Set 28, 2018
266 Views

Viganò, torna a parlare l’ex Nunzio: “Il silenzio di Papa Francesco? Conferma la mia testimonianza”

Written by

“Chi tace acconsente”, così torna a parlare monsignor Carlo Maria Viganò attraverso il sito del vaticanista Rai, Aldo Maria Valli. Dalla “località segreta nella quale risiede”, scrive il giornalista, l’ex Nunzio manda una lettera nella quale spiega di essersi deciso a parlare “unicamente per il bene della Chiesa” e nel silenzio di Bergoglio legge una conferma alle accuse mosse. Meno di un mese fa, Viganò ha attaccato duramente il Pontefice rivelando di aver comunicato personalmente a Francesco, appena 3 mesi dopo la sua elezione al pontificato, nel giungo 2013, gli abusi sessuali su minori commessi dall’arcivescovo emerito di Washington, Theodore McCarrick.Secondo Viganò, Bergoglio “non solo non si è opposto al male ma si è associato nel compiere il male con chi sapeva essere profondamente corrotto“, chiedendo quindi le sue dimissioni.
“Se volessero negare la mia testimonianza, non hanno che da farlo, e fornire i documenti in supporto della loro negazione” ha ribadito l’ex Nunzio, spi..

Pubblicità

“Chi tace acconsente”, così torna a parlare monsignor Carlo Maria Viganò attraverso il sito del vaticanista Rai, Aldo Maria Valli. Dalla “località segreta nella quale risiede”, scrive il giornalista, l’ex Nunzio manda una lettera nella quale spiega di essersi deciso a parlare “unicamente per il bene della Chiesa” e nel silenzio di Bergoglio legge una conferma alle accuse mosse. Meno di un mese fa, Viganò ha attaccato duramente il Pontefice rivelando di aver comunicato personalmente a Francesco, appena 3 mesi dopo la sua elezione al pontificato, nel giungo 2013, gli abusi sessuali su minori commessi dall’arcivescovo emerito di Washington, Theodore McCarrick.Secondo Viganò, Bergoglio “non solo non si è opposto al male ma si è associato nel compiere il male con chi sapeva essere profondamente corrotto“, chiedendo quindi le sue dimissioni.

“Se volessero negare la mia testimonianza, non hanno che da farlo, e fornire i documenti in supporto della loro negazione” ha ribadito l’ex Nunzio, spiegando poi di aver infranto il segreto pontificio consapevolmente, dal momento che non è vincolante quando il segreto causa “danni molto gravi ed evitabili soltanto mediante la divulgazione della verità”. Dalla Santa Sede, Bergoglio aveva dichiarato di non avere intenzione di rispondere alle accuse. “Leggete voi attentamente quel comunicato e date voi il vostro giudizio – aveva commentato Francesco – Io non dirò una parola su questo: credo che il comunicato parli da sé e voi avete la capacità giornalistica sufficiente per trarre le conclusioni”.

Ma secondo Viganò, la scelta della linea del silenzio è un’ulteriore conferma alle sue accuse: “Come è possibile non concludere che la ragione per cui non forniscono i documenti è perché i documenti confermerebbero la mia testimonianza?”, si legge nella sua ultima lettera. E poi lancia un appello al cardinale Ouellet: “Lei ha a sua completa disposizione i documenti più importanti che incriminano McCarrick e molti in curia che li hanno coperti. Eminenza, le chiedo caldamente di voler rendere testimonianza alla verità!”.

Fonte articolo

Article Tags:
· · ·
Article Categories:
PHM

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy