Circosta Auto
Ago 28, 2018
114 Views
0 0

Spoleto, post razzista della dottoressa: “Migranti andrebbero annegati”. Asl avvia procedimento disciplinare

Written by

I migranti “andrebbero annegati al largo”: a scriverlo su Facebook è una dottoressa in servizio al pronto soccorso dell’ospedale di Spoleto. Lo screenshot del post è stato ricondiviso sui social, causando il forte imbarazzo dell’Usl Umbria 2 di cui la dottoressa è dipendente. È stato quindi avviato un procedimento disciplinare e una “richiesta di chiarimenti”. A confermarlo all’Ansa è è il direttore generale dell’azienda sanitaria, Imolo Fiaschini.
“Non esistono diritti umani per quattro negracci che ci invadono con le nike, tute firmate e trippe piene” si legge nel post incriminato della dottoressa Gloria, che continua poi sostenendo che la scabbia di cui sono affetti i migranti sia dovuta a “chissà quali violenze perpetuate”. Il messaggio è stato scritto dal medico su un gruppo Facebook di cui fanno parte circa 38mila colleghi.
A porre poi particolare attenzione al post razzista della donna è stata Selvaggia Lucarelli. La giornalista e blogger ha infatti condiviso sul suo seguitiss..

I migranti “andrebbero annegati al largo”: a scriverlo su Facebook è una dottoressa in servizio al pronto soccorso dell’ospedale di Spoleto. Lo screenshot del post è stato ricondiviso sui social, causando il forte imbarazzo dell’Usl Umbria 2 di cui la dottoressa è dipendente. È stato quindi avviato un procedimento disciplinare e una “richiesta di chiarimenti”. A confermarlo all’Ansa è è il direttore generale dell’azienda sanitaria, Imolo Fiaschini.

“Non esistono diritti umani per quattro negracci che ci invadono con le nike, tute firmate e trippe piene” si legge nel post incriminato della dottoressa Gloria, che continua poi sostenendo che la scabbia di cui sono affetti i migranti sia dovuta a “chissà quali violenze perpetuate”. Il messaggio è stato scritto dal medico su un gruppo Facebook di cui fanno parte circa 38mila colleghi.

A porre poi particolare attenzione al post razzista della donna è stata Selvaggia Lucarelli. La giornalista e blogger ha infatti condiviso sul suo seguitissimo profilo Twitter lo screenshot del commento della dottoressa, scrivendo “Dal gruppo fb Doctorsinfuga, 40mila iscritti. La dottoressa Gloria, che come è facile evincere dalle parole misericordiose, opera presso l’ospedale della Misericordia“. Il Messaggero riporta che il profilo del medico è stato così tanto preso di mira dagli utenti che, a 48 ore dalla pubblicazione del post, risulta chiuso.

Sempre al Messaggero, il direttore sanitario dell’ospedale di Spoleto Luca Sapori ha commentato che “espressioni del genere non sono certamente accettabili”. “Di fronte a dichiarazioni razziali e che non rispettano la dignità della persona non possiamo certamente fare finta di niente” continua sulla stessa linea l’assessore regionale alla Sanità, Luca Barberini. “Verificherò che ci sia tutta l’attenzione massima, seguendo le procedure e attivando tutti i percorsi normativamente e contrattualmente” conclude l’assessore.

Fonte articolo

Article Tags:
· ·
Article Categories:
Il fatto quotidiano

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
×

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy