Lug 11, 2019
29 Views
0 0

“Tua figlia malata è inquietante”. E Sonia Bruganelli “esplode”: lo ha fatto davvero

Written by
Ypsilon Black

Sonia Bruganelli, alias Lady Bonolis, non è famosa in tv come il marito Paolo. Lavora dietro le quinte ma su Instagram è attivissima. Così attiva da essere diventata molto popolare e, soprattutto, da finire di continuo al centro del gossip. Per le critiche e gli attacchi feroci degli hater per lo più, a cui non sfugge nemmeno un sui post. E così in questi ultimi anni ecco Sonia Brugnaelli “spendacciona”, Sonia Bruganelli che “ostenta la ricchezza” con jet privati e borse griffate”, Sonia Bruganelli che “tanto c’è Bonolis che paga”, quando in realtà, come lei stessa ha ribadito più volte, è una donna che si impegna, lavora e guadagna da una vita.

Difficilmente la moglie di Paolo replica ai commenti – a volte cattivissimi – dei follower. Quando lo fa, tira fuori la carta dell’ironia ma a dimostrazione del fatto che le critiche non la toccano continua a pubblicare immagini e video che mostrano il suo stile di vita agiato. (Continua dopo le foto)

“Non ti curar di loro ma guarda e passa” col sorriso sembra essere il suo motto, ma non su tutto. Sonia è anche una mamma (ha avuto tre figli da Bonolis) e come ogni madre non permette che si ironizzi su certe cose. Come – ed ecco l’ultima polemica – le condizioni di salute della figlia Silvia. Ha 16 anni ed è affetta dalla nascita da una malattia di cui ha parlato lei stessa in un’intervista rilasciata al settimanale Gente qualche anno fa. (Continua dopo le foto)

“Appena nata venne sottoposta a un intervento al cuore. Il post operatorio fu problematico e la portò ad avere un po’ di ritardi nell’iter della crescita”, raccontava Sonia. Una situazione difficile, quindi, tra sedute di logopedia e fisioterapia, ma non tutti evidentemente si rendono conto. E c’è chi ha avuto l’ardire di commentare – ovviamente non in modo positivo – una sua foto con Silvia. Quando è troppo, è troppo. E la Bruganelli ha deciso di smascherare uno dei suoi detrattori pubblicandone la foto del profilo con nome, cognome e faccia in bella vista. (Continua dopo foto e post)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Love you ♥ #silvia #nonmoltoconvinta😂

Un post condiviso da Sonia Bruganelli (@soniabrugi) in data: 10 Lug 2019 alle ore 3:27 PDT

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Apprezzo le tue scuse. @vito_dipaola quando ci si mette la faccia le cose sono un po’ diverse…

Un post condiviso da Sonia Bruganelli (@soniabrugi) in data: 11 Lug 2019 alle ore 2:42 PDT

{loadposition intext}
“Questo è il signor… che dice che mia figlia silvia di 16 anni è INQUIETANTE. A me sembra che se esiste la parola INQUIETANTE è per poter descrivere LUI e questa foto”. Immediata la solidarietà dei suoi fan, ma anche le scuse del commentatore: “Buongiorno Sonia per quello che può valere ti pongo le mie più sentite scuse. Ma ti prego di credermi che il mio intento non era assolutamente offensivo o denigratorio. Ad ogni modo, sono inquieto e rattristato per lo spiacevole episodio”. “Apprezzo le tue scuse – ha risposto Sonia – quando ci si mette la faccia le cose sono un po’ diverse…”.

Giorgia Palmas, il bikini è bollente: forme esagerate e stende tutti così

fbq(‘track’, ‘Gossip’);

L’articolo “Tua figlia malata è inquietante”. E Sonia Bruganelli “esplode”: lo ha fatto davvero proviene da Caffeina Magazine.

“Tua figlia malata è inquietante”. E Sonia Bruganelli “esplode”: lo ha fatto davvero
Caffeina Magazine

Article Tags:
Article Categories:
Caffeina Magazine
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy