Circosta Auto
Gen 10, 2019
14 Views
0 0

“L’ho preso a calci”. Nick, sopravvissuto all’attacco di uno squalo. Una storia (da brividi) a lieto fine

Written by

Un surfista di 19 anni ed è sopravvissuto all’attacco di uno squalo bianco lungo quasi cinque metri. Protagonista della storia èNick Wapner, californiano che si
trovava in acqua con la sua tavola da surf mentre aspettava un’onda al largo del Montana de Oro State Park, sulla costa centrale della California. In un attimo l’attacco. All’improvviso uno squalo lo ha attaccato alle gambe.

”L’ho preso a calci, è stato tutto velocissimo, dopo avermi addentato le gambe si è girato e se n’è andato”, ha raccontato il giovane Nick dal letto dell’ospedale, ricoverato con 50 punti di sutura alle due gambe. ”Deve avermi assaggiato e non devo essergli piaciuto – ha raccontato ancora Nick – Poco istanti dopo ho urlato ai miei amici: ‘sono appena stato attaccato da uno squalo”’. Un miracolo che sia ancora vivo e che abbia riportato solo diversi punti di sutura. Nick non ha riportato nessun danno grave agli arti, ma l’attacco dello squalo poteva avere un finale molto diverso. (Continua a leggere dopo la foto)

”Sono felice di essere vivo. Sono ancora sotto choc”. Spaventato ma non al punto di smettere con la sua passione più grande. ”Continuerà a fare surf, pensando un giorno alla volta”. La vicenda ricorda da vicino l’attacco subito nel 2015 dal tre volte campione del mondo Mick Fanning durante una tappa della World Surf League a Jeffreys Bay, in Sudafrica. L’episodio fece scalpore non solo per la popolarità del surfista ma soprattutto perché l’evento fu ripreso in diretta. Fanning ne uscì totalmente illeso. ”È stato un miracolo, non capisco perché non mi abbia morso”, ha detto ancora il giovane Nick dal suo letto d’ospedale. (Continua a leggere dopo la foto)

Il precedente – Veri e propri momenti di terrore sono stati vissuti dai bagnanti lo scorso in una spiaggia di Wellfleet in Massachussets, Stati Uniti, dove un giovane ha subito un letale attacco da parte di uno squalo bianco mentre era con il suo surf a largo della costa. Non si tratta di un evento frequente, è il primo attacco mortale ad opera di squali verificatosi in Massachusetts nel corso degli ultimi 82 anni. L’ultimo, infatti, secondo i dati del Florida Program for Shark Research at the Florida Museum of Natural History, risale addirittura al 1936. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}
La vittima è un ventiseienne originario di Revere, vicino Boston, identificato come Arthur Medici. Il giovane, nonostante sia stato prontamente soccorso, è purtroppo deceduto appena giunto in ospedale. Lo scorso 15 agosto presso Long Nook Beach, a poca distanza dal luogo del mortale attacco di sabato, si era verificato un episodio analogo che aveva visto come protagonista un neurologo newyorkese di 61 anni attaccato e morso da uno squalo con conseguenze fortunatamente diverse, dal momento che in quell’occasione l’attacco non era stato letale.

Paura in spiaggia (italiana): 24enne morso da uno squalo blu mentre fa il bagno

  fbq(‘track’, ‘STORIE’);

L’articolo “L’ho preso a calci”. Nick, sopravvissuto all’attacco di uno squalo. Una storia (da brividi) a lieto fine proviene da Caffeina Magazine.

“L’ho preso a calci”. Nick, sopravvissuto all’attacco di uno squalo. Una storia (da brividi) a lieto fine
Caffeina Magazine

Article Tags:
Article Categories:
Caffeina Magazine
×

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy