Mar 22, 2020
59 Views
Commenti disabilitati su “Numeri in calo”: Borrelli, primi segnali. Ma i morti aumentano e il virus arriva anche nel dipartimento

“Numeri in calo”: Borrelli, primi segnali. Ma i morti aumentano e il virus arriva anche nel dipartimento

Written by

“Numeri in calo”: Borrelli, primi segnali. Ma i morti aumentano e il virus arriva anche nel dipartimento

Angelo Borrelli parla di “primi segnali” dopo aver letto l’ultimo bollettino di aggiornamento sull’epidemia da coronavirus in Italia. La situazione è ancora grave, a tratti drammatica, ma almeno si registrano numeri sensibilmente migliori rispetto a quelli di ieri: i nuovi contagi sono stati 3.957 (59.138 dall’inizio dell’emergenza), a fronte dei 4.821 di ventiquattro ore fa. Così come è calato lievemente il numero di decessi, che però resta pesantissimo: 651 morti in un giorno per un totale di 5.476. Attualmente ci sono 23.783 persone in isolamento domiciliare e 3.009 in terapia intensiva, mentre i guariti sono saliti a 7.024 (+952). “I numeri di oggi – dichiara Borrelli – sono minori rispetto a ieri, sono in controtendenza. Ci auguriamo tutti che possano essere confermati nei prossimi giorni, ma non bisogna abbassare la guardia”. Anche perché il capo dipartimento svela che il coronavirus è arrivato anche nella Protezione Civile: “Dodici colleghi sono risultati positivi. Abbiamo preso tutti i provvedimenti e li ringrazio tutti perché continueranno a lavorare da casa”. 

Angelo Borrelli parla di “primi segnali” dopo aver letto l’ultimo bollettino di aggiornamento sull’epidemia da coronavirus in Italia. La situazione è ancora grave, a tratti drammatica, ma almeno si registrano numeri sensibilmente migliori rispetto a quelli di ieri: i nuovi contagi sono stati 3.957 (59.138 dall’inizio dell’emergenza), a fronte dei 4.821 di ventiquattro ore fa. Così come è calato lievemente il numero di decessi, che però resta pesantissimo: 651 morti in un giorno per un totale di 5.476. Attualmente ci sono 23.783 persone in isolamento domiciliare e 3.009 in terapia intensiva, mentre i guariti sono saliti a 7.024 (+952). “I numeri di oggi – dichiara Borrelli – sono minori rispetto a ieri, sono in controtendenza. Ci auguriamo tutti che possano essere confermati nei prossimi giorni, ma non bisogna abbassare la guardia”. Anche perché il capo dipartimento svela che il coronavirus è arrivato anche nella Protezione Civile: “Dodici colleghi sono risultati positivi. Abbiamo preso tutti i provvedimenti e li ringrazio tutti perché continueranno a lavorare da casa”. 

Libero Quotidiano

Article Categories:
Libero quotidiano Musica

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy