Circosta Auto
Mar 2, 2019
77 Views
0 0

La “nuova” Rete 4 è già vecchia? Tutti i cambiamenti in corso

Written by
a giugno vieni a scoprire la nuva carbon edition

In origine era la nuova Rete 4, anche con Gerardo Greco.

Pare, invece, che – dopo 7 mesi circa dall’insediamento come direttore del Tg4 e 6 come conduttore di W l’Italia – la sua carriera in Mediaset stia subendo una battuta d’arresto.

Il suo programma di prime time è già stato sospeso per bassi ascolti (generalmente, poco sopra al 3% di share) e dal 26 febbraio l’ex giornalista Rai è stato estromesso anche dalla direzione del tg di rete: nei titoli di coda, al suo posto, è tornato quello di Rosanna Ragusa, che da condirettrice diventa direttrice unica.

L’Agi fa sapere che si tratta di un vero e proprio licenziamento dovuto a frizioni tra l’azienda e Greco. Quest’ultimo avrebbe sofferto la cancellazione della sua prima serata e rifiutato la buonuscita di Cologno, ritenuta non congrua, chiedendo una transazione più elevata.

Dagospia ipotizza anche uno scontro tutto interno a Mediaset che avrebbe coinvolto lo stesso conduttore. Il direttore generale dell’informazione Mauro Crippa pare essere più accondiscendente nei confronti del Governo giallo-verde e quindi maggiormente disposto al ritorno di trasmissioni sovraniste che la rivoluzione di settembre ha indebolito e ridotto considerevolmente; Alessandro Salem, direttore dei contenuti, però, vorrebbe privilegiare una politica (in tutti i sensi) più sobria, sulla linea berlusconiana vigente da questa stagione.

Lo stesso Silvio Berlusconi, a Pomeriggio 5 poche settimane fa, aveva richiesto maggiore attenzione (da parte della propria azienda) per le sue cause e, da quel momento, è stato casualmente ospite consecutivamente di moltissime trasmissioni Mediaset.

Indiscrezioni, quelle sopra esposte, smentite dal Presidente della società Fedele Confalonieri:

Dissidi? Ma quali dissidi? Leggo di tensioni tra me e Berlusconi, dissapori tra me e Letta. Leggo di scontri in Mediaset tra il partito dei populisti e il partito dei non populisti. Su dai. Noi siamo polifonici, lo sanno tutti. Lo siamo sempre stati e continuiamo a esserlo. Saranno invenzioni a più voci? Non certo di Bach“.

In effetti, però, da settembre molte cose erano cambiate (seppur non del tutto) a Rete 4: via Paolo del Debbio e Maurizio Belpietro (relegato al ruolo di opinionista nelle trasmissioni informative), Paolo Giordano esiliato Fuori dal Coro, e i nuovi arrivi: Barbara Palombelli a Stasera Italia, trasmissione che ha finalmente acquisito un po’ di credibilità; Nicola Porro a Quarta Repubblica, Roberto Giacobbo (anche lui dalla Rai) a Freedom, Piero Chiambretti con la sua Repubblica delle Donne e Gerardo Greco.

Ora, però, sembra che qualcuno voglia ripristinare il precedente status quo: Paolo Del Debbio, infatti, tornerà in prima serata, al posto di Greco, da giovedì 7 marzo con il nuovo talk Dritto e rovescio.

Ma la sfida tra le due presunte fazioni potrebbe non essersi conclusa e, in ragione del sedicente anti-populismo, dovrebbe arrivare a Cologno da La 7 Marco Ferrante, che coordinerebbe tutti i programmi informativi.

L’articolo La “nuova” Rete 4 è già vecchia? Tutti i cambiamenti in corso proviene da Trash Italiano.

La “nuova” Rete 4 è già vecchia? Tutti i cambiamenti in corso
trashitaliano.it

Article Tags:
Article Categories:
Trash Italiano
offerte.cpsPromo.sales.giulietta
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: