Circosta Auto
Nov 8, 2018
79 Views
0 0

Usa, sparatoria in club di universitari a Los Angeles: “Almeno 11 feriti”. Testimone: “Ha esploso circa 30 colpi”

Written by

Un uomo armato è entrato in un locale vicino a Los Angeles e ha sparato sulla folla. Secondo lo sceriffo della contea, Garo Kuredjian, ci sarebbero almeno 11 persone colpite, tra cui un agente. Nessuna notizia sulla condizione dei feriti. Secondo diversi media americani ci sarebbero diverse vittime e l’attentatore sarebbe morto.
L’allarme è scattato attorno alle 23,20 ora locale (8,20 ora italiana) all’interno del Borderline Bar, a Thousand Oak, nella contea di Ventura. Molte persone sono riuscite a fuggire, mentre altre si sono messe al sicuro sul tetto o nei bagni. Secondo il sito web del club, il mercoledì sera la sala da ballo sarebbe stata frequentata soprattutto dagli universitari. Vicino alla struttura ci sono infatti due college, la California Lutheran University e la California State University.
Secondo le prime testimonianze dei clienti usciti dal locale, l’attentatore sarebbe entrato usando dei lacrimogeni, poi avrebbe sparato almeno 30 colpi, usando una pistola automatica..

Un uomo armato è entrato in un locale vicino a Los Angeles e ha sparato sulla folla. Secondo lo sceriffo della contea, Garo Kuredjian, ci sarebbero almeno 11 persone colpite, tra cui un agente. Nessuna notizia sulla condizione dei feriti. Secondo diversi media americani ci sarebbero diverse vittime e l’attentatore sarebbe morto.

L’allarme è scattato attorno alle 23,20 ora locale (8,20 ora italiana) all’interno del Borderline Bar, a Thousand Oak, nella contea di Ventura. Molte persone sono riuscite a fuggire, mentre altre si sono messe al sicuro sul tetto o nei bagni. Secondo il sito web del club, il mercoledì sera la sala da ballo sarebbe stata frequentata soprattutto dagli universitari. Vicino alla struttura ci sono infatti due college, la California Lutheran University e la California State University.

Secondo le prime testimonianze dei clienti usciti dal locale, l’attentatore sarebbe entrato usando dei lacrimogeni, poi avrebbe sparato almeno 30 colpi, usando una pistola automatica. Si tratterebbe di una persona di origini mediorientali, con barba e vestita tutta di nero. Tra gli ostaggi ci sarebbe anche una cassiera del bar.

La sparatoria è stata segnalata sui social anche dai Vigili del fuoco che hanno consigliato di “stare lontano dalla zona dell’incidente”, segnalando l’arrivo di diverse ambulanze.

#OaksInc: Ongoing active shooter incident reported at Borderline in @CityofTO . Please stay away from area. Active law enforcement incident. Multiple injuries reported. Details still being determined. Multiple ambulances requested. @VCFD pic.twitter.com/4X3b8KMisc

— VCFD PIO (@VCFD_PIO) 8 novembre 2018

Il sito Abc7 ha riportato il racconto di John Hedge, di Moorpark, riuscito a fuggire dal club. “Ero alla porta principale e stavo parlando con il mio patrigno, quando ho sentito il rumore dei colpi. Mi sono buttato a terra e ho visto che l’agente di sicurezza del locale era stato colpito. Non so se sia morto o meno”, ha raccontato descrivendo l’uomo. “Aveva un cappello, la barba, una giacca nera e credo portasse gli occhiali – ha dichiarato – Pensavo fosse uno scherzo all’inizio”. “Dopo aver sparato alla cassiera è andato in fondo al locale, dove si trova il denaro. Ha solo sparato, senza dire nulla”, ha concluso il testimone.

Fonte articolo

Article Tags:
· ·
Article Categories:
Il fatto quotidiano
×

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy