Apr 29, 2020
41 Views

Autodichiarazione, fase 2: non andrà più scritto. Cosa cambia per gli spostamenti

Written by
Pubblicità

Il 4 maggio è sempre più vicino e continuano a essere specificati alcuni aspetti importanti su quanto concerne il decreto ministeriale. Gli italiani si troveranno ad affrontare un nuovo capitolo di convivenza con il virus e come è stato più volte ribadito, la prudenza dovrà fare da guida per ogni spostamento previsto e reso possibile. Ancora tante incertezze in tema di ‘congiunti’. Dopo aver pubblicamente chiarito cosa si intende con la parola ‘congiunti’ adesso ci si domanda qualcosa in più sulle autocertificazioni da mostrare in caso di controllo.

Ma i nomi dei congiunti dovranno essere specificati sulle autocertificazioni? La privacy sembra avere la meglio, quindi pare che nessun nome in tal senso dovrà comparire sulle nostre autocertificazioni, seppur si rimane in attesa della circolare del Viminale, che andrà a fornire alcuni dettagli sulle modalità di compilazione dei moduli. Nessuna  generalità sugli “affetti stabili”, ma ne siamo certi? (Continua a leggere dopo la foto).

I congiunti, ovvero “parenti e affini, coniuge, conviventi, fidanzati stabili, affetti stabili”, possono essere finalmente rivisti, ma secondo quanto previsto dalle misure di sicurezza. No ai party familiari, Conte ha più volte specificato che le nuove indicazioni ministeriali non comportano un “libera tutti”. Gli spostamenti andranno autocertificati, ma le generalità dei congiunti non dovranno essere inserite nei moduli e per gli stessi motivi di privacy neanche le forze dell’ordine potranno farne richiesta. (Continua a leggere dopo la foto).

Il modulo sarà, con ogni probabilità, lo stesso cui siamo stati abituati sino ad ora, con l’unica differenza che sarà sufficiente barrare la voce “assistenza ai congiunti” per fornire la motivazione allo spostamento. In ogni caso si rimane in attesa della circolare ufficiale, che arrivare essere pronta e pervenire all’attenzione di tutti i cittadini entro il primo maggio; per quanto riguarda la Faq, invece, questa dovrebbe comparire e ufficializzata sul sito del governo. (Continua a leggere dopo la foto).

È giusto sapere cosa sarà previsto e cosa no, sia per la tutela di tutti che per non andare incontro a nessun genere di ‘trasgressioni’ che potrebbero recare con sè un prezzo alto da pagare, sia per la salute di tutti che per i nostri portafogli. Infatti la Faq andrà a specificare anche il divieto di trasferirsi nelle seconde case pur trovandosi nella regione di residenza. E per quanto riguarda le tanto discusse autocertificazioni, si ricorda che tre saranno i motivi previsti per gli spostamenti e “assistenza ai congiunti” sarà tra questi.

Marito e moglie si ammalano di Covid. Lui muore, lei lo sogna: “Torna a casa…”

L’articolo Autodichiarazione, fase 2: non andrà più scritto. Cosa cambia per gli spostamenti proviene da Caffeina Magazine.

Autodichiarazione, fase 2: non andrà più scritto. Cosa cambia per gli spostamenti
Caffeina Magazine

Article Tags:
Article Categories:
Caffeina Magazine

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy