Circosta Auto
Gen 10, 2019
85 Views
0 0

Gli album più venduti in Italia nel 2018. Sign O’ The Times.

Written by
Ypsilon Black

Si potrebbe pensare che le classifiche di vendita oggi non abbiano più senso di esistere, eppure mai come ora possono essere considerate un metro (quasi) esaustivo per misurare il successo di un album: fino a qualche anno fa (con alcuni paesi graziati da metodologie più avanzate di altre) il rischio era quello di avere classifiche fortemente sbilanciate a favore delle vendite provenienti dai grandi superstore o dalle grandi catene (con le ovvie conseguenze). Oggi, grazie al conteggio dei download, delle vendite online e soprattutto dello streaming (tramite un sistema di conversione più o meno complesso, a seconda dei paesi) abbiamo una visione più completa del gusto del grande pubblico. Gusto del grande pubblico che in Italia – come in altri paesi – ha subito grandi cambiamenti negli ultimi tempi, con il dilagare di trapper e rapper di nuova generazione. Si potrebbe dibattere sul fatto che la presenza dello streaming tenda a spostare l’ago della bilancia nella direzione di quest’ultimi, ma in fondo basta girare per strada per verificare con mano la popolarità di questi “nuovi Beatles” tra i giovani(ssimi).

In questo senso non sorprende (o almeno non dovrebbe farlo) la prima posizione di Rockstar di Sfera Ebbasta nella classifica degli album più venduti in Italia nel 2018 (fonte FIMI/GFK). Come non sorprendono la seconda posizione di Irama (versione 2.0 – aggiornata ai nuovi suoni ed estetiche – dell’effimero idolo da talent show) e la terza posizione di Laura Pausini: da un lato i talent show continueranno per qualche anno a sfornare 1-2 big seller ogni 365 giorni (spesso con numeri fortemente influenzati dalla quantità di firmacopie effettuati), dall’altro lato – seppur con una forza propulsiva che va tendenzialmente a scemare – i big della canzone pop all’Italiana continueranno a totalizzare numeri di rilievo grazie a fanbase ormai sterminate propense all’acquisto a scatola chiusa.

Quello che sorprende, almeno rispetto a qualche anno fa, è la grande abbondanza di rapper/trapper all’interno dei 100 più venduti (29 per la precisione), ed in particolare nelle zone più alte della classifica: oltre a Sfera Ebbasta in top 10 troviamo Playlist di Salmo (peraltro arrivato in poche settimane, e probabile top 10 anche l’anno prossimo) alla quarta posizione, 20 di Capo Plaza alla sesta e Davide di Gemitaiz alla nona. Il primo straniero è Ed Sheeran in decima posizione (lo scorso anno era primo) ma lui, ahinoi, fa gara a parte, altrimenti bisogna scendere fino alla trentaduesima per trovare gli Imagine Dragons di Evolve (il che la dice lunga sullo stato di quello che comunemente può essere etichettato come pop-rock). Maggiore, rispetto anche solo ad un lustro fa, la presenza dell’indie italiano, specialmente nella veste maggiormente radio-friendly (talvolta etichettata itpop), spalleggiato dalla corrente (hip)pop capeggiata dai vari Carl Brave, Coez e Frah Quintale. Parallelamente, sul fronte catalog, gli italiani si confermano amanti del rock classico; in particolare predominano gli immancabili Pink Floyd (ad occhio, Dark Side Of The Moon è presente nella top100 annuale da più di un decennio, addirittura 47° nel 2018) e i Queen, ovviamente galvanizzati dal film Bohemian Rhapsody.

TOP 10
1 – ROCKSTAR – SFERA EBBASTA
2 – PLUME – IRAMA
3 – FATTI SENTIRE – LAURA PAUSINI
4 – PLAYLIST – SALMO
5 – IL BALLO DELLA VITA – MANESKIN
6 – 20 – CAPO PLAZA
7 – PETER – PAN ULTIMO
8 – SIAMO SOLO NOISE – BENJI & FEDE
9 – DAVIDE – GEMITAIZ
10 – ÷ – ED SHEERAN

Gli album più venduti in Italia nel 2018. Sign O’ The Times.
Sentire ascoltare

Article Tags:
Article Categories:
Sentireascoltare
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy