Lug 2, 2018
343 Views

“L’incredibile viaggio del fachiro”: un film per riflettere sui migranti

Written by

Dhanush, star di Bollywood, è il protagonista del “L’incredibile viaggio del fachiro”.
In tempi di muri, in cui la polizia francese respinge con violenza i migranti a Ventimiglia e a Calais, vedere un film francese (co-prodotto con India e Belgio) che inizia citando il primo articolo della Dichiarazione universale dei diritti umani (firmata appunto a Parigi) fa amaramente sorridere. Ma il narratore de L’incredibile viaggio del fachiro, il nuovo film di Ken Scott al cinema dal 4 luglio, precisa subito che, seppure «Tutti gli uomini nascono liberi e uguali in dignità e diritti», appena un secondo dopo il primo vagito il karma ci mette lo zampino, lasciando dormire qualcuno nella bambagia e molti altri sul duro pavimento.

Come capita ad Aja, il protagonista di questa storia dolceamara tratta dal bestseller L’incredibile viaggio del fachiro che restò chiuso in un armadio Ikea, cresciuto senza padre a Mumbai e diventato un prestigiatore che vive di espedienti: «È un tipo che piace e che ..

COMMUNIQUE FAKIR - DHANUSH1

Dhanush, star di Bollywood, è il protagonista del “L’incredibile viaggio del fachiro”.

In tempi di muri, in cui la polizia francese respinge con violenza i migranti a Ventimiglia e a Calais, vedere un film francese (co-prodotto con India e Belgio) che inizia citando il primo articolo della Dichiarazione universale dei diritti umani (firmata appunto a Parigi) fa amaramente sorridere. Ma il narratore de L’incredibile viaggio del fachiro, il nuovo film di Ken Scott al cinema dal 4 luglio, precisa subito che, seppure «Tutti gli uomini nascono liberi e uguali in dignità e diritti», appena un secondo dopo il primo vagito il karma ci mette lo zampino, lasciando dormire qualcuno nella bambagia e molti altri sul duro pavimento.

IMG_0544_

Come capita ad Aja, il protagonista di questa storia dolceamara tratta dal bestseller L’incredibile viaggio del fachiro che restò chiuso in un armadio Ikea, cresciuto senza padre a Mumbai e diventato un prestigiatore che vive di espedienti: «È un tipo che piace e che sa cavarsela in tutte le situazioni, ma anche un personaggio con cui il pubblico potrà identificarsi grazie alla sua filosofia di vita profonda» spiega il suo interprete Dhanush, astro nascente del cinema Tamil e di Bollywood. Brillante e intraprendente, Aja sogna di vedere il mondo sin da quando ha scoperto, da bambino, un catalogo Ikea con immagini di case patinate e vite perfette, così una volta arrivato a Parigi è lì che si dirige subito.

IMG_3238 DHANUSH

Ed è lì che scatta il colpo di fulmine con la bella Marie (Erin Moriarty), ma per mantenere la sua promessa di incontrarla sotto la tour Eiffel Aja dovrà intraprendere un lungo viaggio: dall’Inghilterra, dove finisce involontariamente per essersi addormentato in un armadio in consegna oltre Manica, alla Spagna, dove viene rinchiuso insieme ad altri migranti senza documenti, dall’Italia, in cui arriva nascosto nel baule di un’attrice famosa (Bérénice Bejo), all’Algeria, dove finisce in mongolfiera e, rapinato, si ritrova in un campo profughi. Riuscirà Aja a ritrovare l’amore perduto? Ma soprattutto perché ad alcuni privilegiati basta comprare un biglietto aereo per andare in qualunque parte del mondo mentre per altri le frontiere diventano muri e gli spostamenti odissee infinite in balia del karma? «Volevo parlare di movimenti migratori in una prospettiva umanistica più che politica» risponde il regista. «Di certo guardando questi migranti nella loro quotidianità lo spettatore potrà sentirli più vicini e riflettere sugli aspetti in comune. E se dopo aver visto il film se ne va via con questo stato d’animo, credo che sarà stata una nostra piccola vittoria».

COMMUNIQUE FAKIR - BERENICE BEJO ET DHANUSH

The post “L’incredibile viaggio del fachiro”: un film per riflettere sui migranti appeared first on Style.

Fonte articolo

Article Categories:
News

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy