-25, il ministero: “Strada dei Parchi limiti il traffico. Non dimostrato adeguato standard di sicurezza”

“Strada dei Parchi deve limitare il traffico” perché i sopralluoghi sui viadotti hanno evidenziato che il decadimento manutentivo riscontrato “è tale da non poter dimostrare il raggiungimento di adeguato standard di sicurezza con il regolare transito” della circolazione. Dopo il botta e risposta sulle condizioni della A24-25, arriva l’affondo del ministero delle Infrastutture nei confronti della concessionaria Toto che gestisce la Roma-L’Aquila-Pescara.
Nella relazione inviata dall’Ufficio ispettivo territoriale di Roma del Mit allo stesso ministero, nonché alle prefetture competenti, si sottolinea la “precaria stabilità statica” dell’infrastruttura e “l’esclusiva responsabilità della Società concessionaria in termini di sicurezza” e il dirigente che firma il documento, l’ingegner Placido Migliorino, ritiene che Strada dei Parchi debba individuare le “condizioni di traffico” che garantiscano la sicurezza e proceda nella regolamentazione “con l’emissione di specifiche ordinanze da emet..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Pd, Faraone: “Toninelli? Questo è un pazzo. O dice fesserie o è un criminale. Taglio vitalizi? Ennesima buffonata del M5s”

“Il ministro Toninelli? Questo è un pazzo, questo è un uomo che non può fare il ministo della Repubblica”. Così, ai microfoni di “Ho scelto Cusano” (Radio Cusano Campus), il senatore Pd, Davide Faraone, commenta la denuncia del ministro delle Infrastrutture sul fatto che “alcuni piloni sui viadotti dell’autostrada a A24-A25 sono in condizioni allarmanti”. Il politico dem spiega: “Un cittadino guarda al ministro delle Infrastrutture come a un riferimento istituzionale. E, se quest’ultimo dice che ci sono dei viadotti a rischio crollo, vuol dire che ha gli elementi per affermarlo e quindi un cittadino si aspetta una chiusura immediata del viadotto e dell’autostrada. Invece, questo tizio va ai convegni, in questo caso dell’Ance, dichiara che ci sono dei viadotti a rischio crollo e poi non li chiude, continuando a far percorrere quelle autostrade dalle auto e dai camion”.
E aggiunge: “Toninelli o ha detto una fesseria per finire sui giornali ed è irresponsabile, oppure, se ha detto la ver..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Pd, Faraone: “Toninelli? Questo è un pazzo. O dice fesserie o è un criminale. Taglio vitalizi? Ennesima buffonata del M5s”

“Il ministro Toninelli? Questo è un pazzo, questo è un uomo che non può fare il ministo della Repubblica”. Così, ai microfoni di “Ho scelto Cusano” (Radio Cusano Campus), il senatore Pd, Davide Faraone, commenta la denuncia del ministro delle Infrastrutture sul fatto che “alcuni piloni sui viadotti dell’autostrada a A24-A25 sono in condizioni allarmanti”. Il politico dem spiega: “Un cittadino guarda al ministro delle Infrastrutture come a un riferimento istituzionale. E, se quest’ultimo dice che ci sono dei viadotti a rischio crollo, vuol dire che ha gli elementi per affermarlo e quindi un cittadino si aspetta una chiusura immediata del viadotto e dell’autostrada. Invece, questo tizio va ai convegni, in questo caso dell’Ance, dichiara che ci sono dei viadotti a rischio crollo e poi non li chiude, continuando a far percorrere quelle autostrade dalle auto e dai camion”.
E aggiunge: “Toninelli o ha detto una fesseria per finire sui giornali ed è irresponsabile, oppure, se ha detto la ver..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Autostrade, Toninelli dopo l’allarme su A24 e A25: “Non possiamo chiuderle”. Concessionaria: “No, ha il potere di farlo”

“Lo Stato non ha il potere di chiudere alcuna autostrada”. “No, ha tutto il potere di farlo e noi eseguiremo”. Continua la guerra di smentite tra il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, e Strada dei Parchi, concessionaria di A24 e A25. La miccia, l’allarme lanciato martedì dallo stesso Toninelli sullo stato di alcuni piloni dei viadotti delle due tratte che collegano Lazio e Abruzzo. Poi la risposta della società, con una lettera di diffida inviata al Mit in cui chiede lo sblocco dei 192 milioni per la messa in sicurezza. E il ministro che a margine dell’assemblea annuale di Confetra replica: “Noi la nostra parte l’abbiamo fatta, nel decreto Genova ci sono 50 milioni già pronti nel 2018 e 142 nel 2019″.
Con le opposizioni all’attacco e le richieste arrivate sia da Pd che da Fi di “prendersi la responsabilità” di quello che ha detto e quindi “adottare provvedimenti”, Toninelli si è difeso affermando che “lo Stato a causa della vecchia politica dei cosiddett..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Autostrade, Toninelli dopo l’allarme su A24 e A25: “Non possiamo chiuderle”. Concessionaria: “No, ha il potere di farlo”

“Lo Stato non ha il potere di chiudere alcuna autostrade”. “No, ha tutto il potere di farlo e noi eseguiremo”. Continua la guerra di smentite tra il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, e Strada dei Parchi, concessionaria di A24 e A25. La miccia, l’allarme lanciato martedì dallo stesso Toninelli sullo stato di alcuni piloni dei viadotti delle due tratte che collegano Lazio e Abruzzo. Poi la risposta della società, con una lettera di diffida inviata al Mit in cui chiede lo sblocco dei 192 milioni per la messa in sicurezza. E il ministro che a margine dell’assemblea annuale di Confetra replica: “Noi la nostra parte l’abbiamo fatta, nel decreto Genova ci sono 50 milioni già pronti nel 2018 e 42 nel 2019″.
Con le opposizioni all’attacco e le richieste arrivate sia da Pd che da Fi di “prendersi la responsabilità” di quello che ha detto e quindi “adottare provvedimenti”, Toninelli si è difeso affermando che “lo Stato a causa della vecchia politica dei cosiddetti..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Toninelli: “Alcuni piloni dei viadotti dell’A24 e A25 sono in condizioni allarmanti”

“Sulla tratta dei viadotti dell’A24 e dell’A25 laddove alcuni piloni che ho potuto visionare sono in condizioni così degradate da risultare allarmanti“. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli all’Assemblea dell’Ance, l’Associazione Nazionale Costruttori Edili, riferendosi alle due autostrade, gestite da Strada dei Parchi, che collegano Lazio e Abruzzo.
“Useremo, e già lo stiamo facendo, strumenti di alta tecnologia per i monitoraggi, quali sensori e droni, avvalendoci anche del sostegno di eccellenze nazionali in questi campi”, ha proseguito Toninelli. “A fare le ispezioni saranno tanti giovani ingegneri che, grazie alle assunzioni disposte dal decreto Genova, finalmente torneranno a popolare il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e gli ridaranno quel ruolo che avrebbe dovuto avere anche negli anni passati: vigilante attivo e garanzia di ultima istanza della sicurezza delle nostre infrastrutture. Abbiamo trovato una situazione disastrata e a tratti im..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Riace, Crozza a Che fuori tempo che fa: “Salvini non tollera irregolarità nell’uso di fondi pubblici? Come se Toninelli non tollerasse ministri che sparano cavolate”

“Dice che non si possono tollerare irregolarità nell’utilizzo di fondi pubblici. Scusa Matteo, ma tu che devi ridare 49 milioni e te li sei fatti spalmare in 80 anni?” Cosi Maurizio Crozza nella copertina di ieri di Che Fuori Tempo Che Fa di Fabio Fazio su Rai 1 ha commentato il post del vicepremier Salvini sulla vicenda di Riace, e ha aggiunto “E’ come se Toninelli dicesse che non si possono tollerare ministri che sparano cavolate!”
L'articolo Riace, Crozza a Che fuori tempo che fa: “Salvini non tollera irregolarità nell’uso di fondi pubblici? Come se Toninelli non tollerasse ministri che sparano cavolate” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Il porno-governo di Rocco Siffredi: “Toninelli? Faccia da segaiolo. Salvini? Gli piace pelosa”. E difende CR7

“Di Maio? Lo vedo bene nella mia Accademia del porno. Toninelli? Non so chi sia, ma dalla foto vedo che ha una faccia da segaiolo. Salvini? Per me è il prossimo attore porno vero, ma sessualmente vintage, di quelli che gli piace più pelosa. Spero che la Isoardi, appunto, sia pelosa“. Così, ai microfoni de La Zanzara, l’attore porno Rocco Siffredi stila una recensione hot dei ministri del governo gialloverde, non dimenticando il presidente del Consiglio: “Conte mi fa l’impressione del burattino, ma intendo un burattino vero, non lo vedo sicuro di sé, a differenza di Renzi che sembrava il vero primo ministro, anche se ha preso per il culo tutti. Conte, invece, si vede che è stato messo lì perché qualcun altro non poteva starci, si vede proprio che non sa che cazzo deve fare”. Siffredi definisce “numero uno” l’ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi: “L’occhio ce l’ha sempre. E’ il più grande amante della figa che il mondo ha avuto. Molto più di me. Io sono solo un piccolo allievo ..

Continua a leggere...