Mar 2, 2020
47 Views

“Gli over 65 non escano di casa”. Coronavirus, l’appello delle autorità

Written by
Pubblicità

“Il coronavirus è un ospite indesiderato in casa e dobbiamo fare tutto quello che è necessario per contenerlo e per impedire nuove infezioni e questo implica sacrifici: è inutile girarci attorno”. Lo ha affermato Massimo Galli, docente di malattie infettive e primario dell’ospedale Sacco di Milano, parlando del coronavirus. Ospite del programma ‘Centocittà’ su Rai Radio1 ha fatto poi una precisazione sulla distanza di sicurezza da tenere: “Diciamo almeno un metro e mezzo, 1,80 per essere sicuri in tutti i sensi”.

La cosiddetta ‘distanza droplet’ per il coronavirus, cioè di sicurezza, è un parametro che si misura in un metro, così come indicato anche nel nuovo decreto. La dinamica della trasmissione avviene attraverso gocce di acqua che trasmettono i germi nell’aria quando la fonte e il paziente sono vicini: es trasmissione starnutendo, parlando, tossendo. Continua dopo la foto

Dall’infettivologo un appello agli over 65: “Anche io sono un over 65. Ritengo che siamo anziani ed esperti e dobbiamo avere la capacità di gestire una problematica come questa con esperienza e prudenza senza diventare allarmisti. Non c’è bisogno di fare provviste in casa come se fosse scoppiata la guerra, se però riusciamo ad evitare situazioni affollate, tanto di guadagnato. Rassegniamoci a stare un pochino in più in casa”, raccomanda. Continua dopo la foto

L’esperto non ritiene che da Covid-19 “ci si possa liberare tanto presto. Ma ce la faremo e la stragrande maggioranza delle persone colpite vincerà il virus e supererà la malattia senza particolare difficoltà”. Parole a cui fanno seguito quelle diGiulio Gallera, assessore al Welfare della regione Lombardia – dove c’è un assessore positivo – lancia un appello agli over 65: “E’ vero che la patologia ha una grossa diffusione ma il 50% la supera senza accorgersene e il 40% non ha gravi problemi”. Continua dopo la foto

{loadposition intext}
Poi riprende: “Però c’è un 10%, che è quello che va in terapia intensiva, e sono quasi tutte persone che hanno più di 65 anni. Quindi invito gli anziani a uscire il meno possibile nelle prossime due/tre settimane”. Intanto riapre il Duomo di Milano, con tutte le accortezze del caso. Le porte secondarie sono state aperte alle 8 “per una breve preghiera” mentre ai fedeli che vorranno visitare la cattedrale, i quali entreranno in numero contingentato per evitare assembramenti, in base al Decreto della Presidenza del Consiglio, l’accesso sarà consentito dalle 9.

Ti potrebbe interessare: Anche così coperta si fa notare. L’avete riconosciuta? Ecco perché era vestita in questo modo

L’articolo “Gli over 65 non escano di casa”. Coronavirus, l’appello delle autorità proviene da Caffeina Magazine.

“Gli over 65 non escano di casa”. Coronavirus, l’appello delle autorità
Caffeina Magazine

Article Tags:
Article Categories:
Caffeina Magazine

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy