Circosta Auto
Gen 11, 2019
9 Views
0 0

Stalking, la Cassazione rigetta il ricorso di Andrea Buscemi (anche se il Tirreno dice il contrario)

Written by

Ci sono news sull’assessore alla cultura pisano, Andrea Buscemi, attore, regista nonché ex direttore del teatro Cascina. La Corte di Cassazione ieri ha ritenuto inammissibile il ricorso presentato dall’assessore contro la sentenza di appello del Tribunale di Firenze che nel maggio del 2017 lo aveva ritenuto colpevole di stalking e lo aveva condannato al risarcimento della sua ex compagna, Patrizia Pagliarone. In sede penale il reato era caduto in prescrizione.

Le attiviste della Casa delle donne di Pisa da mesi ne chiedono le dimissioni e si sono attivate in tutti i modi affinché il sindaco e la giunta di Pisa rimediassero allo sfregio nei confronti di Patrizia Pagliarone e di tutte le donne che subiscono violenza. Carla Pochini, la presidente della Casa delle donne, si è rivolta al sindaco Michele Conti perché prenda finalmente una posizione e rimuova l’assessore: “Il ricorso di Buscemi è respinto e dunque la sentenza del tribunale di Firenze è confermata. Andrea Buscemi è responsabile di gravi atti di stalking e dovrà risarcire la sua ex compagna. Questa è l’unica verità che è emersa anche in Cassazione e il sindaco Michele Conti non può continuare a far finta di nulla. Uno stalker siede nella sua giunta e insieme a migliaia di cittadine e cittadini chiediamo che da quella giunta venga rimosso subito!”.

Teresa Manente, avvocata di Patrizia Pagliarone, ha commentato la decisione della Cassazione che “ha definitivamente accertato la colpevolezza di Andrea Buscemi, assessore alla cultura di Pisa, per il reato di stalking compiuto nei confronti della sua ex compagna a partire dal marzo 2009 al novembre 2009. La Suprema Corte ha infatti rigettato il ricorso proposto dal Buscemi contro la sentenza di secondo grado e ha rinviato al giudice civile il giudizio riguardo al risarcimento del danno che il Buscemi dovrà riconoscere alla sua ex compagna”.

Carla Pochini ha anche denunciato un fatto estremamente grave che riguarda la stampa. La notizia è stata completamente distorta sulle pagine de il Tirreno, che nell’articolo pubblicato stamattina Stalking, la Cassazione accoglie il ricorso pubblicato da Andrea Buscemi  ha scritto esattamente il contrario di quanto avvenuto in realtà. Le attiviste della Casa delle donne si sono dette “esterrefatte” da quanto ha pubblicato oggi il giornalista del Tirreno, Pietro Barghigiani, e hanno chiesto al direttore Luigi Vicinanza di intervenire e rettificare. “È inaccettabile che il Tirreno diffonda e promuova falsità di tale portata pubblicando articoli a tutta pagina che mistificano e addirittura ribaltano la realtà dei fatti”.

La Casa delle donne chiederà anche l’intervento del presidente dell’ordine dei giornalisti della Toscana Carlo Bartoli affinché siano presi provvedimenti contro la fake news. Ora non resta che stare a vedere che cosa faranno il sindaco Michele Conti e la sua giunta. Continueranno a sbeffeggiare le donne vittime di violenza o cercheranno di riavvicinarsi a una dignità che hanno perso il giorno che Andrea Buscemi è stato nominato assessore alla cultura, nonostante la sua condanna per stalking?

@nadiesdaa

L’articolo Stalking, la Cassazione rigetta il ricorso di Andrea Buscemi (anche se il Tirreno dice il contrario) proviene da Il Fatto Quotidiano.

Stalking, la Cassazione rigetta il ricorso di Andrea Buscemi (anche se il Tirreno dice il contrario)
Il Fatto Quotidiano

Article Tags:
Article Categories:
Il fatto quotidiano
×

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy