Mag 24, 2018
435 Views

Scontro tra treno e tir, due morti e 20 feriti sulla Torino-Ivrea. “Camion ha sfondato passaggio a livello”

Written by

Un tir fermo sui binari all’altezza di un passaggio a livello. Un treno regionale, il Torino-Ivrea 10027, che non riesce a fermarsi in tempo, nonostante il macchinista abbia azionato in freno di emergenza. E lo scontro, che fa deragliare il locomotore e due vagoni. E’ successo mercoledì sera, intorno alle 23:20, tra le stazioni di Rodallo e Caluso sulla linea Chivasso-Aosta. L’impatto violentissimo ha ucciso due persone: il macchinista Roberto Madau, 61 anni, e Stefan Aureliana, 64 anni, che conduceva il mezzo di scorta tecnica al tir, un trasporto eccezionale con targa lituana. Ci sono anche una ventina di feriti, uno in modo grave. Tra loro il capotreno.
Darius Zujis, l’autista lituano di 39 anni alla guida del tir, è indagato per disastro ferroviario. Sarebbe risultato negativo all’alcoltest. A coordinare le indagini sull’incidente è il procuratore di Ivrea, Giuseppe Ferrando, che dovrà stabilire l’esatta dinamica e le responsabilità dell’incidente. Secondo una prima ricostruzione ..

Pubblicità

Un tir fermo sui binari all’altezza di un passaggio a livello. Un treno regionale, il Torino-Ivrea 10027, che non riesce a fermarsi in tempo, nonostante il macchinista abbia azionato in freno di emergenza. E lo scontro, che fa deragliare il locomotore e due vagoni. E’ successo mercoledì sera, intorno alle 23:20, tra le stazioni di Rodallo e Caluso sulla linea Chivasso-Aosta. L’impatto violentissimo ha ucciso due persone: il macchinista Roberto Madau, 61 anni, e Stefan Aureliana, 64 anni, che conduceva il mezzo di scorta tecnica al tir, un trasporto eccezionale con targa lituana. Ci sono anche una ventina di feriti, uno in modo grave. Tra loro il capotreno.

Darius Zujis, l’autista lituano di 39 anni alla guida del tir, è indagato per disastro ferroviario. Sarebbe risultato negativo all’alcoltest. A coordinare le indagini sull’incidente è il procuratore di Ivrea, Giuseppe Ferrando, che dovrà stabilire l’esatta dinamica e le responsabilità dell’incidente. Secondo una prima ricostruzione di Rfi, il camion avrebbe “sfondato le barriere di un passaggio a livello“, in frazione Arè di Caluso, che era “regolarmente funzionante”. Tre delle cinque vetture del convoglio, quelle di testa, sono deragliate, finendo nei campi vicini. Un palo della luce è stato abbattuto, i cavi dell’alta tensione tranciati. Sfiorata anche una casa cantoniera.

Il traffico ferroviario sulla linea Torino-Ivrea è interrotto a tempo indeterminato. Per garantire gli spostamenti ai pendolari della linea Chivasso – Aosta, interrotta per la rimozione delle carrozze del treno regionale deragliate nell’incidente di ieri sera fra Rodallo e Caluso, Trenitalia garantirà i collegamenti con autobus sostitutivi. Lo comunica una nota di Ferrovie. Attivate le procedure previste per le maxi-emergenze, sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, carabinieri e 118, che ha allestito un ospedale da campo. Incastrati tra le lamiere, i feriti sono stati estratti dai vagoni uno ad uno. I più gravi sono poi stati trasportati con l’elisoccorso all’ospedale Cto di Torino, dove uno è morto poco dopo l’arrivo. Gli altri, invece, sono stati accompagnati in ambulanza negli ospedali di Chiavasso, Ciriè, Ivrea e San Giovanni Bosco di Torino.

L’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie ha reso noto che la cerimonia in programma per oggi a Firenze in occasione del decennale è annullata e ha espresso “profondo cordoglio per le vittime” dell’incidente.

L'articolo Scontro tra treno e tir, due morti e 20 feriti sulla Torino-Ivrea. “Camion ha sfondato passaggio a livello” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Fonte articolo

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy