Posted in News

Beccato con le mani nella marmellata: Verhofstadt e quei finanziamenti di Monsanto-Bayer al suo partito

di Laura Ferrara, Efdd – Movimento 5 Stelle Europa “Beccato con le mani nella marmellata. Il moralista Guy Verhofstadt, che aveva dato del burattino al…

Continua a leggere...
Posted in Lentelocale

OPERAZIONE POLLINO Ottenuta l’estradizione di Francesco Marando

R. & P.
Rientra oggi in Italia, scortato dagli Agenti dello SCIP – Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia della Criminalpol, Francesco MARANDO, 36enne originario della Locride, arrestato nel dicembre scorso nell’ambito della maxi “Operazione Pollino” e raggiunto da Mandato d’arresto europeo a seguito dell’Ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP DDA presso il Tribunale di Reggio Calabria per associazione a delinquere di tipo mafioso finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti.
Francesco MARANDO, in qualità di organizzatore del gruppo IETTO MARANDO, favoriva l’introduzione della droga in Italia dalla Germania e/o Olanda, curandone la detenzione e l’immissione in territorio calabrese.
Inoltre utilizzava il ristorante “Leonardo da Vinci” di Wesseling (Germania), di cui era uno dei titolari, come base logistica del sodalizio criminale per lo smistamento della cocaina e come espediente di reinvestimento dei proventi del traffico.
L’ “Operazione P..

Continua a leggere...
Posted in Lentelocale

SIDERNO Cani della “rotonda”, l’Enpa incontra i commissari

R. & P.
Si apre uno spiraglio per i cani della “Rotonda” di Via dei Colli, a Siderno, accuditi e curati dai volontari ma per cui urge trovare una collocazione sicura. Nel pomeriggio di lunedì, i volontari dell’ENPA, in Comune, hanno incontrato la Commissaria prefettizia Maria Stefania Caracciolo ed esposto con chiarezza la situazione e l’urgenza di trovare una soluzione per i 6 cani della “Rotonda” e, in generale, per mettere argine all’allarme randagismo che da tempo riguarda la città di Siderno.
Nei giorni scorsi, l’ENPA ha sporto denuncia contro ignoti per il ritrovamento alla “Rotonda” di ciotole con cibo per i cani e del veleno (probabilmente lumachicida), bollando il gesto come brutale e incivile, da perseguire per legge. Solo per miracolo i cani sono ancora vivi. L’allarme crescente, più volte rilanciato dai volontari con richieste di intervento, ha ora trovato l’ascolto degli interlocutori istituzionali al Comune.
La Commissaria Caracciolo, esaminata la situazione insieme ai..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Omofobia, un 20enne aggredito a Vittoria da una baby gang: “Dammi quel telefono, frocio”. Poi pugni alla testa

Lo hannoa aggredito in sei, in centro città, mentre stava andando a lavorare. È quello che è successo a un ventenne che lavora in uno studio di parrucchieri di Vittoria, in provincia di Ragusa. “Dammi quel telefono frocio, che devo fare una telefonata”, gli hanno urlato mentre camminava. Lui ha rifiutato ed è scattata l’aggressione del branco: sei ragazzi, probabilmente minorenni, lo hanno picchiato con pugni alla testa, al viso e al torace.
Hanno smesso solo quando il titolare di una pizzeria è intervenuto mettendolo in salvo nel suo esercizio. Il ragazzo è stato portato in ospedale, per essere medicato: ha contusioni alla testa, allo zigomo destro a al costato, giudicandolo guaribile in cinque giorni. Nell’esposto, presentato insieme al suo legale, l’avvocato Nunzio Valerio Palumbo, il 20enne ricostruisce un mese di paura: “È da tempo – ha sostenuto – che mi pedinano e mi insultano, gridandomi ‘frocio, frocio‘, e mi hanno anche sputato addosso. Questa escalation mi fa paura, e temo ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Antonio Megalizzi, se volete capire chi era ascoltatelo: meritava d’essere conosciuto per il suo talento non per un proiettile

Per capire chi era Antonio Megalizzi, ascoltate una puntata del suo programma in radio. Ascoltate un podcast di EuroPhonica, il programma nato dall’ostinato ottimismo di un gruppo di ragazzi convinti di poter raccontare l’Unione Europea ai loro coetanei. Bisogna sentirlo al microfono, per ricordarsi della bravura e del calore di amico, di un collega, e non della cartella clinica che peggiorava di ora in ora.
Antonio era un giornalista appassionato diventato notizia suo malgrado. Meritava di essere conosciuto per il suo talento e non per un proiettile nella nuca. Ecco, dimenticatevi per un momento i titoli di giornale. Mettere le cuffie, aprire il loro sito web o Spotify, dove erano orgogliosamente sbarcati quest’anno. Ascoltate un podcast a caso, lo Spiegone del venerdì, per esempio, il riepilogo delle notizie della settimana. Ascoltate la passione, il ‘ciao’ caloroso con cui iniziava ogni collegamento. Ascoltate la risata dietro le sue parole, l’ironia, le metafore brillanti. Ascolta..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Strage di Viareggio, lunedì l’anteprima del documentario “Il sole sulla pelle”. Ecco il trailer della storia di Marco Piagentini

Tutti sanno cosa è successo a Viareggio il 29 giugno 2009, quando un treno, deragliando, ha scatenato un incendio che ha ucciso 32 abitanti. Ma in pochi sanno cosa è successo dopo, cosa fa oggi, ogni giorno, chi è rimasto. A raccontarlo con profondità e leggerezza, arriva un lungometraggio, prodotto dagli stessi autori di “Ovunque Proteggi”, il corto sulla strage premiato da Cannes a New York e che ilfattoquotidiano.it pubblicò in esclusiva per intero. “Il sole sulla pelle”, questo il titolo del docufilm della Caravanserraglio Film Factory, sarà presentato in anteprima nazionale lunedì 17 dicembre a Viareggio, al Cinema Eden, alle 20.30. Il biglietto è di 6 euro e l’incasso sarà interamente devoluto all’associazione Il Mondo che Vorrei, che raccoglie i familiari delle vittime della strage e che ha sostenuto il progetto, insieme al crowdfunding, alla Toscana Film Commission e all’Aura Scuola di Cinema di Ostana.
Scritto da Luigi Martella e Massimo Bondielli, che ne è anche il regista, ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Roma, incendio nella notte nel deposito: distrutti 2 autobus. E’ il 29° caso nel 2018

Roma brucia. A pochi giorni dal rogo che ha distrutto il Tmb Salario di Ama, rendendo ufficiale l’emergenza rifiuti nella Capitale, le fiamme colpiscono uno dei depositi principali dell’altra grande municipalizzata capitolina, l’Atac. Intorno all’1.30, infatti, un incendio ha distrutto due autobus parcheggiati nella rimessa di Tor Pagnotta, in zona Laurentina – periferia sud della città – danneggiando altre due vetture e creando il panico nella rimessa. Il rogo, infatti, sarebbe stato amplificato dal fatto che il bus fosse a metano e il gas presente nel serbatoio ha creato una fiammata avvertita in tutto il quadrante.
Il rapido intervento dei vigili del fuoco e la solerzia con cui gli autisti al lavoro hanno messo in salvo gli altri bus presenti nel deposito hanno evitato che l’incendio facesse ulteriori “vittime” nella già sparuta flotta della società che gestisce il trasporto pubblico in città. Fortunatamente non si sono registrati feriti fra i dipendenti, che non hanno dovuto nemme..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Roma, persero tutto nella strage di via Vigna Jacobini. Rutelli diede loro le case Raggi le rivuole: 6 famiglie sotto sfratto

Rischiare di perdere la casa. Di nuovo. Dopo una strage che la politica sembra aver dimenticato, nonostante sia sempre viva nella memoria collettiva di una Roma ancora ferita. Erano le 3.06 di mercoledì 16 dicembre 1998. Esattamente 20 anni fa. Senza un avvertimento, senza che una crepa pericolosa venisse mai segnalata o rilevata, un intero palazzo di via Vigna Jacobini 65, in zona Portuense, si sbriciolò all’improvviso portandosi via la vita di 27 persone, fra cui 6 bambini. Fu – si disse – la più grande tragedia della Capitale dai tempi del bombardamento di San Lorenzo e delle Fosse Ardeatine. Un’intera città già divenuta metropoli si strinse come una comunità intorno ai sopravvissuti. “Miracolati” che in un attimo persero tutto: la famiglia, gli affetti, la casa, i ricordi di una vita. Le più alte cariche del Paese si presentarono ai funerali di Stato ripetendo in coro il più classico dei “non dimenticheremo”. L’allora sindaco Francesco Rutelli mosse immediatamente gli uffici capito..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Palermo, speleologa cade in una grotta a 100 di metri di profondità: al lavoro il Soccorso alpino

Una speleologa è rimasta ferita dopo essere caduta in una grotta a 100 metri di profondità in provincia di Palermo. Sul posto sono arrivati gli uomini del Soccorso alpino speleologico, al lavoro con una squadra di una trentina di persone e un medico: il recupero – fanno sapere – durerà diverse ore.
Al momento, i soccorritori hanno provato a mettersi in contatto con la donna, 42 anni, senza riuscirci. La cavità nella quale è scivolata la speleologa si trova a Isnello, dove si trova un importante complesso di grotte all’interno del parco delle Madonie.
Secondo una prima ricostruzione, nel pomeriggio, la speleologa era in escursione con altre 8 persone, quando è scivolata fratturandosi una gamba. Con lei ci sarebbero due persone del gruppo, mentre gli altri si sono allontanati per chiedere soccorso.
L’intervento del Soccorso alpino – che proverà a trasportare la donna imbracandola e poi trasportandola su una barella – è piuttosto complesso e richiederà probabilmente tutta la notte.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Bologna, Forza Nuova in piazza dopo bomba alla sede. Gli abitanti: “Non sapevamo nemmeno ci fosse una sede”

Sabato mattina alcune decine di militanti di Forza Nuova sono scesi in strada a Bologna per manifestare dopo l’esplosione di un ordigno davanti alla sede del quartiere Borgo Panigale, avvenuta nella notte tra il 9 e il 10 dicembre scorso. E proprio lì davanti si è concluso il corteo, che ha sfilato tra i residenti molti dei quali ignari sia dell’attentato sia dell’esistenza della sede del movimento di estrema destra. Tra i manifestanti anche Selene Ticchi, attivista sospesa dal movimento per avere indossato a Predappio una maglia con la scritta “Auschwitzland”. “È stata allontanata, non ha più cariche nel movimento, non ci sentiamo di dire a nessuno di non venire in corteo” ha commentato il segretario di Forza Nuova Roberto Fiore.
L'articolo Bologna, Forza Nuova in piazza dopo bomba alla sede. Gli abitanti: “Non sapevamo nemmeno ci fosse una sede” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Terrorismo, somalo fermato a Bari: “In chat foto e riferimenti al Vaticano”

In chat aveva foto e faceva riferimenti al Vaticano. È questo uno dei dettagli investigativi che – secondo l’agenzia Ansa – hanno insospettito gli inquirenti e portato ad eseguire il fermo d’urgenza di un cittadino somalo a Bari. L’uomo è stato fermato due giorni fa per “imminente pericolo di fuga” dalla Digos su disposizione della Dda per i reati di associazione con finalità di terrorismo anche internazionale, istigazione a commettere reati di terrorismo e pubblica apologia di reati di terrorismo.
Durante l’udienza di convalida del fermo che si è tenuta stamattina nel carcere di Bari, il somalo ha risposto per circa due ore alle domande del gip Maria Teresa Romita e del pm Giuseppe Maralfa. A quanto si apprende, il giovane si sarebbe difeso negando l’imminente fuga e respingendo le accuse relative alla detenzione di materiale sospetto, soprattutto foto e video, trovato intercettando il suo telefono. Difeso da un avvocato di ufficio e con il supporto di un interprete, ha però ammesso ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Roma, 10 anni fa la chiusura dell’ospedale San Giacomo: il comune chiede di riaprirlo, la Regione non risponde

Dieci anni di completo abbandono, è questo lo stato in cui versa l’ospedale San Giacomo, un immobile di 30 mila metri quadrati, in pieno centro a Roma, ristrutturato qualche mese prima di essere dismesso. Roma Capitale, dopo una mozione approvata in consiglio comunale, ha invitato ad un tavolo tecnico gli assessori al Bilancio e alla Sanità della Regione Lazio per trovare una soluzione condivisa e recuperare lo stabile ma non ha ottenuto riscontri.
L’ospedale quando era in piena attività aveva circa 25 mila accessi l’anno, in un’area che, tra uffici, residenti e turisti, è tra le più affollate della Capitale. L’immobile, oggetto di un’operazione di cartolarizzazione del 2001, insieme ad altri nosocomi di Roma, ha come destinazione d’uso esclusiva quella ospedaliera ma la Regione ha spiegato che nell’area in questione “lo standard del rapporto posti letto/abitanti, stabilito dal ministero della Salute, è pienamente soddisfatto, quindi la riapertura dell’ospedale risulta tecnicamente im..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Qui ci vuole meno spazzatura in discarica

I recenti roghi di magazzini stipati di rifiuti hanno allarmato i cittadini. Per raggiungere gli obiettivi europei di economia circolare, occorre una rete di impianti di trattamento in grado di assorbire i flussi crescenti delle raccolte differenziate.
di Donato Berardi e Nicolò Valle (Fonte: lavoce.info)
Così l’Italia tratta i suoi rifiuti
Negli ultimi mesi i roghi di magazzini stipati di rifiuti hanno riportato al centro del dibattito politico la questione degli impianti per il riciclo.
Ora l’annuale Rapporto Ispra sui rifiuti urbani fotografa alcuni importanti novità. Nel 2017 la produzione di rifiuto è diminuita. La raccolta differenziata è arrivata al 55,5 per cento, in aumento di 3 punti percentuali rispetto al 2016. Anche il riciclaggio è salito al 43,9 per cento. Ne consegue la riduzione del volume di rifiuto conferito in discarica (-6,8 per cento) e incenerito (-3 per cento).
Questi dati lasciano ben sperare perché indicano che la gestione dei rifiuti urbani sta cambiando; ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Condotte, l’Espresso: “Il crac del colosso del cemento e le consulenze d’oro al fratello di Boschi e a Bianchi”

Una delle più grandi aziende di costruzioni d’Italia è a un passo dal fallimento. Ma le sue controllate hanno siglato contratti di consulenza con due esponenti del Giglio magico di Matteo Renzi: il fratello di Maria Elena Boschi, Emanuele, e Alberto Bianchi, l’avvocato per anni alla guida di Open, la cassaforte dell’ex premier. È quello che ricostruisce l’Espresso nel numero in edicola domenica.
Il settimanale dedica un’inchiesta al crac di Condotte per l’Acqua spa, citando “testimonianze ed interviste, la consultazione di alcune relazioni dei commissari straordinari” della società “spedite in procura, decine di documenti interni della società e delle sue controllate, contratti di consulenza, dossier dell’Anac e carte di altre procure della Repubblica”.
Il giornale diretto da Marco Damilano racconta come il fratello dell’ex ministra delle Riforme e il consigliere di Renzi abbiano ottenuto contratti di consulenza da due controllate di Condotte: la Inso e la Nodavia spa. Si tratta dell..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Terzo settore scende in piazza per il primo sciopero nazionale: “15-25mila posti di lavoro a rischio con il Decreto Sicurezza”

Una prima assoluta, per l’Italia: venerdì 14 dicembre i lavoratori del terzo settore, i dipendenti delle cooperative sociali e gli educatori professionali scendono in piazza per il primo sciopero della categoria organizzato dall’Unione Sindacale di Base. Un settore da sempre atipico. E silenzioso. Almeno finora. Giovani e meno giovani che lavorano nel sociale, con contratti precari e stipendi spesso molto bassi, che dedicano la loro professionalità all’assistenza dei più vulnerabili, siano essi anziani, bambini, portatori di handycap, stranieri o marginalizzati. L’appuntamento è alle 11 a Roma, davanti a Montecitorio.
Ma quali sono nello specifico i motivi del malcontento e le rivendicazioni? “Difendere la qualità dei servizi significa difendere la nostra professionalità. Difendere i nostri posti di lavoro significa difendere il diritto di milioni di cittadini di accedere al diritto alla salute, all’accoglienza, al welfare universale, ai servizi alla persona, ai servizi culturali”. Ma..

Continua a leggere...
Posted in Lentelocale

REGGINA CALCIO SpA Sequestrati beni agli ex amministratori della società fallita

di Comando Provinciale Guardia di Finanza
Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo per complessivi euro 3.167.625,83, disposto dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della Procura della Repubblica di Reggio Calabria diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri, finalizzato a cautelare – al fine di poter soddisfare le pretese erariali – le disponibilità liquide e gli immobili di proprietà di Pasquale FOTIe Giuseppe RANIERI, rispettivamente, il primo presidente del Consiglio d’Amministrazione ed amministratore di fatto, il secondo amministratore unico pro-temporedella società calcistica Reggina Calcio S.p.A., dichiarata fallita in data 08.06.2016.
Tale provvedimento è stato emesso all’esito di un’articolata attività investigativa condotta dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, sapientemente coordinata e dir..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Ponte Morandi, Autostrade fa ricorso contro il Decreto Genova: “Ma non bloccheremo i lavori di ricostruzione”

A quattro mesi dal crollo del ponte Morandi, Autostrade per l’Italia annuncia che farà ricorso contro il decreto Genova, contenente le misure per la ricostruzione, ma non chiederà la sospensiva per non ritardare o ostacolare la ricostruzione del viadotto Polcevera, crollato il 14 agosto scorso. La decisione è stata assunta oggi dal Consiglio d’amministrazione della Società. In una nota, Aspi fa sapere che “il Consiglio di Amministrazione di Autostrade per l’Italia, riunitosi in data odierna, tenuto conto dei pareri dei legali che assistono la Società, ha autorizzato la presentazione del ricorso avverso il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri di nomina del Commissario straordinario per la ricostruzione ai sensi della Legge n. 130/2018 e di alcuni decreti emessi dal Commissario stesso“. “Nel ricorso -prosegue la nota- Autostrade per l’Italia rappresenterà di non avere intenzione di determinare in alcun modo ritardi o ostacoli alla ricostruzione del viadotto Polcevera e, di..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Reggio Emilia, donna travolta e uccisa da un’auto pirata. A Corsico un suv investe un 23enne alla fermata del bus

Una sessantenne originaria dell’Est Europa è stata travolta e uccisa da un’auto pirata mentre attraversava la strada a Guastalla, in provincia di Reggio Emilia. Stando alle prime ricostruzioni, la donna attraversava la strada spingendo una bicicletta a mano quando è stata urtata da un’auto che l’ha fatta cadere al centro della carreggiata. Una seconda auto l’ha poi travolta e trascinata lungo l’asfalto per un centinaio di metri, poi è scappata facendo perdere le sue tracce. Subito sono scattati i soccorsi, ma per la donna non c’è stato nulla da fare. Intanto si cerca l’auto pirata in tutta la provincia di Reggio Emilia. Sull’episodio indaga la polizia stradale che sta analizzando i filmati delle telecamere della zona per individuare il colpevole
È morto invece questa mattina all’ospedale Niguarda di Milano un ragazzo di 23 anni investito da un suv mercoledì pomeriggio mentre aspettava l’autobus a Corsico, nell’hinterland. Il giovane, un giocatore di basket di serie B, è deceduto in ma..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Bologna, ordigno esplode davanti a sede di Forza Nuova. “Risposta forte e decisa”

Era un contenitore in latta riempito di polvere pirica l’ordigno artigianale che è esploso la scorsa notte, qualche minuto prima delle 3.30, davanti alla serranda di un circolo in via Biancolelli, a Bologna, nel periferico quartiere di Borgo Panigale. Un locale senza insegna né altre indicazioni, ma che gli attentatori sapevano ospitare una sede del movimento di destra Forza Nuova, come conferma una sorta di rivendicazione di natura antifascista trovata dalla Polizia poco lontano.
Lo scoppio, avvertito da molti residenti, ha fatto danni: “La serranda è stata divelta e la vetrina è andata in frantumi”, ha spiegato il coordinatore provinciale di Fn Stefano Colato. “La nostra risposta sarà forte e decisa – ha aggiunto – nessuno potrà impedirci di fare politica e non sarà certo un gesto vigliacco fatto di notte a intimorirci”.
Sul posto è intervenuta la Polizia, con la Digos e la Scientifica che anche in mattinata ha svolto sopralluoghi in cerca di tracce utili alle indagini. Sotto il pa..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Varese, aggrediscono autista di autobus: denunciati quattro 15enni ubriachi

Hanno aggredito il conducente di un autobus, intorno alla mezzanotte di sabato, alla fermata di via Monti a Busto Arsizio. Quattro minorenni, ubriachi e senza biglietto, sono stati denunciati per lesioni personali e interruzione di pubblico servizio. Uno di loro è stato denunciato anche per oltraggio a pubblico ufficiale, avendo rivolto pesanti insulti agli agenti. Sul suo cellulare aveva il video di ciò che era accaduto.
Come riporta VareseNews, secondo gli accertamenti degli agenti i quattro hanno insultato, strattonato e spintonato a terra l’autista dopo che questi li aveva invitati a utilizzare la vicina biglietteria automatica per il tagliando. Approfittando della situazione il gruppetto è quindi salito sul mezzo come se niente fosse. Dolorante a una gamba dopo l’accaduto, il conducente – prima di essere portato in ospedale per le cure del caso – ha avvertito la propria centrale di servizio e il 112, chiedendo l’intervento delle forze dell’ordine. I responsabili, indicati sia dal..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Discoteca Corinaldo, 7 indagati nel filone che riguarda il locale. L’ottavo è il 15enne che avrebbe usato lo spray urticante

C’è un minorenne indagato per omicidio preterintenzionale, lesioni dolose e colpose: è colui che secondo alcuni testimoni la notte tra venerdì e sabato avrebbe spruzzato lo spray urticante all’interno del Lanterna Azzurra di Corinaldo, in provincia di Ancona, scatenando il caos e provocando il fuggi fuggi che è costato la vita a sei persone. Ma ci sono anche altri sette indagati dalla magistratura ordinaria per concorso in omicidio colposo aggravato nel filone che riguarda il locale, come ha spiegato la procuratrice capo di Ancona, Monica Garulli, nel corso della conferenza stampa che ha fatto il punto sulle informazioni ad oggi in mano agli inquirenti su quanto successo nella notte tra venerdì e sabato scorso. Si tratta, ha aggiunto, dei “quattro proprietari dell’immobile e tre soci, di cui uno anche amministratore della società” che gestisce la discoteca.
Il minorenne indagato: “Atto dovuto”
Il minorenne, 15 anni, è già stato fermato per droga e in casa, in un residence sulla costa,..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Maltrattamenti e violenze in una scuola di infanzia: arrestato insegnante nel Foggiano

Gli agenti del commissariato di polizia di Cerignola (Foggia) hanno arrestato un insegnante di 60 anni della provincia di Avellino per presunti maltrattamenti ai danni di alcuni piccoli alunni. Gli episodi di violenza si sarebbero verificati all’interno di una scuola dell’infanzia del comune ofantino. A quanto si apprende, l’indagine sarebbe partita dalle segnalazioni dei genitori
L'articolo Maltrattamenti e violenze in una scuola di infanzia: arrestato insegnante nel Foggiano proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Spray urticante al peperoncino spruzzato in due scuole: 53 persone soccorse

A due giorni dalla tragedia di Corinaldo, dove sei persone sono rimaste uccise a causa del panico scatenato dopo la diffusione di una sostanza urticante, in due scuole scatta l’effetto emulazione: spray al peperoncino è stato spruzzato all’interno dell’Istituto tecnico industriale G. Cardano di Pavia e in una scuola di Soncino, in provincia di Cremona. Nel primo caso sono state soccorse 48 persone – di cui 33 studenti tutti alunni di quattro classi prima – dal 118, nel secondo 5 ragazzi sono stati portati al pronto soccorso con sintomi da intossicazione in codice verde. A Soncino sarebbe stata una studentessa di 14 anni a spruzzare intorno alle 13 lo spray, per gioco.
Il caso di Pavia – Gli studenti, dopo due ore di educazione fisica dalle 8 alle 10, sono rientrati negli spogliatoi dove hanno accusato i primi sintomi: bruciore alla gola e agli occhi. A quel punto gli insegnanti e altri dipendenti della scuola hanno subito aperto porte e finestre, mentre la preside ha chiamato il 118. ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Pavia, spray urticante al peperoncino spruzzato in palestra a scuola: 48 persone soccorse

A due giorni dalla tragedia di Corinaldo, dove sei persone sono rimaste uccise a causa del panico scatenato dopo la diffusione di una sostanza urticante, in una scuola a Pavia il 118 ha soccorso 48 persone – di cui 33 studenti tutti alunni di quattro classi prima – a causa dell’uso di uno spray al peperoncino. L’episodio è avvenuto all’Istituto tecnico industriale G. Cardano in via Verdi. I ragazzi, dopo due ore di educazione fisica dalle 8 alle 10, sono rientrati negli spogliatoi dove hanno accusato i primi sintomi: bruciore alla gola e agli occhi. A quel punto gli insegnanti e altri dipendenti della scuola hanno subito aperto porte e finestre, mentre la preside ha chiamato il 118. “È successo tutto poco prima delle 10 – ha detto un insegnante – mentre i ragazzi erano negli spogliatoi della palestra per prepararsi per le attività quando qualcuno ha spruzzato quello che con tutta probabilità era uno spray al peperoncino. Noi eravamo nei corridoi a vigilare quando i ragazzi hanno accusa..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Roma, strappate 20 pietre d’inciampo in memoria degli ebrei deportati. Pm: “Furto aggravato da odio razziale”

Sono state strappate dal selciato e rubate nella notte a Roma 20 “pietre d’inciampo” installate a via Madonna dei Monti 82 e realizzate dall’artista tedesco Gunter Demnig, in memoria dei cittadini ebrei deportati nei campi di concentramento. La denuncia arriva dall’Associazione Arte in Memoria che dal 2010 si occupa dell’installazione delle pietre nella Capitale. Le pietre rubate, dedicate a 20 membri della famiglia Di Consiglio, erano state installate il 9 gennaio del 2012. Le pietre vengono incorporate nel selciato dei blocchi in pietra con una targa in ottone con i dati delle vittime di deportazione nei campi di sterminio nazisti. Sul caso indagano i carabinieri in via Madonna dei Monti che hanno eseguito i primi rilievi. La procura di Roma ha aperto un fascicolo per furto aggravato dall’odio razziale. Il procedimento è coordinato dal procuratore aggiunto Francesco Caporale che ha delegato i carabinieri a svolgere le indagini.
“È un attacco inaudito di fascismo e di antisemitismo f..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Roma, sgomberata ex fabbrica Penicillina: Salvini sul posto, contestato da alcuni residenti: “Una farsa”

È stata sgomberata l’ex fabbrica di Penicillina su via Tiburtina, a Roma. Polizia e carabinieri hanno trovato circa 40 persone all’interno dello stabile abbandonato a pochi passi dal quartiere San Basilio. Per effettuare le operazioni, l’arteria è stata chiusa in direzione del Grande raccordo anulare e i traffico è stato congestionato per un paio d’ore.
Davanti all’ingresso dell’ex fabbrica sono stati schierati blindati di polizia e carabinieri, insieme con alcune squadre dei vigili del fuoco. Al termine dello sgombero dell’ex fabbrica farmaceutica, occupata da migranti provenienti dall’Africa e da senzatetto italiani, la questura ha spiegato che non si è registrata “nessuna criticità, sotto il profilo dell’ordine e la sicurezza pubblica”.
Sul posto è arrivato anche il ministro dell’Interno Matteo Salvini per un sopralluogo: “Dalle parole ai fatti, ripristinata la legalità“, ha commentato il vicepremier. Prima che lasciasse l’edificio abbandonato una cittadina gli ha urlato: “Sci..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Discoteca Corinaldo, fermato per droga il 15enne che avrebbe usato spray: in casa cocaina, eroina e contanti

È stato fermato per droga il minorenne che secondo alcuni testimoni la notte tra venerdì e sabato avrebbe spruzzato lo spray urticante all’interno del Lanterna Azzurra di Corinaldo, in provincia di Ancona, scatenando il caos e provocando il fuggi fuggi che è costato la vita a sei persone. Il giovane ha 15 anni e in casa, in un residence sulla costa, gli investigatori hanno trovato eroina, cocaina e contanti. Il ragazzo è stato identificato solo in base alle testimonianze degli altri minorenni che erano nel locale: non ci sono infatti né video in cui compare né immagini del momento in cui sarebbe stata utilizzata la bomboletta. Il 15enne non è ancora iscritto nel fascicolo aperto dalla procura dei minori per omicidio preterintenzionale e il fermo, per il momento, è legato solo alla detenzione di stupefacenti. Nelle ore successive, altre due persone sono state fermate. Anche nei loro confronti l’accusa ipotizzata al momento è quella di possesso di droga ma non è escluso che possa cambiar..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Reggio Emilia, incendio in un palazzo: 2 morti e 40 intossicati. In gravi condizioni due bambine

Un incendio sviluppatosi in un palazzo a Reggio Emilia ha provocato 2 morti e 40 intossicati, tra dieci ricoverati in codice rosso. Le fiamme si sono sviluppate attorno alla mezzanotte in un edificio di 4 piani in via Turri, vicino alla stazione, dove i vigili del fuoco hanno dovuto lavorare fino al mattino per arginare il pericolo e bonificare l’area invasa dal fumo.
I morti sono un uomo e una donna, mentre due bambine di 3 e 6 anni sarebbero molto gravi e sono state trasportate nella notte agli ospedali di Milano e Fidenza in camera iperbarica. Sono intervenute squadre dei vigili del fuoco di Reggio Emilia, Sant’Ilario e Guastalla, con due autoscale e un carro aria da Modena. Sul posto anche polizia e carabinieri. Nella zona da tempo è stato lanciato l’allarme a causa delle cantine occupate.
“Ho visto la casa riempirsi di fumo, non si poteva respirare. Allora ho dato l’allarme”, racconta un 27enne di origini moldave all’uscita del palazzo. “Ho preso uno straccio umido e me lo sono ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Bari, presepe di denuncia nella piazza del paese: Gesù bambino è nero e annega in un mare di plastica. Polemiche sui social

Una natività particolare e di denuncia quella allestita dal comitato Feste patronali di Acquaviva delle Fonti, comune a circa 25 chilometri da Bari. Giuseppe e Maria sono immersi in un mare di plastica. Gesù Bambino ha invece la pelle nera ed è adagiato in un salvagente arancione, lo stesso utilizzato durante un salvataggio in mare. Alle spalle dei tre nessun bue o asinello, ma un braccio con la pelle nera che emerge dall’acqua, simboleggiando un migrante che sta annegando. Attorno a loro solo rifiuti, reti rosse e boe di salvataggio.
Il presepe del paese, che ha suscitato le critiche di diversi tradizionalisti, quest’anno è un duplice grido di allarme: da un lato l’emergenza migranti, dall’altro l’inquinamento. “Il bambino nasce nel mare – ha spiegato il sindaco Davide Carlucci con un post su Facebook – dove con Giuseppe e Maria, profughi, non accolti da nessuno, vive l’esperienza che molti migranti affrontano nel nostro Mar Mediterraneo”. “Il mare del presepe non è un mare semplice,..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Roma, ubriaco finisce con l’auto sulla scalinata di Trinità dei Monti: denunciato

Finito con l’auto sulla scalinata di Trinità dei Monti. Alla guida un italiano di 27 anni, risultato positivo all’alcol test, che ha perso il controllo della sua Peugeot 206 intorno alle 6.30 di domenica 9 dicembre. I primi a intervenire sul posto sono stati gli agenti della polizia locale in servizio nella zona. I vigili sono saliti in cima alla scalinata e poco dopo hanno individuato il ragazzo che si era allontanato per cercare soccorsi. Subito allertato il personale tecnico della Sovrintendenza Capitolina che, giunto sul posto, ha rilevato un danno di lieve entità, una piccola scalfittura sul primo gradino, oltre ai segni di frenata. Il 27enne, risultato positivo all’alcol test con un valore superiore a 1.5, è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza. Gli agenti hanno proceduto quindi al ritiro della patente e al sequestro dell’auto.

Continua a leggere...
Posted in Lentelocale

SPAGNA Cinque fermi per l’omicidio di Davide Fervorini

Fonte: www.ilsecoloxix.it
Genova – L’inchiesta della polizia spagnola sull’omicidio di Davide Fervorini , il genovese di 38 anni ucciso a Las Palmas de Gran Canaria, dove si era trasferito a lavorare e vivere, l’altra sera ha subito una svolta improvvisa: cinque persone sono state poste in stato di fermo e si trovano in carcere con l’accusa di aver preso parte al delitto. Si tratta di quattro uomini e una donna, tutti cittadini di Gran Canaria, secondo le poche informazioni che filtrano. Le stesse che il console italiano ha confermato all’avvocato Giuseppe Maria Gallo, che assiste la famiglia di Fervorini, a Genova.
I genitori e il fratello, forse, potrebbero finalmente aver accesso ad altri elementi dell’inchiesta, dopo che questa settimana sono giunti da Gran Canaria i risultati della comparazione fra il dna del cadavere ritrovato a metà settembre in una casa abbandonata dell’isola spagnola e quello prelevato dalla mamma di Fervorini. Quasi tre mesi sono stati necessari agli invest..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Tragedia in discoteca a Corinaldo, individuato il minorenne che avrebbe usato lo spray urticante. “680 i biglietti venduti e quasi 500 quelli staccati”

È stato individuato ed identificato il minorenne che avrebbe spruzzato lo spray urticante all’interno della discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, nelle Marche, provocando il panico che ha poi portato alla morte di una giovane mamma e di 5 ragazzini. Gli inquirenti sono risaliti a lui sulla base delle testimonianze raccolte subito dopo la tragedia ma il ragazzino non è ancora stato sentito dalla Procura dei Minorenni che, assieme a quella ordinaria, indaga sull’accaduto. Sabato sera, durante un sopralluogo nel locale, era stata ritrovata una bomboletta di spray urticante: le analisi diranno se è stata proprio quella utilizzata prima del concerto di Sfera Ebbasta.
Intanto, si fanno sempre più serrate le indagini: omicidio colposo è il reato ipotizzato nel troncone d’inchiesta che riguarda i gestori del locale che, a breve, potrebbero essere iscritti presto nel registro degli indagati, anche per ragioni tecniche. Il locale è stato posto sotto sequestro e gli investigatori ipotizzano i..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Sfera Ebbasta, quando un anno fa il rapper fermò il concerto: “Se vedete chi ha spruzzato lo spray al peperoncino…”

Era già accaduto diverse volte che qualcuno usasse spray urticante durante un concerto del rapper Sfera Ebbasta. Proprio come accaduto nella notte tra venerdì e sabato 8 dicembre, nella discoteca di Corinaldo. Questo video è stato girato a Modena, nell’agosto 2017. Il cantante a un certo punto è costretto a interrompere il live proprio perché raggiunto lui stesso dallo spray. “Nel rap come nella vita c’è qualcuno che non si sa divertire. Se qualcuno di voi ha a fianco la persona che ha spruzzato il peperoncino è autorizzato a gonfiarlo di botte senza nessun problema. Lo show va avanti lo stesso, non ci lasciamo fermare da una boccetta di peperoncino” dice dal palco
L'articolo Sfera Ebbasta, quando un anno fa il rapper fermò il concerto: “Se vedete chi ha spruzzato lo spray al peperoncino…” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Tragedia in discoteca a Corinaldo, i racconti dei ragazzini: “Li ho visti cadere, rotolarsi, accartocciarsi uno sopra l’altro”

“Li ho visti cadere, rotolarsi, accartocciarsi uno sopra l’altro, una cosa assurda. Le persone una sull’altra formavano uno spessore di due metri, li tiravamo in due, in tre, ma non uscivano”, ha raccontato Marco, ancora sotto choc agli investigatori. Anche lui la notte tra venerdì e sabato era alla discoteca Lanterna Azzurra, dove nella calca causata dal panico e da una sostanza urticante spruzzata nel locale hanno perso la vita una giovane mamma e cinque ragazzini, tutti di età compresa tra i 14 e i 16 anni. Greta Narducci era venuta da Imola per vedere Sfera. Ora è in ospedale. “Avevo persone sopra e sotto di me. Mi sentivo soffocare.Una ragazza che era ancora più sotto di me urlava e diceva ‘sto morendo, sto malè. Ma io non potevo muovermi, avevo una gamba incastrata, riuscivo a respirare perché sopra la testa non avevo nessuno. Poi mi hanno tirata su. C’erano corpi che non si muovevano più”.
“Ero seduto a uno dei tavoli prenotati, il concerto non era ancora iniziato. Ho sentito l..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Corinaldo, panico al concerto di Sfera Ebbasta: 6 morti nella calca. Individuato il minorenne che avrebbe usato lo spray urticante

È stato individuato ed identificato il minorenne che avrebbe spruzzato lo spray urticante all’interno della discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, nelle Marche, provocando il panico che ha poi portato alla morte di una giovane mamma e di 5 ragazzini. Gli inquirenti sono risaliti a lui sulla base delle testimonianze raccolte subito dopo la tragedia ma il ragazzino non è ancora stato sentito dalla Procura dei Minorenni che, assieme a quella ordinaria, indaga sull’accaduto. Sabato sera, durante un sopralluogo nel locale, era stata ritrovata una bomboletta di spray urticante: le analisi diranno se è stata proprio quella utilizzata prima del concerto di Sfera Ebbasta. Sono ancora in pericolo di vita invece, i sette ragazzini, tutti di età compresa tra i 14 e i 16 anni, ricoverati in rianimazione all’ospedale Torrette ad Ancona con trauma cranico e toracico. “Le loro condizioni sono stabili ma critiche – ha spiegato Roberto Papa, dirigente medico della Direzione medica degli ospedali Riuni..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Tav, il viaggio sulla Torino-Lione: le ragioni del sì e del no. “Ridurrebbe numero dei tir”, “Basta la linea esistente”

Dal 1990 il Tav è al centro del dibattito politico italiano. Nel corso degli anni, si sono succeduti nove governi, il progetto originale è stato modificato più volte, ma la linea non è stata ancora realizzata. Il Tav ancora oggi divide la politica, ma anche la comunità scientifica tra chi la ritiene un’opera indispensabile per lo sviluppo e la crescita economica e chi invece la ritiene un investimento inutile e dannoso.
Ma a che cosa serve il Tav? È vantaggioso per l’ambiente? Farà crescere l’economia? È un’opera necessaria? Si può tornare indietro? Queste sono le domande fondamentali attorno a quest’opera che abbiamo provato a porre a due professori: il primo Carlo Alberto Barbieri, architetto e professore di pianificazione urbana favorevole all’opera, il secondo Alberto Poggio, ingegnere e professore di energia e ambiente contrario alla grande opera.
Si parte dallo scalo merci di Orbassano, uno dei punti chiave del tracciato: “Si tratta di una linea ad alta capacità di ultimissima ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Ancona, panico al concerto di Sfera Ebbasta: 6 morti nella calca. Conte: “Venduti 1400 biglietti, ma la sala conteneva 469 persone” (FOTO E VIDEO)

Era l’1 di notte e migliaia di ragazzini giovanissimi stavano aspettando che iniziasse il concerto del trapper Sfera Ebbasta, atteso per le 22, quando qualcuno, “una persona incappucciata” dicono alcuni testimoni, ha spruzzato una sostanza urticante che ha scatenato il panico. A quel punto chi era dentro al locale si è precipitato verso l’uscita di sicurezza. Ma una volta fuori la balaustra di ferro ha ceduto: e lì i ragazzi sono caduti in massa (video). Sei persone sono state schiacciate e uccise dalla calca: non c’è stato scampo per cinque minorenni, tre ragazze e due ragazzi di età compresa fra i 14 e i 16 anni, e una mamma di 39 anni. È successo nella notte tra sabato e domenica nella discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo, in località Madonna del Piano. La procura indaga per omicidio colposo plurimo e il locale è sotto sequestro. Numerosi giovani sono rimasti feriti e, di questi, sette sono ricoverati in rianimazione e rischiano la vita. Gli investigatori hanno trovato una bombol..

Continua a leggere...
Posted in PHM

No Tav, il corteo a Torino: “M5s faccia quanto ha promesso”. Organizzatori: “Siamo 70mila”. Sindaca: “Opera del passato”

Un mese dopo la piazza del sì, la Tav torna a riempire le strade di Torino. Da piazza Statuto è partito il corteo del fronte del No che poi è confluito in piazza Castello. “C’eravamo, ci siamo, ci saremo! Ora e sempre No Tav”, è lo striscione che ha aperto la manifestazione contro la Torino-Lione. “Mentre la coda non è ancora partita, possiamo già dire che siamo 70mila e faremo i conti alla fine. Una marea No Tav”, scrivono gli organizzatori. I manifestanti sono invece circa 50mila secondo La Presse, mentre per la questura sarebbero non più di 20mila. All’iniziativa organizzata dai favorevoli all’Alta velocità il 10 novembre gli organizzatori avevano parlato di circa 30mila presenti, mentre per la questura erano 25mila.
Perino: “M5s faccia quello che ha promesso” – “Chiediamo che tutto questo abbia fine, lo chiediamo con forza al M5S perché l’avevano scritto nel loro programma“. È l’appello lanciato dal palco della manifestazione No Tav di Torino da Alberto Perino, leader storico del ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

No Tav, corteo a Torino. Alberto Perino: “Non abbiamo governi amici, giudichiamo dai fatti non dalle promesse”

“Abbiamo visto presidenti del Consiglio avvicendarsi, partiti nascere e morire. Eppure noi siamo ancora qui con un obiettivo chiaro: fermare la Torino-Lione”. A Torino, il movimento No Tav è sceso in massa in piazza nella giornata contro le grandi opere inutili. Da piazza Statuto a piazza Castello, settantamila persone, secondo gli organizzatori, per ribadire il no alla Torino-Lione. Un no che non è “mediabile” come racconta lo storico attivista No Tav Alberto Perino: “Non abbiamo mai avuto governi amici, noi valutiamo i fatti e non le promesse”.
L'articolo No Tav, corteo a Torino. Alberto Perino: “Non abbiamo governi amici, giudichiamo dai fatti non dalle promesse” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Castellammare di Stabia, falò Immacolata con striscione: “Così devono morire i pentiti, abbruciati”. Applausi della folla

“Così devono morire i pentiti, abbruciati“. Questa la scritta comparsa su uno striscione affisso ad una delle pire dei tradizionali falò dell’Immacolata Concezione a Castellammare di Stabia. Insieme al telo bianco e alla catasta di legno, a mezzanotte è stato bruciato anche un manichino. Il fatto è avvenuto la scorsa notte nel quartiere Aranciata Faito, considerato roccaforte del clan D’Alessandro, dopo che il sodalizio camorristico la scorsa settimana è stato azzerato con l’arresto dei reggenti.
Lo “spettacolo” è stato applaudito da molte persone, radunate davanti alle palazzine dove si concentra il più alto numero di fiancheggiatori del clan. Lo stesso rione è considerato una vera e propria centrale dello spaccio di droga e un ‘santuario’ del malaffare di Castellammare. Contemporaneamente al falò i partecipanti all’evento hanno fatto scoppiare anche una batteria di fuochi d’artificio. Altri roghi, contravvenendo al divieto di accendere fuochi contenuto in una ordinanza del sindaco, ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

No Tav, il corteo a Torino: “M5s faccia quanto ha promesso”. Airola: “Opera non si farà”. Organizzatori: “Siamo in 70mila”

Un mese dopo la piazza del sì, la Tav torna a riempire le strade di Torino. Da piazza Statuto è partito il corteo del fronte del No che poi è confluito in piazza Castello. “Mentre la coda non è ancora partita, possiamo già dire che siamo 70mila e faremo i conti alla fine. Una marea No Tav”, scrivono gli organizzatori. “C’eravamo, ci siamo, ci saremo! Ora e sempre No Tav”, è lo striscione che ha aperto la manifestazione contro la Torino-Lione. All’iniziativa organizzata dai favorevoli all’Alta velocità il 10 novembre, gli organizzatori avevano parlato di circa 30mila persone presenti.
Perino: “M5s faccia quello che ha promesso” – “Chiediamo che tutto questo abbia fine, lo chiediamo con forza al M5S perché l’avevano scritto nel loro programma“. È l’appello lanciato dal palco della manifestazione No Tav di Torino da Alberto Perino, leader storico del Movimento. “Ci rendiamo conto – ha detto – che non sono soli al governo ma gli chiediamo di resistere e portare a casa quello che hanno pro..

Continua a leggere...
Posted in PHM

No Tav, a Torino il corteo del fronte dei contrari: “È giornata dell’orgoglio”. Gli organizzatori: “Siamo 70mila, una marea”

Un mese dopo la piazza del sì, la Tav torna a riempire le strade di Torino. Da piazza Statuto è partito il corteo del fronte del No diretto a piazza Castello. “Mentre la coda del corteo non è ancora partita, possiamo già dire che siamo 70mila e faremo i conti alla fine. Una marea No Tav”, scrivono gli organizzatori. “C’eravamo, ci siamo, ci saremo! Ora e sempre No Tav” è lo striscione che apre la manifestazione contro la Torino-Lione. Dietro la testa del corteo una folta delegazione di sindaci in fascia tricolore. E poi le donne No Tav, gli studenti, i rappresentanti di numerosi comitati contro le grandi opere. “Oggi è la giornata dell’orgoglio no Tav, di un grande popolo che non si è mai fatto intimidire”, dice uno speaker.
Riunuti sotto la Mole anche ambientalisti e centri sociali, la Fiom-Cgil, una delegazione di amministratori francesi e anche il Movimento 5 stelle, dopo l’ordine del giorno con cui il Comune di Torino ha chiesto al governo di fermare l’opera. “Siamo in tanti, siam..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Ancona, la Lanterna Azzurra chiusa a gennaio 2014 e riaperta nel 2015 con capienza ridotta

La discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo poteva contenere al massimo 870 persone. Per il concerto di Sfera Ebbasta erano stati venduti “circa 1.400 biglietti“, come dichiarato dal procuratore capo di Ancona Monica Garulli. Almeno 500 ragazzi oltre la capienza consentita dalla licenza rilasciata nell’autunno del 2015 dalla commissione di vigilanza per i pubblici spettacoli. Prima di quella data, infatti, la Lanterna Azzurra era stata chiusa per quasi un anno. Era la fine di gennaio 2014, un venerdì, quando i vigili del fuoco effettuarono un sopralluogo nel locale e decisero di chiuderlo, non concedendo l’agibilità per la mancata osservanza delle leggi antincendio. Nella fattispecie, secondo quanto ricostruito da ilfattoquotidiano.it, la contestazione dei pompieri riguardava alcuni impianti non a norma (anche quello elettrico), come confermato dall’ex comandante della polizia municipale e dal sindaco di Corinaldo. Non è dato sapere con certezza se i vigili del fuoco in quella occasione..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Ancona, scoppia il panico al concerto di Sfera Ebbasta: morte schiacciate 6 persone. 7 feriti in rianimazione (FOTO-VIDEO)

Stavano aspettando che iniziasse il concerto di Sfera Ebbasta quando qualcuno, “una persona incappucciata” dicono alcuni testimoni, ha spruzzato una sostanza urticante che ha scatenato il panico. A quel punto chi era dentro al locale si è precipitato verso l’uscita di sicurezza. Ma una volta fuori la balaustra di ferro ha ceduto: e lì i ragazzi sono caduti in massa (video). Sei persone sono state schiacciate e uccise dalla calca. Sono morti così cinque minorenni, tre ragazze e due ragazzi di età compresa fra i 14 e i 16 anni, e una mamma di 39 anni nella notte tra venerdì e sabato nella discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo, in località Madonna del Piano. La procura indaga per omicidio colposo plurimo e il locale è sotto sequestro. L’inchiesta è condotta dal pm Paolo Gubinelli. Sette persone sono ricoverate in rianimazione. Dai primi accertamenti è emerso che le uscite di sicurezza del locale si sono regolarmente aperte, ma si fa strada l’ipotesi del sovraffollamento. “I biglietti ve..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Ancona, cordoglio dopo concerto di Sfera Ebbasta. Mattarella: “Non si può morire così”. Conte: “Risposte chiare e celeri”

Dal Capo dello Stato al premier Giuseppe Conte. In molti dopo ciò che è successo a Corinaldo, dove nella notte tra il 7 e l’8 dicembre sono morte sei persone e ferite un centinaio nel tentativo di fuga dalla discoteca Lanterna Azzurra, hanno espresso vicinanza alle famiglie delle vittime e ai feriti. E su Facebook il presidente del Consiglio ha fatto sapere che andrà nelle Marche per “verificare sul posto quello che è successo”.
“È una tragedia che lascia impietriti. Il pensiero di tutti è di vicinanza e solidarietà alle famiglie delle giovanissime vittime, al loro dolore lacerante, e alle condizioni dei tanti feriti con l’augurio di pronta guarigione. Si dovrà fare piena luce sull’accaduto, accertando eventuali responsabilità e negligenze”, ha dichiarato Sergio Mattarella. “I cittadini hanno diritto alla sicurezza ovunque, nei luoghi di lavoro come in quelli di svago – ha aggiunto – La sicurezza deve essere assicurata con particolare impegno nei luoghi di incontro affollati, attraver..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Ancona, questore dopo la tragedia di Corinaldo: “Ho visto ragazzi coperti da un lenzuolo, ho il cuore spezzato”

“Tragedia che ci ha colpito a tutti, quando si vedono giovani fuori da una discoteca coperti da un lenzuolo bianco è difficile da dimenticare, ho il cuore spezzato“. Lo ha detto il Questore di Ancona Oreste Capocasa ai microfoni di E’Tv Marche fuori dal locale Lanterna azzurra di Corinaldo, dove nella notte sono morte 6 persone
L'articolo Ancona, questore dopo la tragedia di Corinaldo: “Ho visto ragazzi coperti da un lenzuolo, ho il cuore spezzato” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Ancona, panico al concerto di Sfera Ebbasta. La pm: “Venduti 1400 biglietti a fronte di una capienza di 870 persone”

“I biglietti venduti sono circa 1400 a fronte di una capienza di 870 persone circa”. Lo ha detto il procuratore capo della Repubblica di Ancona Monica Garulli che sta effettuando un sopralluogo nella discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo, in località Madonna del Piano, insieme al questore Oreste Capocasa, al comandante provinciale dei carabinieri Cristian Carrozza, al procuratore minorile Giovanna Lebboroni
L'articolo Ancona, panico al concerto di Sfera Ebbasta. La pm: “Venduti 1400 biglietti a fronte di una capienza di 870 persone” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...
Posted in PHM

Ancona, concerto Sfera Ebbasta: ecco chi sono le sei vittime schiacciate dalla calca

Asia Nasoni, Daniele Pongetti, Benedetta Vitali, Mattia Orlandi, Emma Fabini, Eleonora Girolimini. Questi i nomi delle vittime della tragedia avvenuta nella notte tra il 7 e l’8 dicembre al Lanterna Azzurra di Corinaldo, in provincia di Ancona. A rivelarli il vicepremier Luigi Di Maio su Facebook. I giovani fan del trapper Sfera Ebbasta avevano tutti tra i 14 e i 16 anni. Tra loro anche una mamma, Eleonora, 39 anni, che aveva accompagnato la figlia al concerto. Ecco chi sono.
Daniele Pongetti – Una passione smodata per la trap e l’ultima storia su Instagram pubblicata alle 21,30, mentre con gli amici aspettava il concerto. Daniele Pongetti, sedici anni di Senigallia, frequentava l’Istituto Tecnico superiore Volterra Elia di Ancona. Sui social quasi 2000 follower, foto sorridenti e video con le sue passioni, come il calcio. Sotto il suo ultimo scatto, pubblicato cinque giorni fa, immediati i messaggi di saluto dagli amici e dai suoi seguaci.
Benedetta Vitali – È una delle vittime più ..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Ancona, concerto di Sfera Ebbasta: scoppia il panico in discoteca. Morti schiacciati 5 minorenni e la mamma di uno di loro. Oltre cento feriti (FOTO E VIDEO)

Schiacciati dalla calca all’esterno della discoteca poco prima del concerto di Sfera Ebbasta. Perché i due parapetti in ferro sul ponticello oltre l’uscita di sicurezza, arrugginiti, non hanno retto e sono crollati. E a quel punto alcuni giovani sono caduti e sono stati travolti da decine di altre persone. Sono morti così cinque minorenni, tre ragazze e due ragazzi di età compresa fra i 14 e i 16 anni, e la mamma di una di loro di 39 anni nella notte tra venerdì e sabato nella discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo, in località Madonna del Piano. A fare scattare il panico che ha provocato la tragedia è stata probabilmente la diffusione di qualche sostanza urticante, come ammoniaca o spray al peperoncino. Le morti sono state causate dal cedimento di due parapetti in ferro all’esterno del locale sotto la pressione delle persone in fuga (video), cedimento che ha provocato la caduta di alcuni spettatori e il loro schiacciamento da parte degli altri che gli sono passati sopra. Dai primi ac..

Continua a leggere...
Posted in PHM

Ancona, le immagini del concerto di Sfera Ebbasta prima della fuga di massa e del crollo

Nelle tante immagini pubblicate dai ragazzi su Instagram le immagini del concerto di Sfera Ebbasta alla Lanterna azzurra di Corinaldo, prima del fuggi fuggi generale che ha causato 6 morti
L'articolo Ancona, le immagini del concerto di Sfera Ebbasta prima della fuga di massa e del crollo proviene da Il Fatto Quotidiano.

Continua a leggere...