Set 18, 2020
42 Views
Commenti disabilitati su In Calabria cresce la raccolta di carta e cartone: +9,3% nel 2019

In Calabria cresce la raccolta di carta e cartone: +9,3% nel 2019

Written by
Pubblicità

In Calabria cresce la raccolta di carta e cartone: +9,3% nel 2019

Dopo Molise e Sicilia si tratta del terzo miglior incremento percentuale tra le regioni del Sud. A guidare la crescita è la provincia di Cosenza, con 40.468 tonnellate raccolte, pari a 56,4 kg pro-capite. I corrispettivi riconosciuti da Comieco ai Comuni in convenzione superano i 3,19 milioni di euro. Milano – La 25a edizione del Rapporto annuale diffuso da Comieco, il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, sancisce come in Calabria, nel 2019, la raccolta differenziata di carta e cartone abbia visto un incremento del 9,3% rispetto all’anno precedente, raccogliendo e avviandone a riciclo 90.825 tonnellate, pari a 45,9 kg per abitante. “Rispetto al 2018, dove sono state raccolte poco più di 83 mila tonnellate, nel 2019 la situazione è chiaramente migliorata in quanto sono state raccolte e avviate al riciclo 7.690 tonnellate di carta e cartone in più, incremento che assegna alla Calabria il terzo posto in termini di regione con maggior incremento annuo” – piega Carlo Montalbetti, Direttore Generale Comieco. “Il Consorzio Comieco – aggiunge – ha gestito 53.735 tonnellate e riconosciuto ai Comuni della regione in convenzione corrispettivi economici pari a 3.190.457 di euro.” LA LEADERSHIP DI COSENZA Nell’anno scorso, poi, la provincia calabrese più virtuosa nella raccolta differenziata è Cosenza, con 40.468 tonnellate, pari a una media pro-capite di 56,4 kg. Al secondo posto e a buona distanza dal primo si colloca Catanzaro con 18.970 tonnellate e una raccolta pro-capite di 52,2 kg, cui segue Reggio Calabria con 18.426 tonnellate e 33 kg per abitante. Scendendo dal podio troviamo Vibo Valentia con 6.895 tonnellate e 42,3 kg pro-capite e infine Crotone con 6.066 tonnellate raccolte e una quota pro-capite di 34,8 kg. LA RACCOLTA DIFFERENZIATA La crescente attenzione nei confronti della raccolta differenziata da parte dei calabresi rilevata dal 25° Rapporto Annuale di Comieco trova conferma anche all’interno di una ricerca demoscopica commissionata da Comieco all’istituto Astra Ricerche nei primi mesi del 2020 che mostra una crescente attenzione degli italiani rispetto all’ambiente e alla sostenibilità. Il 90% degli intervistati residenti in Calabria, innanzitutto, si dichiara preoccupato riguardo ai temi ambientali a livello mondiale, risultando leggermente sopra la media nazionale (88,5%). Per avere informazioni o delucidazioni sul corretto svolgimento della raccolta differenziata, i calabresi utilizzano principalmente i depliant cartacei distribuiti dal Comuni (52%) e i motori di ricerca (47%), percentuali maggiori rispetto alla media nazionale. Seguono i siti dei Comuni (18%) o dei consorzi che si occupano di raccolta differenziata (18%) e infine amici, familiari e conoscenti (15%). Da segnalare che, rispetto alla media nazionale del 3,5%, nessuno degli intervistati della Calabria, in caso di dubbio, preferirebbe buttare un rifiuto nell’indifferenziata piuttosto che informarsi a riguardo. LA RACCOLTA DI CARTA E CARTONE Nel 2019, in Italia sono state raccolte complessivamente 3,5 milioni di tonnellate in carta e cartone, con un incremento del 3% rispetto all’anno precedente. A livello nazionale, si registra un importante miglioramento anche sotto il profilo qualitativo dei materiali a base cellulosica avviati a riciclo: la media di frazioni estranee riscontrate nella raccolta differenziata di carta e cartone effettuata dalle famiglie è scesa sotto la soglia del 3%, mentre è rimasta costante quella derivante dai circuiti commerciali. Risultati complessivamente positivi che descrivono un settore in salute come confermato anche dal tasso di riciclo degli imballaggi, attestatosi nel 2019 all’81% con un ritmo di crescita che rende fattibile centrare con largo anticipo l’85% che l’Unione Europea ha fissato come obiettivo 2030.
Dopo Molise e Sicilia si tratta del terzo miglior incremento percentuale tra le regioni del Sud. A guidare la crescita è la provincia di Cosenza, con 40.468 tonnellate raccolte, pari a 56,4 kg pro-capite. I corrispettivi riconosciuti da Comieco ai Comuni in convenzione superano i 3,19 milioni di euro. Milano – La 25a edizione del Rapporto annuale diffuso da Comieco, il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, sancisce come in Calabria, nel 2019, la raccolta differenziata di carta e cartone abbia visto un incremento del 9,3% rispetto all’anno precedente, raccogliendo e avviandone a riciclo 90.825 tonnellate, pari a 45,9 kg per abitante. “Rispetto al 2018, dove sono state raccolte poco più di 83 mila tonnellate, nel 2019 la situazione è chiaramente migliorata in quanto sono state raccolte e avviate al riciclo 7.690 tonnellate di carta e cartone in più, incremento che assegna alla Calabria il terzo posto in termini di regione con maggior incremento annuo” – piega Carlo Montalbetti, Direttore Generale Comieco. “Il Consorzio Comieco – aggiunge – ha gestito 53.735 tonnellate e riconosciuto ai Comuni della regione in convenzione corrispettivi economici pari a 3.190.457 di euro.” LA LEADERSHIP DI COSENZA Nell’anno scorso, poi, la provincia calabrese più virtuosa nella raccolta differenziata è Cosenza, con 40.468 tonnellate, pari a una media pro-capite di 56,4 kg. Al secondo posto e a buona distanza dal primo si colloca Catanzaro con 18.970 tonnellate e una raccolta pro-capite di 52,2 kg, cui segue Reggio Calabria con 18.426 tonnellate e 33 kg per abitante. Scendendo dal podio troviamo Vibo Valentia con 6.895 tonnellate e 42,3 kg pro-capite e infine Crotone con 6.066 tonnellate raccolte e una quota pro-capite di 34,8 kg. LA RACCOLTA DIFFERENZIATA La crescente attenzione nei confronti della raccolta differenziata da parte dei calabresi rilevata dal 25° Rapporto Annuale di Comieco trova conferma anche all’interno di una ricerca demoscopica commissionata da Comieco all’istituto Astra Ricerche nei primi mesi del 2020 che mostra una crescente attenzione degli italiani rispetto all’ambiente e alla sostenibilità. Il 90% degli intervistati residenti in Calabria, innanzitutto, si dichiara preoccupato riguardo ai temi ambientali a livello mondiale, risultando leggermente sopra la media nazionale (88,5%). Per avere informazioni o delucidazioni sul corretto svolgimento della raccolta differenziata, i calabresi utilizzano principalmente i depliant cartacei distribuiti dal Comuni (52%) e i motori di ricerca (47%), percentuali maggiori rispetto alla media nazionale. Seguono i siti dei Comuni (18%) o dei consorzi che si occupano di raccolta differenziata (18%) e infine amici, familiari e conoscenti (15%). Da segnalare che, rispetto alla media nazionale del 3,5%, nessuno degli intervistati della Calabria, in caso di dubbio, preferirebbe buttare un rifiuto nell’indifferenziata piuttosto che informarsi a riguardo. LA RACCOLTA DI CARTA E CARTONE Nel 2019, in Italia sono state raccolte complessivamente 3,5 milioni di tonnellate in carta e cartone, con un incremento del 3% rispetto all’anno precedente. A livello nazionale, si registra un importante miglioramento anche sotto il profilo qualitativo dei materiali a base cellulosica avviati a riciclo: la media di frazioni estranee riscontrate nella raccolta differenziata di carta e cartone effettuata dalle famiglie è scesa sotto la soglia del 3%, mentre è rimasta costante quella derivante dai circuiti commerciali. Risultati complessivamente positivi che descrivono un settore in salute come confermato anche dal tasso di riciclo degli imballaggi, attestatosi nel 2019 all’81% con un ritmo di crescita che rende fattibile centrare con largo anticipo l’85% che l’Unione Europea ha fissato come obiettivo 2030.

http://www.cn24tv.it/rss/calabria.html

Article Categories:
In Calabria

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy