Circosta Auto
Mar 2, 2019
60 Views
0 0

RIAA. Il 75% dell’introito dell’industria musicale deriva dagli abbonamenti ai servizi di streaming

Written by
a giugno vieni a scoprire la nuva carbon edition

Dal consueto rapporto annuale della RIAA (The Recording Industry Association of America), fate conto la versione statunitense del FIMI, emergono ancor più chiaramente i dati di un trend ormai consolidato. L’industria è trainata dallo streaming e non quello generico e free bensì quello a pagamento. Nel 2018 il totale degli abbonamenti sottoscritti presso le maggiori piattaforme digitali come Spotify, Apple Music, Tidal e Amazon Music ha superato quota 50 milioni trainando di fatto gli introiti complessivi dell’intero settore che ora si attesta a 9.8 miliardi dollari, ben il 12% in più rispetto all’anno precedente.

Ed è un trend di crescita piuttosto importante: dal 2016 al 2018 sempre in doppia cifra. Anche il mercato del vinile va bene: 8% di crescita dal 2017 ma il dato più interessante è che è l’introito più cospicuo per il settore dal 1988 a questa parte. Il CD, come è noto, va sempre peggio: 34% è il dato negativo che segna il crollo verticale di vendite del supporto rispetto ai 12 mesi precedenti. Per il rapporto tecnico completo vi rimandiamo ad un documento pdf della RIAA.

RIAA. Il 75% dell’introito dell’industria musicale deriva dagli abbonamenti ai servizi di streaming
Sentire ascoltare

Article Tags:
Article Categories:
Sentireascoltare
offerte.cpsPromo.sales.giulietta
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: