Nov 7, 2018
242 Views
0 0

Blasfemia, Asia Bibi “è stata scarcerata e trasferita in un luogo segreto”

Written by

Asia Bibi è stata scarcerata ed è stata trasferita, per motivi di sicurezza, dal Punjab in una località segreta della capitale Islamabad. La donna pakistana cristiana era stata condannata a morte per blasfemia e poi assolta dalla Corte suprema. A confermare la notizia sia fonti ufficiali pakistane che l’avvocato della donna, Saif-ul-Malook. “Mi è stato detto che è su un aereo, nessuno sa dove atterrerà”, ha affermato il legale.
Dopo la sentenza di assoluzione della Corte suprema, i musulmani integralisti hanno protestato violentemente per tre giorni in Pakistan, bloccando il Paese. Il marito della donna ha chiesto l’aiuto dell’Italia e si starebbe valutando la richiesta di concederle l’asilo politico. Per il momento Asia Bibi non può lasciare il Paese a causa di un ricorso presentato dagli estremisti islamici che chiedono di rivedere la decisione del 31 ottobre. La richiesta di revisione della sentenza è il frutto di un accordo raggiunto dal governo del premier Imran Khan con i gruppi..

Ypsilon Black

Asia Bibi è stata scarcerata ed è stata trasferita, per motivi di sicurezza, dal Punjab in una località segreta della capitale Islamabad. La donna pakistana cristiana era stata condannata a morte per blasfemia e poi assolta dalla Corte suprema. A confermare la notizia sia fonti ufficiali pakistane che l’avvocato della donna, Saif-ul-Malook. “Mi è stato detto che è su un aereo, nessuno sa dove atterrerà”, ha affermato il legale.

Dopo la sentenza di assoluzione della Corte suprema, i musulmani integralisti hanno protestato violentemente per tre giorni in Pakistan, bloccando il Paese. Il marito della donna ha chiesto l’aiuto dell’Italia e si starebbe valutando la richiesta di concederle l’asilo politico. Per il momento Asia Bibi non può lasciare il Paese a causa di un ricorso presentato dagli estremisti islamici che chiedono di rivedere la decisione del 31 ottobre. La richiesta di revisione della sentenza è il frutto di un accordo raggiunto dal governo del premier Imran Khan con i gruppi radicali islamici e gli estremisti sunniti di Tehreek-e-Labbaik dopo tre giorni di proteste.

Fonte articolo

Article Tags:
·
Article Categories:
PHM
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy