Nov 14, 2018
149 Views

SIDERNO Impiego dei detenuti in progetti di pubblica utilità, il plauso degli attivisti 5Stelle

Written by

R. & P.
È questo in grande sintesi il significato della Delibera della Commissione Straordinaria del Comune di Siderno n. 44 del 30/10/2018 per una convenzione da siglare tra il Comune di Siderno, la Direzione della Casa Circondariale di Locri, il Tribunale di Sorveglianza di Reggio di Calabria e l’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Reggio di Calabria che prevede l’impiego di cittadini detenuti o in fase di esecuzione alternativa delle pene, in attività di pubblica utilità.
La convenzione è finalizzata al reinserimento sociale dei detenuti ed ha come fondamentale obiettivo l’occupazione lavorativa durante l’espiazione della pena.Tale iniziativa riveste una particolare importanza nel percorso di reinserimento sociale delle persone detenute, le quali hanno così la possibilità di poter rendere un servizio alla collettività, dimostrando la loro motivazione al cambiamento.
Attraverso queste azioni, la persona detenuta, che ha commesso un reato del quale tutta la società ha risentito..

Pubblicità

R. & P.

È questo in grande sintesi il significato della Delibera della Commissione Straordinaria del Comune di Siderno n. 44 del 30/10/2018 per una convenzione da siglare tra il Comune di Siderno, la Direzione della Casa Circondariale di Locri, il Tribunale di Sorveglianza di Reggio di Calabria e l’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Reggio di Calabria che prevede l’impiego di cittadini detenuti o in fase di esecuzione alternativa delle pene, in attività di pubblica utilità.

La convenzione è finalizzata al reinserimento sociale dei detenuti ed ha come fondamentale obiettivo l’occupazione lavorativa durante l’espiazione della pena.Tale iniziativa riveste una particolare importanza nel percorso di reinserimento sociale delle persone detenute, le quali hanno così la possibilità di poter rendere un servizio alla collettività, dimostrando la loro motivazione al cambiamento.

Attraverso queste azioni, la persona detenuta, che ha commesso un reato del quale tutta la società ha risentito e ne risente, ha l’opportunità di ricucire uno strappo, rinsaldando a pieno titolo il patto di cittadinanza, violato con la commissione del reato.

In una ottica di giustizia riparativa, questi percorsi tendono a cercare di rimediare il danno subito a livello collettivo e sociale.

Complimenti ai componenenti della Commissione Straordinaria per questa lodevole, a nostro parere, iniziativa.

Gruppo AttiVisti 5 stelle Siderno

Fonte articolo

Article Tags:
Article Categories:
Lentelocale

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy