Lug 21, 2018
183 Views
0 0

Disney, licenziato James Gunn, il regista di “Guardiani della galassia”: aveva scritto dei tweet choc su Aids e stupro

Written by

Sono stati alcuni vecchi tweet cancellati e riapparsi dopo dieci anni in Rete a spingere la Disney a licenziare James Gunn, regista del film di supereroi Marvel Guardiani della Galassia. I tweet in questione erano stati rimossi da tempo dal regista, ma alcuni utenti hanno fatto riemergere online degli screenshot che li immortalano. Il sito di news americano Daily Caller ha raccolto alcuni di questi post pubblicati tra il 2008 e il 2009 in cui Gunn fa battute su stupro, pedofilia, Olocausto e attentati dell’11 settembre e Aids, quali “Le risate sono la miglior medicina. Ecco perché rido delle persone con Aids”. O ancora: “La cosa migliore dell’essere stuprati è quando hai finito di essere stuprato: è tipo, fiu, ‘quanto è bello non essere stuprato!’”
#WalkAway pic.twitter.com/cI8BdWxedu
— Jack Posobiec🇺🇸 (@JackPosobiec) 20 luglio 2018
Immediata è stata la reazione del presidente dei Walt Disney Studios Alan Horn, che ha giudicato i tweet di Gunn “indifendibili e incoerenti con i valor..

Ypsilon Black

Sono stati alcuni vecchi tweet cancellati e riapparsi dopo dieci anni in Rete a spingere la Disney a licenziare James Gunn, regista del film di supereroi Marvel Guardiani della Galassia. I tweet in questione erano stati rimossi da tempo dal regista, ma alcuni utenti hanno fatto riemergere online degli screenshot che li immortalano. Il sito di news americano Daily Caller ha raccolto alcuni di questi post pubblicati tra il 2008 e il 2009 in cui Gunn fa battute su stupro, pedofilia, Olocausto e attentati dell’11 settembre e Aids, quali “Le risate sono la miglior medicina. Ecco perché rido delle persone con Aids”. O ancora: “La cosa migliore dell’essere stuprati è quando hai finito di essere stuprato: è tipo, fiu, ‘quanto è bello non essere stuprato!’”

#WalkAway pic.twitter.com/cI8BdWxedu

— Jack Posobiec🇺🇸 (@JackPosobiec) 20 luglio 2018

Immediata è stata la reazione del presidente dei Walt Disney Studios Alan Horn, che ha giudicato i tweet di Gunn “indifendibili e incoerenti con i valori del nostro studio”, ragione per cui “abbiamo reciso la nostra relazione professionale con lui”. Gunn avrebbe dovuto occuparsi della sceneggiatura e della regia del film Guardiani della Galassia Vol. 3, dopo aver scritto e diretto i primi due film della serie nel 2014 e nel 2017. Dal canto suo, il regista si è scusato dicendo che “Le mie parole di quasi dieci anni fa erano, al tempo, tentativi fallimentari e sfortunati di essere provocatorio. Me ne sono dispiaciuto per anni da allora: non solo perché erano stupide, per nulla divertenti, selvaggiamente insensibili e certamente non provocatorie come speravo, ma anche perché non riflettono la persona che sono oggi, o che sono stato per un po’ di tempo”.

1. Many people who have followed my career know when I started, I viewed myself as a provocateur, making movies and telling jokes that were outrageous and taboo. As I have discussed publicly many times, as I’ve developed as a person, so has my work and my humor.

— James Gunn (@JamesGunn) 20 luglio 2018

5. Anyway, that’s the completely honest truth: I used to make a lot of offensive jokes. I don’t anymore. I don’t blame my past self for this, but I like myself more and feel like a more full human being and creator today. Love you to you all.

— James Gunn (@JamesGunn) 20 luglio 2018

Ed aggiunge: “Anche tutti questi anni dopo, mi prendo la piena responsabilità per il modo in cui mi sono comportato all’epoca. Tutto ciò che posso fare ora, oltre ad offrire le mie più sincere scuse, è di essere la miglior persona che posso: aperto, comprensivo, impegnato per l’uguaglianza, e soprattutto più cauto nel formulare le mie dichiarazioni pubbliche e nelle occasioni di discussioni in pubblico. A chiunque fa parte dello showbusiness ed oltre, offro di nuovo le mie più sincere scuse”.

L'articolo Disney, licenziato James Gunn, il regista di “Guardiani della galassia”: aveva scritto dei tweet choc su Aids e stupro proviene da Il Fatto Quotidiano.

Fonte articolo

Article Tags:
· ·
Article Categories:
PHM
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy