Dic 5, 2019
12 Views

Pacco bomba al Viminale, l’intervento degli artificieri. La scoperta: da chi è arrivato

Written by

Un pacco bomba “potenzialmente mortale” indirizzato al Viminale è stato intercettato prima che arrivasse negli uffici del Ministero dell’Interno ed è stato disinnescato. La notizia è stata riportata da Leggo. Il quotidiano online spiega che l’ordigno è stato disinnescato dagli artificieri della polizia all’ufficio di smistamento delle Poste all’Ostiense.

A disinnescare l’ordigno ci hanno pensato gli artificieri della polizia, che hanno preso possesso dello stesso all’ufficio smistamento poste all’Ostiense. C’è anche un riferimento chi ha spedito questo pacco bomba, che però non dice molto sull’identità del soggetto. Il plico era firmato ”Nemici dello Stato”, ma non c’è stata alcuna rivendicazione del gesto. (Continua a leggere dopo la foto)

“Se fosse esploso, – scrive Emilio Orlando su Leggo.it – sostengono gli investigatori dell’antiterrorismo e gli artificieri, avrebbe potuto uccidere. Nessuna rivendicazione, per ora, per il gesto. Ma dentro la busta che avvolgeva l’ordigno c’erano alcuni ritagli di quotidiani che inneggiavano al ritorno di Matteo Salvini al Viminale”. (Continua a leggere dopo la foto)

Secondo quanto riporta il quotidiano online, il pacco bomba è stato confezionato da mani molto esperte e assemblato in due parti distinte. All’interno della prima c’era il detonatore, le batterie e l’innesco, mentre la seconda era una scatola metallica grigia, simile a un hard disk portatile, contenente il materiale esplosivo. “Le indagini, coordinate dal pool antiterrorismo della procura di Roma e condotte dalla Digos della questura insieme all’Ucigos e alla Scientifica, stanno risalendo ai terroristi che hanno inviato il pacco bomba. I detective – si legge su Leggo – stanno indagando su chi fosse il reale bersaglio del fallito attentato. La modalità con cui l’ordigno era stato confezionato fanno escludere per il momento la matrice anarchico insurrezionalista e aprono anche piste investigative diverse”.

(Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

La scoperta è stata fatta alla fine di ottobre da un addetto allo smistamento della corrispondenza istituzionale alla sede delle poste centrali ma la notizia è stata riportata giovedì 5 dicembre dal quotidiano Leggo, che scrive: “L’esperto, durante la scansione ai raggi X del contenuto dei pacchi e delle lettere, ha notato una piccola macchia nera dalle forme anomale che era presente sulla radiografia. Il peggio è stato evitato con l’intervento degli agenti dell’antisabotaggio, abili nel disinnescare bombe e ordigni anche tecnologicamente avanzati”.

Omicidio Luca Sacchi: Anastasiya, la verità al giudice. “Quella busta nello zaino…”. E c’è ancora un dubbio

 

 

 

 

 

 

L’articolo Pacco bomba al Viminale, l’intervento degli artificieri. La scoperta: da chi è arrivato proviene da Caffeina Magazine.

Pacco bomba al Viminale, l’intervento degli artificieri. La scoperta: da chi è arrivato
Caffeina Magazine

Article Tags:
Article Categories:
Caffeina Magazine

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.