Ott 25, 2018
181 Views

Roma, nuovo video del cedimento delle scale mobili. I tifosi russi: “Non stavamo saltando”

Written by

Niente cori e nemmeno un salto lungo le scale mobili. È quanto testimonierebbe il video pubblicato dalla pagina Facebook Cska fans against racism, in cui un tifoso della squadra russa, impegnata martedì 23 ottobre contro la Roma, all’Olimpico, ha immortalato col telefono, in soggettiva, il momento dell’incidente in cui sono rimaste ferite 24 persone, di cui una in modo grave, alla fermata Repubblica. I supporter della squadra russa, nel post sui social con cui hanno condiviso il filmato, chiedono le scuse del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che li aveva definiti “ubriachi che facevano casino”. Un altro video era circolato subito dopo l’incidente, ma riprendeva la scena di lato e solo parzialmente.
Video Facebook/Cska fans against racism
L'articolo Roma, nuovo video del cedimento delle scale mobili. I tifosi russi: “Non stavamo saltando” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Niente cori e nemmeno un salto lungo le scale mobili. È quanto testimonierebbe il video pubblicato dalla pagina Facebook Cska fans against racism, in cui un tifoso della squadra russa, impegnata martedì 23 ottobre contro la Roma, all’Olimpico, ha immortalato col telefono, in soggettiva, il momento dell’incidente in cui sono rimaste ferite 24 persone, di cui una in modo grave, alla fermata Repubblica. I supporter della squadra russa, nel post sui social con cui hanno condiviso il filmato, chiedono le scuse del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che li aveva definiti “ubriachi che facevano casino”. Un altro video era circolato subito dopo l’incidente, ma riprendeva la scena di lato e solo parzialmente.

Video Facebook/Cska fans against racism

L'articolo Roma, nuovo video del cedimento delle scale mobili. I tifosi russi: “Non stavamo saltando” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Fonte articolo

Article Tags:
Article Categories:
PHM

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.