Giu 12, 2019
31 Views
Commenti disabilitati su Chi è Alessandro Proto, l’impostore (ora arrestato) che ha fregato tutti
0 0

Chi è Alessandro Proto, l’impostore (ora arrestato) che ha fregato tutti

Written by
Ypsilon Black

Chi è Alessandro Proto, l’impostore (ora arrestato) che ha fregato tutti

Alessandro Proto arrestato – Ha fregato tutti: imprenditori, divi, giornalisti. Ma oggi è toccato a lui. Il sedicente finanziere Alessandro Proto è stato arrestato, mercoledì 12 giugno, dai militari della Guardia di Finanza di Como per avere messo a segno una truffa  da 130mila euro ai danni di una donna con problemi psichici e fisici.

La donna, malata, l’aveva denunciato e lui era venuto a conoscenza della denuncia grazie al programma d’inchiesta Le Iene, che l’avevano “pubblicizzata nell’ambito di un servizio televisivo”.

Secondo quanto si legge nell’ordinanza di custodia cautelare del gip di Como, Proto aveva anche cercato di persuadere la vittima a rimettere la querela. E oltre alla truffa pluriaggravata, il finanziere è accusato anche di autoriciclaggio per avere tentato di nascondere la provenienza del denaro ottenuto investendolo su siti on line.

Al confronto con la giustizia, c’è abituato. Non è la prima volta, infatti, che finisce al centro della cronaca per vicende giudiziarie, truffe e questioni di malaffare.

Alessandro Proto chi è – Era già stato arrestato nel 2013 per truffa e aggiotaggio. La condanna: carcere e una multa da 4 milioni di euro. Ansa ha scritto che la stessa Guardia di Finanza ha spiegato che era “noto alla ribalta della stampa nazionale ed estera per aver millantato affari immobiliari con personaggi di fama mondiale e tentativi di scalate ad imprese di primo piano”.

È un genio della truffa, Proto, che negli anni è riuscito a mettere a segno un tiro dopo l’altro, infilando nel sacco anche i giornali italiani, che sono stati gli inconsapevoli complici del suo successo e della sua scesa.

Alessandro Proto chi è  – Come racconta nella sua biografia Io sono l’impostore, scritta a quattro mani con il giornalista Andrea Sceresini ed edita dal Saggiatore, il nome di Alssandro Proto è comparso sui giornali di mezzo mondo. Prima per una (falsa) agenzia immobiliare, la Proto Group Ltd, con cui inventava di vendere e affittare case per personaggi come Clooney, Ronaldo e Johnny Depp. Mandava comunicati ai giornali che, per avere le esclusive, pubblicavano senza controllare. E il suo nome circolava.

Poi è stato conosciuto per essere uno squalo della finanza: si diceva pronto a comprare squadre di calcio, a fare cordate, ad acquistare azioni di giornali. Ha detto di volere conquistare la Fiat e di volersi candidare alla presidenza di Unicredit. Ha detto di conoscere tutti, le star e il mondo della politica. Anche Berlusconi. C’è anche chi ha anche insinuato che Cinquanta sfumature di grigio fosse ispirato al suo personaggio.

Alessandro Proto arrestato – Ha raccontato di avere fatto di tutto. Nel 2012 si era anche candidato per le primarie del Popolo della libertà.  Anche cercare di vendere la villa di George Clooney sul lago di Como. Bisogna credergli? Forse.

Alessandro Proto arrestato – Ha fregato tutti: imprenditori, divi, giornalisti. Ma oggi è toccato a lui. Il sedicente finanziere Alessandro Proto è stato arrestato, mercoledì 12 giugno, dai militari della Guardia di Finanza di Como per avere messo a segno una truffa  da 130mila euro ai danni di una donna con problemi psichici e fisici. […]

Marco Nepi

Article Categories:
tipinews

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy