Circosta Auto
Apr 1, 2019
43 Views
Commenti disabilitati su PERSONALITÀ E INIZIATIVA: MONTIEL, UN ESORDIO DA RICORDARE E UN FUTURO DA CONQUISTARE
0 0

PERSONALITÀ E INIZIATIVA: MONTIEL, UN ESORDIO DA RICORDARE E UN FUTURO DA CONQUISTARE

Written by
a giugno vieni a scoprire la nuva carbon edition

PERSONALITÀ E INIZIATIVA: MONTIEL, UN ESORDIO DA RICORDARE E UN FUTURO DA CONQUISTARE

Poco più di dieci minuti in campo e il pubblico di Firenze ha scoperto Cristóbal Montiel RodríguezLo spagnolo ha preso il posto di Mirallas nel finale di gara contro il Torino, ma quei pochi minuti concessi gli sono bastati per strappare gli applausi del pubblico viola. Entrato in campo senza la minima paura, il classe 2000, ha subito regalato delle giocate che fanno bene sperare: una sgroppata 20 metri palla al piede con conseguente tiro, un quasi assist per la testa di Vlahovic e un altro pallone in profondità sempre per il serbo. Insomma in dieci minuti non si poteva chiedere certo di più ad un giocatore che calcava per la prima volta il terreno della Serie A. Montiel è uno degli uomini di spicco della Fiorentina Primavera di Emiliano Bigica ma ora anche Stefano Pioli lo tiene in grande considerazione.

Cristóbal Montiel Rodríguez, è nato l’11 aprile del 2000 a Palma di Maiorca, nelle isole baleari. Cresciuto nelle giovanile del Maiorca viene acquistato in estate dalla Fiorentina. Nel suo primo campionato primavera è subito autore di grandi numeri, trovando il gol alla prima gara stagionale contro il Chievo Verona. Fin qui il maiorchino ha collezionato 29 presenze, condite da 15 gol e 8 assist, in tutte le competizioni con la Primavera di Emiliano Bigica. Quella di ieri è stata la 30esima presenza stagionale in assoluto con la maglia viola, ma la prima in Serie A. Il giovane spagnolo, che tra 11 giorni compirà 19 anni, non poteva augurarsi un’annata migliore e il suo esordio difficilmente lo scorderà: “Oggi sarà una giornata indimenticabile nella mia vita, il mio esordio in serie A. Vorrei ringraziare tutto il supporto a la mia famiglia, a la Fiorentina, a tutti tifosi e tutti quelli che mi hanno aiutato nel mio percorso. È un sogno che è diventato realtà e questo deve servire per continuare a divertirsi e lavorare sempre”. Un messaggio lanciato direttamente dal suo profilo Instagram, che ha mostrato tutta la gioia di un ragazzo, promettente, pronto a conquistare i palcoscenici più ambiti. Intanto Stefano Pioli se lo coccola: “Montiel è un giocatore di qualità, di talento, non era facile giocare in una partita fisica come contro il Torino”. Insomma buona la prima, ma ora Montiel con sacrificio e lavoro dovrà mostrare di meritarsi altre occasioni come quella di ieri.

Montiel è un’ala sinistra di piede mancino che però si adatta in egual modo anche sulla fascia destra. In questa stagione con la maglia della Primavera della Fiorentina ha ricoperto entrambe le fasce, mantenendo alto il livello di prestazione. Viste le ottime doti tecniche, lo spagnolo può essere impiegato anche come trequartista alle spalle della punta. Alto 178 cm è dotato di buona corsa, ma soprattutto di ottimi piedi. Visto una stazza non imponente e un fisico non troppo robusto, Montiel è il classico giocatore agile e difficile da prendere a campo aperto.

Foto: Twitter ufficiale Fiorentina

L’articolo PERSONALITÀ E INIZIATIVA: MONTIEL, UN ESORDIO DA RICORDARE E UN FUTURO DA CONQUISTARE sembra essere il primo su Alfredo Pedullà.

Montiel Foto twitter uff Fiorentina

Poco più di dieci minuti in campo e il pubblico di Firenze ha scoperto Cristóbal Montiel RodríguezLo spagnolo ha preso il posto di Mirallas nel finale di gara contro il Torino, ma quei pochi minuti concessi gli sono bastati per strappare gli applausi del pubblico viola. Entrato in campo senza la minima paura, il classe 2000, ha subito regalato delle giocate che fanno bene sperare: una sgroppata 20 metri palla al piede con conseguente tiro, un quasi assist per la testa di Vlahovic e un altro pallone in profondità sempre per il serbo. Insomma in dieci minuti non si poteva chiedere certo di più ad un giocatore che calcava per la prima volta il terreno della Serie A. Montiel è uno degli uomini di spicco della Fiorentina Primavera di Emiliano Bigica ma ora anche Stefano Pioli lo tiene in grande considerazione.

Cristóbal Montiel Rodríguez, è nato l’11 aprile del 2000 a Palma di Maiorca, nelle isole baleari. Cresciuto nelle giovanile del Maiorca viene acquistato in estate dalla Fiorentina. Nel suo primo campionato primavera è subito autore di grandi numeri, trovando il gol alla prima gara stagionale contro il Chievo Verona. Fin qui il maiorchino ha collezionato 29 presenze, condite da 15 gol e 8 assist, in tutte le competizioni con la Primavera di Emiliano Bigica. Quella di ieri è stata la 30esima presenza stagionale in assoluto con la maglia viola, ma la prima in Serie A. Il giovane spagnolo, che tra 11 giorni compirà 19 anni, non poteva augurarsi un’annata migliore e il suo esordio difficilmente lo scorderà: “Oggi sarà una giornata indimenticabile nella mia vita, il mio esordio in serie A. Vorrei ringraziare tutto il supporto a la mia famiglia, a la Fiorentina, a tutti tifosi e tutti quelli che mi hanno aiutato nel mio percorso. È un sogno che è diventato realtà e questo deve servire per continuare a divertirsi e lavorare sempre”. Un messaggio lanciato direttamente dal suo profilo Instagram, che ha mostrato tutta la gioia di un ragazzo, promettente, pronto a conquistare i palcoscenici più ambiti. Intanto Stefano Pioli se lo coccola: “Montiel è un giocatore di qualità, di talento, non era facile giocare in una partita fisica come contro il Torino”. Insomma buona la prima, ma ora Montiel con sacrificio e lavoro dovrà mostrare di meritarsi altre occasioni come quella di ieri.

Montiel è un’ala sinistra di piede mancino che però si adatta in egual modo anche sulla fascia destra. In questa stagione con la maglia della Primavera della Fiorentina ha ricoperto entrambe le fasce, mantenendo alto il livello di prestazione. Viste le ottime doti tecniche, lo spagnolo può essere impiegato anche come trequartista alle spalle della punta. Alto 178 cm è dotato di buona corsa, ma soprattutto di ottimi piedi. Visto una stazza non imponente e un fisico non troppo robusto, Montiel è il classico giocatore agile e difficile da prendere a campo aperto.

Foto: Twitter ufficiale Fiorentina

L’articolo PERSONALITÀ E INIZIATIVA: MONTIEL, UN ESORDIO DA RICORDARE E UN FUTURO DA CONQUISTARE sembra essere il primo su Alfredo Pedullà.

daniele mat

Article Categories:
ALFREDO PEDULLA SPORT

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: