Ago 30, 2018
521 Views
0 0

Venezia 75. Lanthimos presenta La Favorita, “un film sul potere femminile”

Written by

Quarto titolo in concorso e protagonista della seconda giornata della 75a Mostra del Cinema di Venezia con Roma di Alfonso Cuaron, La Favorita (The Favourite) è il nuovo film di Yorgos Lanthimos, autore sempre più avvezzo a lavorare oltre i suoi confini natali (il regista è greco e ha esordito all’estero con The Lobster). Sbarcato al Lido insieme alle protagoniste Olivia Colman e Emma Stone – più i secondari Nicholas Hoult e Joe Alwyn – Lanthimos torna sul grande schermo con il dramma in costume che ripercorre gli stadi della competizione fra Abigail Masham e Sarah Churchill, cugine rivali che lottano per diventare appunto la “favorita” della Regina Anna d’Inghilterra.
«Sono rimasto affascinato dalla storia di queste tre donne realmente esistite, perché rappresentava un’opportunità di creare tre personaggi femminili complessi e complicati, cosa assai rara nel cinema. Inoltre, ero attratto dall’idea di cimentarmi per la prima volta con un film in costume e avere così modo di raccontare..

Ypsilon Black

Quarto titolo in concorso e protagonista della seconda giornata della 75a Mostra del Cinema di Venezia con Roma di Alfonso Cuaron, La Favorita (The Favourite) è il nuovo film di Yorgos Lanthimos, autore sempre più avvezzo a lavorare oltre i suoi confini natali (il regista è greco e ha esordito all’estero con The Lobster). Sbarcato al Lido insieme alle protagoniste Olivia Colman e Emma Stone – più i secondari Nicholas Hoult e Joe Alwyn – Lanthimos torna sul grande schermo con il dramma in costume che ripercorre gli stadi della competizione fra Abigail Masham e Sarah Churchill, cugine rivali che lottano per diventare appunto la “favorita” della Regina Anna d’Inghilterra.

«Sono rimasto affascinato dalla storia di queste tre donne realmente esistite, perché rappresentava un’opportunità di creare tre personaggi femminili complessi e complicati, cosa assai rara nel cinema. Inoltre, ero attratto dall’idea di cimentarmi per la prima volta con un film in costume e avere così modo di raccontare il passato creando una certa distanza e vedendo le cose più chiaramente», ha spiegato il regista in conferenza stampa. «Lavoriamo a questo progetto ormai da nove anni, e in questo lungo periodo di gestazione ci sono stati diversi cambiamenti, tuttavia sapevamo che l’obiettivo era concentrarsi su queste tre donne e far ruotare intorno a loro i temi che ci interessavano. Dalla politica alla la guerra, al fatto che alcune persone possano, con le loro decisioni e anche in base al loro umore, determinare la vita degli altri».

La Stone, unica americana sul set a maggioranza britannica, ha confessato di aver amato il personaggio di Abigal fin dall’inizio e di esser rimasta sorpresa e spiazzata dal modo di lavorare di Lanthimos: «Mi sono trovata in una situazione completamente diversa rispetto alle mie abitudini. Si girava senza parlare, e si osservava molto… qualcosa che credo farebbe bene a chiunque». Dal canto suo anche la Coleman sembra aver adorato entrare nei panni della Regina Anna, «una donna senza autostima, un po’ infantile, con in mano troppo potere e tempo libero. Lontana anni luce – per fortuna – da Elisabetta II [che l’attrice interpreterà nella terza stagione di The Crown]».

C’è tempo per riflettere sul finale del film, dove ritornano le figure animali come spesso accade nel cinema del regista greco: «Credo che esista una strana relazione fra uomini e animali…li amiamo, li uccidiamo per mangiarli, ma più di tutto sono attratto dal modo in cui queste due specie interagiscono». Vi ricordiamo che La Favorita uscirà nelle sale italiane il prossimo 24 gennaio, distribuito da 20th Century Fox. A breve potrete leggere la recensione della pellicola; intanto potete visualizzarne il trailer.

Fonte articolo

Article Categories:
Sentireascoltare
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy