Giu 22, 2018
135 Views
0 0

ARMI E DROGA Due arresti nella Vallata del Torbido

Written by

di Comando Provinciale Carabinieri
Nell’ambito di predisposti servizi di controllo del territorio condotti dalla Compagnia Carabinieri di Roccella Jonica, con l’ausilio di militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, finalizzati alla repressione dei reati inerenti l’illegittima detenzione di armi nonché di quelli relativi all’illecita detenzione di sostanze stupefacenti, le Stazioni di Mammola e Marina di Gioiosa Jonica, a conclusione di mirate perquisizioni domiciliari, hanno tratto in arresto in flagranza di reato:
TOTINO Teresina 58enne di Marina di Gioiosa Jonica che, in un’abitazione deteneva senza autorizzazione una pistola a tamburo con matricola abrasa, 4 fucili da caccia, e 200 cartucce; CELESTINO Cosimo Damiano cl. 66 poiché, abilmente occultati in un incavo ricavato in un albero di ulivo posto in un giardino pertinenza dell’abitazione di residenza, sono stati rinvenuti 20 grammi di eroina e 1 grammo di cocaina suddivisa in due dosi. I conseguenti accertamenti..

Ypsilon Black

di Comando Provinciale Carabinieri

Nell’ambito di predisposti servizi di controllo del territorio condotti dalla Compagnia Carabinieri di Roccella Jonica, con l’ausilio di militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, finalizzati alla repressione dei reati inerenti l’illegittima detenzione di armi nonché di quelli relativi all’illecita detenzione di sostanze stupefacenti, le Stazioni di Mammola e Marina di Gioiosa Jonica, a conclusione di mirate perquisizioni domiciliari, hanno tratto in arresto in flagranza di reato:

  • TOTINO Teresina 58enne di Marina di Gioiosa Jonica che, in un’abitazione deteneva senza autorizzazione una pistola a tamburo con matricola abrasa, 4 fucili da caccia, e 200 cartucce;
  • CELESTINO Cosimo Damiano cl. 66 poiché, abilmente occultati in un incavo ricavato in un albero di ulivo posto in un giardino pertinenza dell’abitazione di residenza, sono stati rinvenuti 20 grammi di eroina e 1 grammo di cocaina suddivisa in due dosi.

I conseguenti accertamenti disposti dalla Procura della Repubblica di Locri dovranno chiarire la provenienza delle armi in sequestro, appurando se esse siano state utilizzate per commettere delitti, il quantitativo di dosi ricavabili dallo stupefacente e, di conseguenza, il suo valore economico se fosse stato immesso sul mercato.

Fonte articolo

Article Tags:
Article Categories:
Lentelocale
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy