Apr 24, 2020
60 Views

Coronavirus, fumo e nicotina proteggono dal contagio? Cosa dice la medicina

Written by
Pubblicità

Una ricerca francese rivela che la nicotina potrebbe avere un funzione nella protezioni dal coronavirus. A riportarlo è ‘La Repubblica’ che riprende uno studio pubblicato sul sito Qeios secondo il quale solo il 4,4% dei 343 pazienti Covid-19 ricoverati (età media 65 anni) è un fumatore. La ricerca ha esaminato anche il profilo di 139 pazienti che hanno consultato un medico con sintomi non gravi (età media 44 anni). E il risultato è stato simile: solo 5,3% di fumatori.

“Il nostro studio trasversale suggerisce che i fumatori hanno una probabilità molto più bassa di sviluppare un’infezione sintomatica o grave rispetto alla popolazione generale”, scrivono gli autori dello studio francese, tra cui l’epidemiologa Florence Tubach. I ricercatori ipotizzano che il “recettore nicotinico dell’acetilcolina” abbia un ruolo centrale nel propagarsi del coronavirus e sia all’origine della varietà di sintomi del Covid-19, tra cui la perdita dell’olfatto e disturbi neurologici. Ma c’è chi non crede a questa ricerca. “E’ pericoloso anche solo ventilare che una pessima abitudine, come il vizio del fumo, possa aiutare a fronteggiare quella che oggi è la principale emergenza epidemica” ha commentato Giovanni Maga, direttore dell’Istituto di genetica molecolare del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pavia. Continua dopo la foto

A sgomberare definitivamente il campo da ogni dubbio ci ha quindi pensato l’Oms con un post sul tema. “Il fumo danneggia i polmoni e altre parti del corpo e ti rende più vulnerabile all’infezione da Covid-19. E’ il momento giusto per smettere di fumare per salvaguardare la salute – si legge -. L’industria del tabacco sta creando polemiche e confusione riguardo l’uso di nicotina e prodotti legati al tabacco e il Covid-19. Gli esperti sanitari hanno avvertito che i fumatori con Covid-19 probabilmente soffrono di condizioni più gravi rispetto agli altri e che queste potrebbero portare a morte prematura”.
Continua dopo la foto

iò mentre prende corpo l’idea che il naso potrebbe essere la porta d’ingresso principale del nuovo coronavirus nell’organismo. Lo suggerisce una nuova analisi genetica, secondo la quale Sars-CoV-2 infetta specifiche cellule del naso. A far luce su uno dei meccanismi alla base della diffusione del virus è uno studio del team di Waradon Sungnak del Wellcome Sanger Institute di Cambridge, pubblicato su ‘Nature Medicine’. I geni associati al modo in cui il virus entra nel suo ospite sono espressi in specifiche cellule epiteliali respiratorie, corneali e intestinali umane sane, secondo lo studio. Continua dopo la foto

{loadposition intext}
L’espressione di questi geni è stata osservata nelle cellule nasali insieme a quella dei geni coinvolti nel sistema immunitario innato, il che suggerisce un potenziale ruolo ‘chiave’ del tessuto nasale nell’infezione virale iniziale, nella sua trasmissione e nella sua dispersione. Precedenti ricerche avevano dimostrato che i tamponi nasali di pazienti con Covid-19 sintomatica o asintomatica presentano concentrazioni virali più elevate rispetto ai tamponi della gola. Ciò implicherebbe che proprio il naso fosse cruciale per l’infezione e la trasmissione del patogeno. I ricercatori si sono concentrati su Ace2 e Tmprss2, due molecole coinvolte nell’ingresso virale di Sars-CoV-2. Per chiarire i modelli di espressione dei geni che codificano queste due molecole, Waradon Sungnak e colleghi del Lung Biological Network hanno esaminato vari campioni di tessuto umano ottenuti da donatori sani. Gli autori hanno analizzato i dati relativi ai tessuti di varie parti dell’apparato respiratorio, della retina, del muscolo scheletrico, della prostata, del cervello e della pelle.

Ti potrebbe interessare: “Figura di cac**”. Al Bano su tutte le furie, non può sopportare un simile affronto. E l’attacco è pesante

L’articolo Coronavirus, fumo e nicotina proteggono dal contagio? Cosa dice la medicina proviene da Caffeina Magazine.

Coronavirus, fumo e nicotina proteggono dal contagio? Cosa dice la medicina
Caffeina Magazine

Article Tags:
Article Categories:
Caffeina Magazine

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy