Nov 20, 2018
380 Views

Varese, 15enne sequestrato e torturato da 4 coetanei per 3 ore: “Orecchino strappato e esibito in video Instagram”

Written by

Legato a una sedia con dei fili elettrici, colpito con una spranga di metallo e minacciato con un bastone chiodato e un coltello alla gola. Sembrerebbe una scena di criminalità organizzata e invece vede protagonisti quattro giovani 15enni, che sono accusati di aver sequestrato un loro coetaneo tenendolo per tre ore all’interno di un garage. Il fatto è successo a Varese.
I quattro – si legge sulla Prealpina – avrebbero torturato la giovane vittima per farsi dare informazioni su un altro ragazzo, che la banda stava cercando. Secondo la denuncia fatta alla polizia alla vittima sarebbe stato strappato anche l’orecchino: uno dei giovani della banda lo avrebbe poi indossato in un video su Instagram. Liberato dagli stessi presunti sequestratori, al ragazzo è stato intimato di non far parola con nessuno di quanto accaduto, altrimenti sarebbe successo qualcosa al suo fratellino.
Il ragazzo tuttavia ha trovato il coraggio di parlare coi genitori. Immediatamente è partita la denuncia alla Squad..

Pubblicità

Legato a una sedia con dei fili elettrici, colpito con una spranga di metallo e minacciato con un bastone chiodato e un coltello alla gola. Sembrerebbe una scena di criminalità organizzata e invece vede protagonisti quattro giovani 15enni, che sono accusati di aver sequestrato un loro coetaneo tenendolo per tre ore all’interno di un garage. Il fatto è successo a Varese.

I quattro – si legge sulla Prealpina – avrebbero torturato la giovane vittima per farsi dare informazioni su un altro ragazzo, che la banda stava cercando. Secondo la denuncia fatta alla polizia alla vittima sarebbe stato strappato anche l’orecchino: uno dei giovani della banda lo avrebbe poi indossato in un video su Instagram. Liberato dagli stessi presunti sequestratori, al ragazzo è stato intimato di non far parola con nessuno di quanto accaduto, altrimenti sarebbe successo qualcosa al suo fratellino.

Il ragazzo tuttavia ha trovato il coraggio di parlare coi genitori. Immediatamente è partita la denuncia alla Squadra Mobile della Questura di Varese che, coordinati dalla Procura dei minori di Milano, adesso stanno cercando di fare chiarezza sulla vicenda.

Fonte articolo

Article Tags:
· ·
Article Categories:
PHM

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy